fbpx

BLOG

Vendere online: conviene davvero? Riflessioni sul commercio online

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

vendere online conviene

Vendere online o on vendere online? Questo è il problema!

“Il negozio accanto al mio ha aperto un e-commerce, lo devo fare anche io”.
“Tanto ho un negozio fisico, cosa mi costa vendere pure online”.
“Apro un sito e ci metto i prodotti, cosa vuoi che sia!”
“Ormai su Internet ci sono tutti, manco solo io”.
“Glielo faccio vedere io ad Amazon, tzè”.

Sono tante le riflessioni che spingono un imprenditore a buttarsi nel fantastico mondo del commercio elettronico, che, apparentemente è ricco di soddisfazioni prêt-à-porter.

Tuttavia, chi pensa che vendere online sia facile deve scontrarsi con la realtà: senza una accurata analisi e una conspevolezza del proprio mercato, senza la costruzione del brand, senza un progetto serio, aprire un e-commerce diventa inutile e controproducente.

Partiamo da questa consapevolezza per avviare una riflessione sul commercio elettronico!

Vendere online: le gioie e dolori per imprenditori

Fin dalla diffusione dei siti di vendita online e con il successo di negozi come Amazon, eBay, e poi Zalando o altri grandi colossi… vendere online sembra essere diventato il chiodo fisso di molte persone.

Alcuni decidono di buttarsi nella nuova avventura senza pensarci troppo, altri lo fanno in modo più consapevole, studiando le opportunità del mercato e realizzando un piano d’azione dettagliato, altri ancora hanno paura di perdere tempo, soldi e futuro, perciò rimandano a mai.

Se da tempo stai ponderando l’opportunità di vendere online,  ho una buona e una cattiva notizia per te. La buona notizia è che “sì, vendere online può essere un’occasione di crescita”. La cattiva notizia è che devi impegnare tempo, energie e denaro. 

Se mi chiedi “Ha senso vendere online, oggi che Amazon mangia tutta la torta, o quasi?” Io ti rispondo “dipende“.

Dipende da cosa? In realtà i fattori sono tanti, e ogni idea è una realtà unica da studiare.

In via di massima per aiutarti a capire se questa è attualmente la tua strada, vediamo quando Sì, che ti conviene e quando No, non è il momento.

vendere online si o no

Sì, che ti conviene vendere online, se hai un brand già forte!

Lo sai, il tuo brand è storico, forte, ci hai lavorato a lungo. Tutti riconoscono il tuo nome, e ora probabilmente è arrivato il momento di dare ai tuoi clienti un altro modo per raggiungerti.

Così hanno fatto tanti prima di te, come Chiara Ferragni, la fashion blogger che l’anno scorso ha aperto il suo primo negozio online di abbigliamento. E come tanti negozi fisici che, dopo anni di attività, e la creazione di un brand forte, hanno potuto espandere il proprio mercato puntando sul web. 

Pensaci seriamente se il tuo sito vetrina inizia a starti stretto, se arrivano richieste di acquisto da clienti lontani che hanno visto il tuo sito o sentito parlare di te, se hai costruito un’identità forte (e questo in cuor tuo lo sai)… allora puoi eliminare il sito vetrina del tuo brand a favore di un e-commerce, oppure aggiungere una categoria denominata nel menu, in cui proponi i tuoi prodotti maggiormente richiesti. 

No, se non hai un budget da investire

Vuoi vendere sul web con successo, senza mettere mano al tuo portafogli? Te lo dico subito, i presupposti per raggiungere l’obiettivo non sono buoni.

Infatti, vendere online è più complesso di quanto immagini: un sito e-commerce gratuito potrebbe ledere la tua reputazione e farti apparire poco professionale. Allo stesso tempo, chiedere a tuo nipote, al figlio del tuo migliore amico, al figlio del nipote del tuo amico di aiutarti potrebbe rappresentare un vero problema.

Per avere successo, devi partire da un’ANALISI del mercato, dall’inviduazione del target, dalle reali opportunità offerte dal contesto in cui vuoi operare. Devi porti un obiettivo e pianificare la tua strategia.

Ma soprattutto devi acquisire una consapevolezza importante: un e-commerce non è fatto solo da un sito web, ma è il frutto di tante attività finalizzate alla vendita!

Per non parlare della questione legata alla logistica: la gestione del catalogo, la preparazione dell’ordine, l’invio e la consegna.

Un progetto e-commerce ha costi reali che devi poter affrontare.

No, non ti stiamo dicendo che devi spendere migliaia e migliaia di euro, perchè ogni progetto è una realtà a sè. Sicuramente però non puoi pretendere di fare tutto con zero euro. Cerca un buon compromesso, ma soprattutto una soluzione adatta alle tue esigenze!

Per farlo ti servono consulenti preparati, onesti e pronti a comprenderti.

No, se pensi di poter fare tutto da solo

Allora i testi delle pagine prodotto li scrivi da te, che hai fatto il liceo classico; pure la pagina Facebook… che cI vuole?!
Gestisci il catalogo, prepari gli ordini et voilà… invii il pacco. Fare SEO? Hai guardato un tutorial su Youtube e lo sai fare. Gli annunci AdWords, basta metterci i soldi e vanno da soli.

Fai tutto tu, da solo. Se bravo nel tuo settore!

Bene, se vuoi aprire un negozio online di successo è ora di smontare una ad una queste certezze. Sì, perchè sappi che avrai bisogno di aiuto, collaboratori validi e determinati a condividere i tuoi obiettivi: consulenti specializzati, collaboratori per la gestione del sito web, uno sviluppatore serio e preparato per la realizzazione della piattaforma.

Ecco, parti da questa consapevolezza e ne possiamo parlare!

Sì, sei pronto a offrire consulenza e servizi

Oggi il mercato online è così affollato che gli e-commerce che funzionano sono soprattutto quelli che offrono un ottimo servizio ai propri clienti, se sono pronti realmente ad aiutare e rispondere ad ogni domanda.

Tu hai un grosso vantaggio rispetto ai big player: sai qual è? Non hai un call center a tua disposizione con tanti ragazzi che hanno seguito un corso di formazione di due giorni.

Ci sei tu con i tuoi prodotti, che ami e che conosci come le tue tasche e tanta esperienza alle spalle. Ci sei tu con ciò che DAVVERO TI PIACE!

Questo ti permette di offrire un ottimo servizio di consulenza.

Vuoi vendere vino online? Metti a disposizione dei clienti tutta la tua competenza. Tu non ti limiti a leggere l’etichetta, ma sai consigliare una cantina o un’altra, in base ai gusti e alle esigenze.

Hai una farmacia online? Bene, un cliente sa di poterti scrivere e ricevere una risposta professionale e sicura, perchè sei un farmacista, e chi meglio di te conosce le esigenze di salute dei clienti!

Hai un negozio di nicchia? Tu sei un appassionato, e sei pronto a rispondere e consigliare a tutti.

Insomma, sei competente, pronto e disponibile: ecco il tuo punto di forza, sfruttalo nel tuo e-commerce!

No, se pensi di puntare tutto sul prezzo basso dei tuoi prodotti

Questa è una delle convinzioni più diffuse ed errate sul mondo delle vendite onlilne: che la vittoria si giochi soprattutto sul prezzo!

Non è così, perchè tu puoi offrire la tariffa più vantaggiosa ma se poi non ti fai trovare su Google, non hai un sito usabile, non descrivi il prodotto in modo approfondito, se non rispondi alle domande degli utenti, se l’ordine non arriva puntuale… allora il tuo prezzo basso varrà quanto una banconota del Monopoli. Il vantaggio è pari a zero!

CONCLUDENDO…

Potrei tirare fuori dal cilindro tanti altri Sì e No. Ma per ora mi fermo qui, perchè ogni cliente ha la sua storia da ascoltare e comprendere. Tu hai voglia di raccontarmi la tua? Dimmi cosa ti spinge a voler aprire un ecommerce, parliamo insieme del tuo progetto e io ti dirò se ne vale la pena, se in questo momento può essere vantaggioso o è meglio attendere e costruire meglio la tua idea.

Luigi Vargiu

Luigi Vargiu

Curioso. Tanto. Forse anche per questo ho scelto di essere imprenditore in un settore in continua evoluzione, sono infatti il CEO di Strogoff ed E-Commerce Strategist. Ho formazione liceale, una laurea in Economia e Commercio, vari corsi di alta formazione in campi trasversali e tanta voglia di imparare da chiunque io incontri. Amo il bello, canto, suono la chitarra e sto imparando a suonare il pianoforte. Ho una famiglia fantastica, che è la mia più grande fonte di consapevolezza e crescita.

Questo articolo ha 5 commenti.

  1. Buonasera, mi chiamo Roberto e sono un pizzaiolo. Da tempo mi frulla in testa l’idea di aprire on line un e commerce che proponga pale per pizza di tutti i tipi. Ma mi sono accorto di non essere capace di sviluppare l’idea. In particolare mi spaventano i prezzi concorrenziali che ci sono sul mercato. Mi piaceva l’idea pdi vendere solo ed esclusivamente pale per pizza. Voi cosa ne pensate? Grazie mille.

    1. Ciao Roberto, ti ringrazio per averci scritto.
      In merito alla tua domanda posso dirti che la risposta deriva da una serie di fattori che riguardano te come imprenditore.
      Infatti ti presenti come pizzaiolo, questo potrebbe voler significare che come professione ti occupi di sfornare fragranti Margherite non di produrre pale per pizza.
      Riusciresti ad avere pale per pizza con margini che ti consentano di affrontare costi di spedizione, di marketing, i vari investimenti per piattaforma o abbonamento etc?
      Hai competenze nel settore o delegherai la vendita online a un’agenzia esterna aumentando i costi?
      Inoltre chi vende online prodotti a prezzi concorrenziali ha degli angoli d’attacco? ad esempio vende prodotti standard poco efficienti?
      Tu da pizzaiolo cosa cercheresti o magari hai cercato nell’acquisto online di una pala per pizza? Tutte le tue aspettative sono state soddisfatte o qualcosa è andato storto, tempi d’attesa troppo lunghi, mancanza di assistenza, etc.
      Ho cercato di spiegarti che avviare un’attività online è frutto di una serie di scelte ragionate e fatte con l’aiuto di chi ha esperienza nel settore perchè la concorrenza e le difficoltà sono tante…ma anche le opportunità, basta saperle cogliere al momento giusto.
      Per aiutarti a migliorare la tua idea ti consiglio questo articolo: https://www.strogoff.it/come-scegliere-la-tua-nicchia-di-mercato/ …e sfrutta le tante informazioni presenti sul nostro blog per accrescere il tuo progetto.

  2. Salve io sono Marcella e da tempo sto pensando di aprire un e-commerce. Dopo varie riflessioni ho pensato che la cosa più logica sia aprire un negozio online dove vendere cose che conosco bene e che mi piacciono.
    Il ramo nel quale mi sento più ferrata è sicuramente quello degli articoli di cartoleria e crafting/scrapbooking.
    So che ne esistono diversi e so per certo che alcuni di questi negozi vanno molto bene,(sono una loro cliente),con ottime vendite. Il mio dubbio è se il mercato non sia eccessivamente saturo e quindi troppo difficoltoso emergere tra realtà già ampiamente consolidate da anni o se le spese per avviarlo siano tali da dover faticare davvero molto per poterci rientrare. Senza contare Amazon che mi spaventa non poco. Sono abbastanza confusa in merito. Lei cosa ne pensa, ho qualche speranza?

    1. Ciao Marcella, certo che ci sono speranze! Tutto dipende dai tuoi obiettivi e dalle risorse (conoscenza, lavoro, tempo e naturalmente budget) che metterai in campo per il tuo progetto.
      Alcune ricette per non farsi schiacciare da aziende affermate comprendono le nicchie di mercato, sfruttare trend particolari, far emergere la passione un mondo di raccontare diverso dagli altri… ma ci sarebbe tanto da dire, per questo ti mando ulteriori approfondimenti via mail 🙂

      1. Grazie mille per la gentile risposta, attendo la mail🙂

Lascia un commento

Chiudi il menu

Newsletter

Non perdere nessun articolo, iscriviti adesso