fbpx

BLOG

Social media marketing e turismo: un binomio vincente

social media turismo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Il turista 3.0 prepara la valigia controllando il meteo online e decide in quale Hotel soggiornare cercandolo su Google. La cartina con i monumenti da visitare è sostituita da un’app che mostra i punti più interessanti della località e invia un alert quando ci sono eventi particolarmente interessanti. Per non parlare del biglietto aereo, che oggi viene acquistato principalmente sul web.

Ma non finisce qui: se non ti scatti un selfie davanti ad un tramonto esotico dai colori incredibili, praticamente è come se non fossi mai partito e per finire, il diario di viaggio è stato ormai sostituito da una serie di recensioni su Tripadvisor, che spesso assomigliano a veri bollettini di guerra, capaci di fare buono e cattivo tempo, influenzando le scelte di altri viaggiatori.

In questo contesto, non è possibile per gli operatori del settore turistico, trascurare la presenza sui social network. Se hai un B&B, un Hotel, un agriturismo, un’agenzia o anche semplicemente un bar sulla spiaggia e non hai ancora esordito sui social è arrivato il momento della grande svolta!

Se ti fai conoscere, non ti evita: identikit del turista 3.0

Partiamo da un presupposto: non tutti usano la Rete per organizzare un viaggio, esistono ancora persone che si recano in biglietteria o si affidano ad un agenzia di viaggi tradizionale o ancora si fanno consigliare da parenti e amici per decidere la meta e la struttura in cui soggiornare. Ma c’è una realtà in costante crescita, quella dei viaggiatori che prenotano online e decidono l’itinerario affidandosi completamente a Internet.

Turisti e social media

Chi sono i viaggiatori del Nuovo Millennio?

Nel libro “Meglio social che male accompagnati: Come utilizzare i social per vivere meglio” di Andrea Bilotto e Iacopo Casadei c’è un intero capitolo dedicato ai turisti di nuova generazione, persone che usano i social network prima, durante e dopo ogni viaggio.

All’interno del libro, Casadei e Bilotto citano una ricerca fatta da Chris Fair, presentata alla Bit 2015 (Borsa Internazionale del Turismo) che individua la fascia di turisti più attivi nei social network. E chi saranno mai, se non i Millennials (di cui abbiamo già parlato in un articolo precedente)?

L’80% di loro consulta le recensioni online prima di decidere ristoranti, Hotel e altre destinazioni di viaggio, il 57% condivide sui social network una foto mentre è in vacanza e più della metà commenta e partecipa a discussioni su viaggi e turismo, presenti sulle maggiori piattaforme web.

Anche Google ha analizzato il comportamento degli utenti, scoprendo che l’80% di loro ha cambiato radicalmente il modo di viaggiare grazie all’uso dei social media e di Internet in generale.

Un altro aspetto importante è la crescita dell’interesse verso destinazioni di nicchia e verso viaggi su misura, che hanno lasciato i pacchetti vacanza alle vecchie generazioni di viaggiatori, quelli con più di 50 anni di età.

Fammi sognare e ti raggiungerò!

Le fotografie e i video sono i contenuti più usati dai viaggiatori per comunicare con i propri contatti, la potenza delle immagini è una leva fondamentale anche per chi deve scegliere la prossima destinazione.

Turisti che fanno un selfie

Sono ancora i Millennials ad usare i social per lasciarsi ispirare dai colori di un bel paesaggio o dalle emozioni trasmesse da una foto: decidono così la propria meta, tra un hashtag su Twitter, un filtro Instagram e un pin per la loro bacheca “Travel” su Pinterest.

In tutti questi casi, il viaggio si carica di aspettative e viene vissuto come un’esperienza di crescita da vivere e soprattutto condividere con gli altri.

Coinvolgili con il social media marketing!

Se operi nel turismo non puoi più aspettare: realizza un piano per coinvolgere i tuoi utenti, conquistali creando contenuti di forte impatto, che generano emozioni e voglia di mollare tutto e partire.

Realizza offerte tailor made, e confezionale dentro una bella grafica da postare sulla tua bacheca Facebook o altre piattaforme. Proponi esperienze di viaggio in base ai gusti e alle passioni dei tuoi viaggiatori ed esperienze di viaggio costruite ad hoc per ogni gruppo di amici, coppie, persone con animali domestici a seguito o, perché no, individui che amano viaggiare da soli.

Ma non è tutto: se non hai ancora esordito sui social, non perdere tempo, perché c’è una nuova generazione pronta a fare le valigie e partire, la Generazione Z (i ragazzi nati dopo il 1995) vivrà il mondo come un luogo da esplorare e viaggerà ogni mese dell’anno, cercando sempre nuove esperienze indimenticabili, da condividere su Facebook.

Questi ragazzi sono i nativi digitali, nati con lo smartphone in mano e abituati a muoversi tra un’app ed un e-commerce, desiderano una comunicazione immediata e veloce con i loro tour operator, ovunque si trovano.

Conoscere e accontentare le nuovissime generazioni significa conquistarsi i clienti di domani: cura la tua presenza sui social network!

Vuoi migliorare il tuo business online?
Luigi Vargiu

Luigi Vargiu

Curioso. Tanto. Forse anche per questo ho scelto di essere imprenditore in un settore in continua evoluzione, sono infatti il CEO di Strogoff ed E-Commerce Strategist. Ho formazione liceale, una laurea in Economia e Commercio, vari corsi di alta formazione in campi trasversali e tanta voglia di imparare da chiunque io incontri. Amo il bello, canto, suono la chitarra e sto imparando a suonare il pianoforte. Ho una famiglia fantastica, che è la mia più grande fonte di consapevolezza e crescita.

Lascia un commento

IL METODO STROGOFF

Avviare un e-commerce richiede il coraggio e l’intraprendenza dell’imprenditore, ma anche la competenza e la professionalità di chi dovrà trasformare l’idea in realtà.

Per questo motivo abbiamo ideato un METODO che ci consente di analizzare la tua idea di business e di fornirti tutti gli strumenti per affrontare lo sviluppo digitale della tua azienda.

Chiudi il menu