fbpx

SEO per arredo bagno: quali parole chiave scegliere

Tempo di lettura: 5 min

La scelta delle giuste parole chiave da usare all’interno di un e-commerce è un aspetto fondamentale per aumentare la sua visibilità e, di conseguenza, le vendite.

Le keyword rappresentano il collante tra la domanda (query) posta al motore di ricerca e la risposta offerta dal sito. L’utente, quando effettua una ricerca web, esprime le sue intenzioni al motore, che a sua volta, propone i risultati più congrui, scegliendo tra articoli di blog, schede prodotto o altri tipi di pagine web contenenti proprio le parole cercate.

Senza uno studio approfondito delle parole da usare all’interno di una pagina, l’ e-commerce perde tante opportunità: in particolare quella di acquisire traffico di qualità.

Per capire quali sono le parole chiave più utili per un e-commerce di arredo bagno occorre sapere come gli spider o crawler leggono le informazioni presenti in ogni pagina web.

Cosa sono i crawler e come lavorano

Si tratta di software che scandagliano le pagine web, al fine di catalogarle e offrirle agli utenti davvero interessati.

Questi crawler, chiamati anche spider, danno ad alcune parole del testo un peso maggiore, per esempio a seconda della posizione nella pagina o in base alla loro ripetizione nel testo. Questi vocaboli acquisiscono così valore e vengono scelti come parole chiave della pagina.

Se queste corrispondono a quelle usate da un utente che effettua la ricerca web, ecco che il motore di ricerca (tramite la SERP) propone le suddette pagine.

Web-Crawler.jpg

In questo meccanismo, sistemi come Google, Bing o affini diventano una sorta di “Cupido Digitali” in grado di far incontrare utenti e siti web, portando i primi a iniziare un percorso che, nel caso di un e-commerce, potrebbe condurre ad una conversione (vendita online).

Ecco perchè la scelta delle keyword in ogni sito e-commerce, inclusi quelli del settore arredo bagno, diventa necessaria e fondamentale.

Vediamo ora quali sono gli strumenti offerti dalla rete e le metodologie usate da Strogoff per individuare le migliori keyword, soffermandoci in particolare su un settore complesso come quello dell’arredo bagno.

Seo per arredo bagno: quali parole chiave scegliere

Uno degli errori più comuni quando si scelgono le keyword per una strategia SEO è quello di concentrarsi sulle parole chiave più comuni come “e-commerce per arredo bagno” oppure “vendita bagni online” senza porsi domande importanti come: sono davvero queste le parole più usate dagli utenti? Queste keyword permettono di ottenere i migliori risultati nel migliore tempo? Qual è il volume di ricerca e la concorrenza di questi termini?

Scegliere keyword troppo generiche e competitive potrebbe rappresentare un’inutile fatica, in particolare quando il sito è appena nato e deve impegnarsi ancora a costruire la propria visibilità e web reputation.

Per non sbagliare e scegliere le keyword più adatte per un e-commerce di arredo bagno, consigliamo di prendere in considerazione almeno i seguenti 5 punti:

  • Il numero di ricerche della parola chiave legate ad un dato periodo;
  • La concorrenza;
  • La coda o tail di ciascuna parola;
  • Il numero di tematiche collegate alla parola chiave principale;
  • La rilevanza delle parole chiave.

Devi individuare e scegliere le parole chiave che costituiranno il cuore della tua strategia SEO?  Tutti questi aspetti devono essere inseriti all’interno del tuo metodo di lavoro.

Vediamo come fare!

Mettiamoci al lavoro: un metodo di lavoro per trovare le keyword per arredo bagno

Per individuare le migliori keyword per un negozio online è necessario affidarsi ad alcuni strumenti, molti di questi gratuiti.

Uno dei tool principali è sicuramente  il Keyword Planner di Google AdWords, che partendo da un preciso termine, ne suggerisce altri a lui correlati.

Per esempio, partendo dalla keyword più generica “arredo bagno” puoi farti un’idea a proposito delle parole più pertinenti ad essa collegate:

Query arredo bagno

La tabella mostra le parole correlate, la media delle ricerche mensili e la concorrenza (che può essere alta, media o bassa): informazioni che ci permettono di lavorare sui primi due punti dell’elenco.

La concorrenza è relativa al numero delle pagine web già posizionate per quella data parola: maggiore è questo numero e più difficile sarà piazzare la keyword. Solitamente le parole chiave corte sono caratterizzate da un’elevata ricerca e una concorrenza alta.

Se il tuo e-commerce di arredo bagno ha pochi mesi di vita è consigliabile lavorare su keyword più lunghe, e facilmente posizionabili.

Parliamo, a tal proposito, della coda o tail (il terzo punto del nostro elenco).

Long tail SEO

Si tratta di un parametro molto importante nella SEO perchè permette di ottimizzare un sito web puntando su keyword costituite da più di due termini.

Perciò al posto di arredo bagno, il negozio online potrebbe inizialmente puntare ad acquisire traffico da una particolare categoria di prodotti come “vendita sanitari per il bagno”; oppure “vendita di mobili per bagno” e così via.

Sicuramente la concorrenza di queste keyword lunghe è più limitata e questo consente di farti spazio nella SERP fino ad acquisire una posizione rilevante rispetto alle altre pagine web: se Google nota un certo interesse del pubblico verso le tue pagine, potrà iniziare a tenere il tuo sito sott’occhio e premiarlo.

Questa è la base da cui partire con una strategia che includa, via via, parole chiave sempre più generiche e competitive.

Ora sei già a buon punto per la scelta delle tue keyword, ma approfondiamo ulteriormente l’argomento intercettando parole chiave diverse ma comunque collegate all’argomento di cui vuoi parlare.

Sfruttare tematiche affini per intercettare il tuo pubblico

Parliamo di un’attività che ti potrebbe aiutare a intercettare i diversi segmenti di mercato che ti interessano:

  • Giovani in procinto di arredare casa;
  • Disabili con esigenze particolari: dimensioni sanitari, finanziamenti e agevolazioni…
  • Anziani che desiderano rendere il bagno più confortevole
  • Clienti che devono ristrutturare o rinnovare il proprio ambiente

Come vedi le possibilità sono tante ma per individuare le parole giuste collegate ai tuoi prodotti devi costruire i diversi tipi di cliente che possono approciarsi al tuo negozio (le tue buyer personas) e trovare gli argomenti che potrebbero interessare, cercando le parole tramite il metodo proposto precedentemente.

In questo modo, hai a tua disposizione tante keyword diverse ma collegate tra loro che puoi usare sia per creare delle nuove pagine del tuo sito (per esempio, una landing page dedicata alle agevolazioni o ai finanziamenti o un’altra ai progetti) e anche tante nuove idee per sviluppare il tuo blog aziendale.

Come puoi notare, aprire un e-commerce di arredo bagno è un lavoro complesso e dietro ogni successo esiste un enorme lavoro di ricerca e pianificazione.

Comprendere, analizzare, progettare e mettere in pratica. Tante attività un solo obiettivo: vendere. Vuoi raggiungere con successo risultati reali? Scarica il documento pensato per te, è ciò che ti serve ORA!

{{cta(‘ee03e819-a25a-4eef-813c-9bf7ae8aa4fc’)}}

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print