fbpx

BLOG

Web design: ecco le tendenze del 2016

Tendenze web design 2016
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Ogni tanto è necessario cambiare stile per sentirsi più giovani. Basta un taglio di capelli o un cambio di armadio ed ecco che ci si sente già meglio.

Lo stesso succede con l’e-commerce: per farlo piacere agli utenti bisogna svecchiarlo, eliminare un po’ di povere dal template e cambiare le forme del layout. Perchè? I motivi sono tanti: renderlo più accattivante e invitante, credibile e competitivo, ma anche veloce e interessante agli occhi di Google.

Se vuoi aprire un nuovo e-commerce o fare un restyling nel tuo, che ha ancora le animazioni in flash, sei nel posto giusto: ecco le tendenze del 2016 in fatto di web design!

Uno scroll è per sempre

Quando si progetta un sito web non si può più trascurare la versione mobile friendly. Mentre fino a qualche anno fa si adattava il sito al contenitore, oggi è il supporto mobile che detta legge.

Negli ultimi anni abbiamo assistito all’avanzo di smartphone e tablet, a discapito dei cari computer fissi e portabili: il risultato è che i web designer ora pensano principalmente a chi naviga e acquista da mobile e non ha tempo e voglia di soffermarsi troppo sui dettagli, ma desidera velocità e scorrevolezza. Non clicca e non legge.

Una delle ultime tendenze di web design è proprio lo scroll continuo, che permette di scorrere con il dito sullo schermo e vedere un’anteprima di tutte le parti del sito.

In questo modo nasce una homepage lunga e articolata dove ogni immagine racconta un pezzo di storia del brand, del prodotto e della produzione, mostra qualche prodotto in catalogo o altri dettagli da approfondire nella pagina successiva.

Un’unica pagina ospita praticamente tutti i contenuti del sito: non è necessario cliccare sopra per scoprirli, basta fare lo scroll e godersi fotografie nitide e accattivanti, illustrazioni, storie, colori.

Accanto a queste enormi e lunghissime tele fatte di pixel, i font si ingrandiscono e sono sempre più tipografici, ultra leggibili, pensati che non leggono ma devono captare il tipo di prodotto che hanno davanti da uno sguardo dato di fuggita allo schermo del cellulare: largo a caratteri belli grandi e molto leggibili, che spiccano rispetto allo sfondo e descrivono il prodotto in modo chiaro e sintetico.

A proposito, non vorrai far scappare l’utente una volta entrato nella scheda prodotto, vero? Scopri gli errori da evitare!

Slideshow: i video al posto delle foto

Perchè limitarsi ad un’immagine immobile e, a volte, inespressiva se si può catturare l’utente con un video, già dallo slideshow? Questa tendenza sta prendendo piede anche in Italia, sono tanti gli e-commerce che propongono piccole gif animate che si susseguono in Home.

Non sai se usare un video o una foto? Puoi optare per un cinegraph, un’immagine in movimento, che può essere inserita al posto della classica foto nella scheda prodotto oppure ancora può ravvivare un post troppo lungo e noioso, in questo modo:

Un classico esempio di cinemagraphs
Un classico esempio di cinemagraphs

Un’immagine di questo tipo riesce a trattenere lo spettatore… ops utente sulla tua pagina per il 15% in più rispetto al normale.

Ma per sfruttare tutte le possibilità del mezzo, ti consigliamo di occupare lo spazio a tua disposizione: ecco perchè tra le tendenze del 2016 non mancano layout e immagini a schermo intero, che sostituiscono gli sfondi colorati o monocromatici che appaiono nella porzione di spazio retrostante ai contenuti del sito.

Che fine hanno fatto i menù?

Se prima l’utente aveva bisogno di orientarsi in un sito grazie a queste importantissime guide, ora i menù sono diventati superflui: vengono eliminati (soprattutto nei siti turistici) oppure si trasformano nei cosiddetti “burger menù” caratterizzati dalle ormai conosciutissime tre linee orizzontali che ricordano proprio i tre strati di un hamburger.

Burger menu con linee orizzontali
Burger menu con linee orizzontali, simile ai tre strati di hamburger

Questo menù ormai ha preso piede non solo sullo smartphone e anche su tutti i siti web, inclusi gli e-commerce ed è destinato a diventare famoso almeno quanto il vecchio menù a tendina.

Infine, parliamo di quel dettaglio che potrebbe far entrare (o uscire) il tuo sito web nell’olimpo del web design all’ultimo grido: il layout a griglia, sdoganato da Pinterest e ora usatissimo in tante pagine. Risulta utile se vuoi organizzare diversi tipi di contenuto in una unica porzione di spazio. Ecco un esempio, ma ne puoi trovare tanti altri qui:

Un tipico esempio di layout a griglia
Un tipico esempio di layout a griglia in un e-commerce

Ora hai tanti spunti per ripensare alle linee e ai colori delle tue pagine!

Se vuoi divertirti a scovare tutti i punti di cui ti abbiamo parlato, esplora il sito di Lexus e ritroverai i vari elementi che ti abbiamo descritto riuniti in in unico spazio.

Se invece cerchi un team di professionisti che pensi, non solo al web design, ma al tuo intero progetto e-commerce, non pensare troppo o : fai semplicemente clic!

Luigi Vargiu

Luigi Vargiu

Curioso. Tanto. Forse anche per questo ho scelto di essere imprenditore in un settore in continua evoluzione, sono infatti il CEO di Strogoff ed E-Commerce Strategist. Ho formazione liceale, una laurea in Economia e Commercio, vari corsi di alta formazione in campi trasversali e tanta voglia di imparare da chiunque io incontri. Amo il bello, canto, suono la chitarra e sto imparando a suonare il pianoforte. Ho una famiglia fantastica, che è la mia più grande fonte di consapevolezza e crescita.

Lascia un commento

Chiudi il menu

Newsletter

Non perdere nessun articolo, iscriviti adesso