fbpx

BLOG

Vendita su eBay: alcuni consigli SEO

SEO per ebay
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Le tue vendite su eBay non stanno portando i risultati sperati?

Aprire un negozio su questo marketplace potrebbe sembrare un’attività abbastanza facile e remunerativa. Lo spazio c’è, i form pure, tu devi solo compilarli, descrivendo i prodotti e inserendo le relative foto.

Certo, potrebbe essere facile… se solo non fosse che oggi eBay è usata da milioni di merchant (venditori) in tutto il mondo, perciò l’ambiente è diventato saturo e la concorrenza è molto forte in ogni settore.

Come migliorare la propria visibilità sia dal motore di ricerca interno di eBay che su Google?

Con la SEO!

Sì, hai capito bene: l’ottimizzazione delle pagine funziona anche per questo tipo di negozi. E noi siamo qui per svelarti qualche tecnica utile!

Tecniche SEO: quelle che funzionano anche su eBay (e che nessuno ti ha mai detto)

Ebbene sì, la SEO è un’attività flessibile che può essere effettuata in un negozio online, ma anche all’interno dei marketplace.

Oggi parliamo della SEO per eBay cercando di capire come si possono ottimizzare le pagine del proprio negozio affiliato, lavorando sulle keyword e altri fattori.

Ecco una piccola checklist. Prendi appunti e controlla se il tuo negozio su eBay rispetta questi fattori importanti per la SEO. Se non li ha, provvedi subito 🙂

  • Il nostro primo consiglio è quello di studiare con attenzione le parole più usate dai competitor, ovvero i merchant che propongono i tuoi stessi prodotti. Appunta le parole che usano e controlla il loro volume di ricerca: ad ogni parola dovrà corrispondere una cifra, un dato. A questo punto dovresti sapere quali sono le parole più usate e anche quelle che hanno una ricerca maggiore.Bene, se hai trovato keyword che hanno una buona ricerca ma che, sorprendentemente, sono sfruttate poco per titolo e descrizione dei prodotti… è il momento di usarle. In questo modo potresti captare le persone giuste per te, quelle che gli altri non riescono a raggiungere a causa dell’uso non efficace delle keyword e della Long Tail. Aggiorna questa ricerca ogni tre mesi ed in base ai risultati modifica le keyword del tuo negozio.
  • Ricorda di non inserire nel titolo parole abbreviate o poco comprensibili. Per esempio, non tutti sanno che “cmp” corrisponde a compresse; ma tutti sanno che ml significa millilitri. Evita l’uso di troppi vocaboli nel titolo, usa solo quelli che servono realmente a far capire all’utente cosa vendi. Prendi sempre come riferimento la ricerca sulle keyword fatta all’inizio.
  • Veniamo ora alla descrizione del prodotto: non devi ripetere le parole chiave come un mantra, ma dislocarle nel testo accanto ad altre pertinenti e correlate. Pensa alle parole chiave come dei pesci che devono essere intercettati da una enorme canna da pesca – anzi due – una di Google e l’altra del motore di ricerca interno ad eBay.
  • Ricorda che nei negozi di questo marketplace è possibile inserire un piccolo elenco di parole che identificano il tuo prodotto e che possono aiutarti a farti trovare da chi è interessato a te. Non perdere questa occasione.
  • Inserisci il prodotto all’interno di una categoria e una sottocategoria precisa, fai molta attenzione perché Google tiene conto anche di questo dato strutturale per posizionare il tuo negozio.
  • La piattaforma permette ai venditori di realizzare un profilo personale da collegare al negozio. Assicurati che queste due pagine siano collegate tramite un link. Google adora l’uso corretto dei link.
  • Usi la firma nelle tue e-mail? Bene, è il momento di farlo. Al suo interno inserisci il link al tuo negozio eBay, il traffico aumenterà e Google terrà conto di questo “dettaglio”. Per personalizzare la firma puoi usare strumenti come Wisestamp, facile e intuitivo. Inoltre, la firma rende sicuramente più professionali le e-mail che invii ai tuoi clienti che così potranno avere sempre a disposizione il collegamento al tuo negozio, ma anche ad un eventuale blog e alla pagina social.
  • A proposito, ti consigliamo di realizzare un blog – sì anche in WordPress – da riempire con contenuti freschi e rilevanti su temi che potrebbero essere interessanti per chi acquista i tuoi prodotti, che linkino al tuo negozio. Se, per esempio, hai un negozio su eBay che vende prodotti di cancelleria potresti realizzare un blog ricco di spunti per chi ama scrivere, disegnare o per chi lavora con i tuoi strumenti, tenendolo sempre aggiornato su novità del settore o promozioni e sconti sui tuoi prodotti. Fai lo stesso con la tua pagina social.

Questi trucchi potrebbero realmente aumentare la visibilità del tuo negozio eBay e migliorarne il tasso di conversione!

Se proprio non funziona, ti sei chiesto se vendere su questo marketplace sia davvero vantaggioso per il tuo business? Abbiamo dedicato a questo tema un articolo precedente!

Vorresti un’analisi più approfondita e hai bisogno di un team che ti affianchi nella gestione del tuo negozio su eBay o altre piattaforme simili?

Ci pensiamo noi: scopri come lavoriamo con i marketplace. Ti aspettiamo per un caffè e due chiacchiere!

Vuoi migliorare il tuo business online?
Luigi Vargiu

Luigi Vargiu

Curioso. Tanto. Forse anche per questo ho scelto di essere imprenditore in un settore in continua evoluzione, sono infatti il CEO di Strogoff ed E-Commerce Strategist. Ho formazione liceale, una laurea in Economia e Commercio, vari corsi di alta formazione in campi trasversali e tanta voglia di imparare da chiunque io incontri. Amo il bello, canto, suono la chitarra e sto imparando a suonare il pianoforte. Ho una famiglia fantastica, che è la mia più grande fonte di consapevolezza e crescita.

Lascia un commento

IL METODO STROGOFF

Avviare un e-commerce richiede il coraggio e l’intraprendenza dell’imprenditore, ma anche la competenza e la professionalità di chi dovrà trasformare l’idea in realtà.

Per questo motivo abbiamo ideato un METODO che ci consente di analizzare la tua idea di business e di fornirti tutti gli strumenti per affrontare lo sviluppo digitale della tua azienda.

Chiudi il menu

Prima di andar via...

Grazie per aver letto in nostri contenuti, speriamo che ti siano piaciuti e soprattutto che ti siano utili!

Non perdiamoci di vista: iscriviti alla nostra newsletter, e riceverai novità e appunti sul commercio elettronico direttamente sulla tua e-mail preferita.