fbpx

BLOG

Tik Tok, cos’è e come funziona il Social Network

TikTok SOCIAL NETWORK
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Tik Tok, il nuovo social dei ragazzini

Si chiama “Tik Tok” e ricorda lo scandire del tempo dalle lancette dell’orologio. In questo nuovo social che piace ai giovanissimi il tempo è il vero protagonista.
Dopo aver conquistato gli Stati Uniti entra con prepotenza anche in Europa e in Italia, dove ha oltre 2 milioni di utenti attivi ogni mese. Il target è femminile; per lo più sono adolescenti, ma il social piace anche alle mamme che nella community postano filmati e socializzano principalmente con altre coetanee.

Tik Tok: cos’è e come funziona

Il social con la nota musicale dai colori neon su sfondo nero venne fondato nel 2016 da un’azienda cinese. Si scarica l’App e ci si iscrive o attraverso l’account Facebook, Twitter, Google e Instagram oppure con un numero di telefono e una email valida, a cui arriva il codice per poter accedere. L’utente viene immediatamente catapultato in un mondo fatto di “Real short videos”, ovvero filmati brevissimi replicati all’infinito che durano dai 10 secondi a massimo 1 minuto.
Lo stordimento iniziale prosegue in via esponenziale. I video accelerati e modificati hanno come protagonisti ragazzi e ragazze adolescenti, che si cimentano senza remore e seguono gli hashtag di tendenza. È possibile, ovviamente, mettere commenti, like o condividere i filmati su Istagram o Twitter.

Cosa piace ai giovani di Tik Tok

L’attrazione di Tik Tok sui giovanissimi è la stessa che per mesi ha avuto Musically.it, il social in cui gli utenti si cimentavano in balletti o performance musicali diventati dei veri e propri tormentoni.
Ai giovani piace perché avvertono fin da subito di appartenere ad un gruppo: “io faccio parte della community e dunque esisto”.
Sono affascinati dalle potenzialità del social: ognuno di loro infatti può diventare molto popolare semplicemente esprimendo sè stesso, senza finzioni e limiti. Lo stordimento, tanto fastidioso per gli adulti, diventa per i giovani l’arma per essere un qualcuno.
Non va poi sottovalutato l’effetto dopaminico dato dai like e dalle visualizzazioni: molti studi hanno provato che i social creano dipendenza al pari delle sostanze stupefacenti. Non a caso la sottomissione a giochi online e social è stata inserita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità tra le malattie mentali più diffuse.

Tiktok cosa piace

Perchè piace anche alle mamme?

In genere Tik Tok non piace agli adulti i quali sono fortemente legati a Facebook, soprattutto perché la velocità delle immagini e dei video (talvolta ironici e demenziali) provoca ansia e stordimento. Tuttavia le madri non rinunciano a comparire su Tik Tok da sole o in compagnia dei figli, pubblicando video semi professionali e seguendo gli # di tendenza.
La donna tipo iscritta a Tik Tok è una madre che vuole cercare di proseguire il legame con i figli cercando di usare il loro stesso linguaggio e modo di comunicare. Non accettano di non essere più il punto di riferimento dei figli, oramai autonomi. Il social diventa uno strumento per cercare di riappropriarsi del proprio ruolo di madre con il rischio, sempre più frequente, di apparire adolescenziali. Infatti non è raro trovare mamme che si vestono come le loro figlie e che le imitano sul web.

TIK TOK COMUNICARE

Essere popolari su Tik Tok

“Make every second count” ovvero “fai che ogni secondo conti”. Il social prende alla lettera la sua parola d’ordine: creare brevi i video, aggiungere effetti speciali, modificare la velocità di riproduzione, ballare, recitare…insomma, Tik Tok è uno spazio virtuale senza remore.

Come in ogni community anche Tik Tok ha i suoi “TikToker” o muser. Sono gli utenti più famosi e popolari del social e, come gli influencer di Instagram, hanno milioni di followers e sono dei veri e propri idoli tra gli adolescenti, che non perdono occasione di imitarli e, purtroppo, invidiarli. Cosa fanno?
Il meccanismo è sempre lo stesso: creano video musicali di pochissimi secondi, durante i quali i giovani vivono di gloria. Momenti di notorietà accessibile a tutti, anche a chi è scoordinato, meno appariscente, stonato e inesperto. L’importante, lo ribadiamo, è apparire, esserci, uniformarsi, far parte di un gruppo che ti accetta.

Lascia un commento

Chiudi il menu

Newsletter

Non perdere nessun articolo, iscriviti adesso