fbpx

SEO per E-commerce e posizionamento delle keyword

Tempo di lettura: 4 min

Vuoi creare una strategia SEO per E-commerce? Uno degli aspetti più importanti da valutare è la ricerca e il posizionamento delle keyword qualificate, ovvero le parole chiave che permettono ad un utente interessato di intercettare il tuo sito in SERP.

Le keyword non sono tutte uguali: il tuo compito è quello di individuare le parole che, come un ponte, riescano a collegare la domanda dell’utente alla tua pagina web. Ecco perchè, prima di impostare una strategia SEO, devi dedicarti all’analisi delle keyword e al loro posizionamento.

La sfida è difficile, ma non impossibile: per raggiungere il tuo obiettivo, ti basta seguire i nostri consigli. Buon lavoro!

Seo per e-commerce: analisi delle keyword e Long Tail

Se ti vuoi avvicinare al mondo della SEO con un corso formativo o grazie ad un esperto consulente, ti consigliamo di apprendere i concetti chiave, tra questi spiccano proprio le keyword!

La keyword è costituita da una o più parole usate da un utente per fare una ricerca online. Quando un utente digita le parole chiave su Google o altri motori, esprime un bisogno: è alla ricerca di qualcosa, che può essere un informazione, un prodotto o altro contenuto online.

Il tuo scopo è apparire nelle prime posizioni della SERP (Search Engine Results Page) quando l’utente scrive determinate keyword sul motore. Solo in questo modo puoi aumentare il traffico qualificato, ovvero farti trovare solo da persone realmente interessate ai tuoi prodotti online.

Se hai da poco aperto il tuo e-commerce, e le tue pagine non ancora ben posizionate, ti consigliamo di partire da parole chiave specifiche e più lunghe. Questo concetto è espresso dalla cara Long Tail of SEO, la coda lunga.

Long Tail

Come mostra l’esempio, più la parola chiave è breve e generica più riesce a guadagnare traffico ma allo stesso tempo converte meno rispetto a una parola chiave più lunga e complessa.

Perchè accade questo? Immagina di dover acquistare un prodotto e avere le idee chiare, cosa cercheresti su Google? Certamente non una parola generica come “scarpe gialle” o “computer portatile”, la tua ricerca sarebbe specifica, perchè hai già in mente cosa acquistare, quindi opteresti per “scarpe Adidas Gialle numero 37” per esempio.

Come puoi immaginare posizionare questa keyword, così lunga e specifica, è più facile che posizionarne una generica e più competitiva come “scarpe gialle” ma alla fine è anche quella che ti aiuta a convertire e aumentare la tua autorevolezza agli occhi di Google: nota che le persone cercano e trovano la tua pagina web, cliccano e magari acquistano. Ecco che il motore ti darà fiducia, sempre di più. Con il tempo le tue parole chiave specifiche saranno ben posizionate e a questo punto potrai puntare su keyword sempre più generiche e competitive, in grado di aumentare il traffico qualificato al tuo sito e-commerce.

Il concetto della Long Tail è fondamentale quando parliamo di SEO per e-commerce: se il tuo sito deve ancora posizionarsi, devi sempre partire da parole complesse e specifiche per guadagnare posizione.

Ma andiamo oltre e vediamo come puoi trovare i termini giusti su cui puntare, ovvero le keyword per il tuo progetto online!

Seo per e-commerce: Keyword Planner di Google

Esistono diversi strumenti online che ti consentono di intercettare le keyword giuste su cui puntare. Noi, durante i nostri corsi e incontri, parliamo in particolare di Semrush, Zeozoom e il  Keyword Planner di Google AdWords. Mentre i primi due sono a pagamento, l’ultimo non solo offre un’analisi delle parole chiave gratuita ma è anche un ottimo alleato nella crezione di una strategia SEO: basta inserire una parola che ci interessa per avere un elenco di termini correlati da sfruttare nella nostra strategia.

Se per esempio vendi fiori, puoi avere un risultato di questo tipo e lavorare sulle parole chiave indicate:

keyword-planner-ad-group_1x.png

Accanto ad ogni termine vengono offerti anche altri parametri utili per la scelta delle keyword, la competitività o il volume di ricerca.

Un altro strumento utile che puoi usare, in particolare se i prodotti che vendi sono stagionali, è Google Trends, che offre i volumi di ricerca per ogni termine in base ad un periodo di tempo. Per esempio, la parola bikini, come prevedibile, ha un picco di ricerche a Giugno, e questo permette di organizzare al meglio la strategia di posizionamento. Google Trends offre anche una serie di query associate e argomenti correlati, tutti termini ed elementi da sfruttare per intercettare il pubblico qualificato!

bikini-periodo.png

 

 

bikini-correlate.png

Questi strumenti ci permettono di avere tante parole da sfruttare, e a questo punto è fondamentale organizzarle e posizionarle in modo strategico nelle pagine interne del sito, suddividendole in keyword primarie e secondaria, da posizionare in modo strategico nelle tue pagine web.

Ora non ti rimane che individuare una rosa di parole chiave che possono aiutarti a posizionarti su Google e intercettare l’attenzione dei tuoi potenziali clienti!

Ora hai gli elementi necessari per individuare le keyword ideali per il tuo progetto e sfruttarle nelle tue pagine web (negli articoli del tuo blog, nelle schede prodotto e così via). Se lavori in modo corretto otterrai ottimi risultati!

Desideri apprendere maggiori informazioni sul mondo della SEO? Vuoi capire come sviluppare queste idee nel tuo sito? Scopri la nostra sezione dedicata ai CORSI e scegli il percorso formativo più adatto alle tue esigenze!

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print