Pagine AMP e vantaggi per la SEO

Pagine AMP e vantaggi per la SEO Bisogna dirlo: Google ce la sta mettendo tutta per accontentare anche chi usa i suoi servizi o effettua una ricerca online da smartphone e tablet. Recentemente ha eliminato gli annunci AdWords dalla barra destra dei risultati di ricerca o ha inserito la voce "mobile friendly" in SERP, accanto alle pagine adattate ai dispositivi mobili. Tra gli ultimi aggiornamenti pro-mobile, Google ha annunciato la nascita delle AMPAccelerated Mobile Pages, un progetto ideato da Mister G. in parthership con aziende leader del settore tecnologico ed editoriale. Il progetto ha come obiettivo quello di migliorare la fruibilità dei contenuti da dispositivi mobili. Questo progetto che ha come obiettivo quello di migliorare l'esperienza d'uso da smartphone e tablet, ci conferma una questione importante anche per chi vende online: non è più possibile rimandare lo sviluppo di piattaforme responsive o adattive e la realizzazione di strategie di mobile marketing pensate per chi naviga da mobile. Vediamo nel dettaglio come le pagine AMP possono aiutare la tua strategia SEO! 

Pagine AMP e SEO

Ti invitiamo a fare una ricerca da mobile facendo a Google una qualsiasi domanda. Ti comparirà un risultato di questo tipo: [caption id="attachment_9090" align="aligncenter" width="225"]Pagina AMP su Google Pagina AMP su Google[/caption] I risultati che si presentano in cima sono proprio le AMP: l'anteprima dell'articolo contiene una fotografia, il titolo e in basso il simbolo del fulmine. Se tu aprissi una di queste pagine noteresti che si caricano molto velocemente: fino a quattro volte rispetto a quelle dei risultati "normali" come afferma Google stesso. Non solo usano anche molta meno banda. I vantaggi delle AMP Page sono diversi: Ma la domanda è un altra.

La Pagine AMP portano qualche vantaggio alla SEO?

Naturalmente Mister G. non si sbilancia sull'argomento, ma facendo una rapida ricerca si capisce che le pagine ottimizzate in questo modo hanno un netto vantaggio sulle altre, ma solo per le ricerche effettuate da mobile, così come i siti responsive vengono mostrati per primi se si esegue la ricerca da smartphone e tablet. Le immagini mostrate nelle pagine AMP si scorrono in modo veloce e se clicci sopra entri senza lasciare il motore di ricerca: NON ATTERRI SUL SITO perché Google scarica la cache del sito e te la mostra in pochi secondi. Se hai un sito web di contenuti editoriali o gestisci un blog (esistono già tanti plugin per Wordpress) puoi implementare le AMP per migliorare la tua visibilità su Google e di conseguenza anche il posizionamento. Naturalmente non puoi pensare di monetizzare il tuo sito come fai con quello tradizionale: niente banner, skin o pop-up, puoi guadagnare solo dai link interni al testo. Infatti anche la visualizzazione della pagina cambia: ciò che Google scarica è solo il contenuto e non tutto ciò che gli sta intorno. Qui trovi nel dettaglio come funziona l'advertising nelle pagine AMP. Se sei uno sviluppatore o conosci il codice: sul sito ufficiale del progetto trovi esempi, codici sorgente e tutta la documentazione open source che ti serve.

Cerchi un team di professionisti che gestisca i tuoi contenuti, migliorando visibilità e monetizzazione?

Visto che hai lo smartphone in mano, dacci un colpo di telefono

... non troppo forte, eh! ;-)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *