fbpx

BLOG

Snapchat: come funziona e a cosa serve

Come funziona Snapchat
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Se non ci hai ancora sbattuto il muso, presto o tardi succederà: “oggi ho scaricato Snapchat” dirai un giorno ad un amico, e subito verrai inghiottito da un vortice di divertenti selfie che ti trasformeranno in sirenetta, mostro o tenero gattino.

Dopo l’entusiasmo iniziale, ti verrà anche voglia di usarlo per il tuo business. Ed è qui che inizia la sfida: Snapchat funziona benissimo per i brand e ti può aiutare a raggiungere nuovi e vecchi clienti.

Vuoi iniziare ad usarlo? Scopri subito come funziona Snapchat!

Snapchat: tutte le opportunità del fantasmino più famoso del web

Se ti sei fermato a Casper, o tutt’al più ai Ghostbuster è ora di aggiornarti, soprattutto se lavori nel web: esiste un fantasmino che sta facendo impazzire tutti, soprattutto i giovanissimi. Stiamo parlando della mascotte di Snapchat.

Snapchat
Snapchat

Ma cosa è esattamente questo canale?

Snapchat è un’app da scaricare su tablet o smartphone (alla pari di Instagram si può usare solo su mobile). Più precisamente è un social network che permette di trasmettere video e foto agli altri iscritti tramite messaggio privato o pubblicarli nella propria bacheca. Fin qui niente di nuovo rispetto a Facebook, Twitter o altri social.

La particolarità è che tutti i messaggi, i contenuti o gli aggiornamenti si cancellano poco dopo essere stati visualizzati. Gli snap (messaggi privati) si cancellano subito dopo essere stati visualizzati dal destinatario; le storie (video e foto in bacheca pubblica) durano 24 ore. Tutto scompare quindi con un schiocco di dita, come una magia. Non a caso Snap in italiano si traduce con schiocco.

Tu penserai: cosa ci guadagno a spendere tempo (e denaro) per condividere contenuti che dopo pochi secondi verranno eliminati? La domanda è lecita, ma ti basta sapere che Zuckerberg ha tentato di acquistarla nel 2013 proponendo 10 miliardi di dollari ai fondatori, che puntualmente hanno rifiutato. Inoltre, risale a pochi giorni fa l’aggiornamento di Instagram che propone un format del tutto uguale a quello di Snapchat: con Stories i messaggi scompaiono in 24 ore!

Insomma, se Zuckerberg rincorre il modello Snapchat ci sarà un motivo: per esempio questo programmino, tanto semplice quanto geniale, secondo i report è usato quotidianamente da 100 milioni di utenti attivi, in particolare giovani tra i 16 e i 34 anni. E negli ultimi due anni ha triplicato il numero degli iscritti.

Numero degli utenti attivi quotidianamente su Snapchat (2014- 2016) - Fonte: Statista
Numero degli utenti attivi quotidianamente su Snapchat (2014- 2016) – Fonte: Statista

Questo social network, nell’immaginario generale, è innovativo, originale e controtendenza: in una Rete dove tutto permane ed è rintracciabile per sempre, finalmente esiste un canale che permette di fare i “pazzerelli” cancellando le tracce dopo breve tempo. Una sorta di sbronza senza postumi.

Anche i brand non hanno resistito al richiamo di Snapchat ed esistono già tante case histories che possono ispirarti in particolare se, con il tuo business, ti rivolgi ai giovani.

Noi ti consigliamo di usarlo se:

  • Hai un marchio di abbigliamento giovane e fresco, originale e un po’ alternativo.
  • Produci prodotti alimentari bio, vegan, innovativi e contro-tendenza.
  • Ti occupi di cosmetica dedicata alle più giovani.
  • Vendi prodotti rari e di design, stilizzati e unconventional.
  • Stai organizzando un evento e vuoi fornire ai partecipanti piccoli indizi su location, data, ospiti…

Insomma, se sei fuori dal coro, Snapchat è il canale giusto per promuovere i tuoi prodotti. E se proprio desideri fare bingo, potresti affiancare una strategia di Guerrilla Marketing, che segue una filosofia simile.

Come fare marketing con Snapchat

Veniamo al sodo. Sì perché anche Snapchat deve portare la pagnotta a casa e per farlo si affida agli inserzionisti. Esistono infatti diversi modi per fare pubblicità canale su questo canale.

Prossimamente anche in Italia si potranno usare i servizi di Snap Ads: ciò permetterà ai brand di realizzare dei Filtri Sponsorizzati (Sponsored Lenses) che permetteranno agli utenti di fare selfie e fotografie simpatiche, che richiamano il brand e ne riportano il logo. Ecco un esempio:

Snapchat Sponsored Lenses
Snapchat Sponsored Lenses

Anche i Sponsored Geofilter promettono bene: questi filtri saranno geolocalizzati, quindi perfetti per una strategia Local.

Infine, non mancheranno le vere e proprie campagne Ads, dove sarà possibile inserire un mini-video sponsorizzato e targetizzato dentro quelli degli utenti, come succede ora su Youtube. Questa particolarità dei mini-video-ads verrà introdotta anche da Facebook, che negli ultimi anni ha puntato (non a caso) molte risorse proprio su questo tipo di contenuto.

Oggi sono già tante le aziende che usano le Storie e i messaggi per fidelizzare o trovare nuovi clienti su Snapchat. E a te? Ha incuriosito il fantasmino più promettente del web? Bene, ti consigliamo di iniziare ad esplorare Snapchat. Scaricalo gratuitamente sullo smartphone o sul tablet e inizia a pubblicare le tue storie.

Vuoi usare i social network per una strategia di marketing efficace?

Noi siamo pronti ad aiutarti, e soprattutto non spariamo dopo 24 ore: ti affianchiamo passo dopo passo e siamo sempre disponibili per una consulenza! 😉

Luigi Vargiu

Luigi Vargiu

Curioso. Tanto. Forse anche per questo ho scelto di essere imprenditore in un settore in continua evoluzione, sono infatti il CEO di Strogoff ed E-Commerce Strategist. Ho formazione liceale, una laurea in Economia e Commercio, vari corsi di alta formazione in campi trasversali e tanta voglia di imparare da chiunque io incontri. Amo il bello, canto, suono la chitarra e sto imparando a suonare il pianoforte. Ho una famiglia fantastica, che è la mia più grande fonte di consapevolezza e crescita.

Lascia un commento

Chiudi il menu

Newsletter

Non perdere nessun articolo, iscriviti adesso