Newsletter mobile friendly: cambia punto di vista

Newsletter mobile friendly: cambia punto di vista Arrenditi, sei circondato. Non guardarti intorno, parliamo a te! Hai reso il tuo sito responsive? Si, bene. Ma cosa mi dici della newsletter? Sicuramente il tuo destinatario la legge con lo smartphone o almeno ci prova. Bene, è arrivato il momento di evitare lo spam e rendere le tue email mobile friendly.

Non ci sono più le email di una volta!

La rivoluzione del mobile non si ferma. I numeri confermano il boom di connessioni da mobile, la ricerca Audiweb registra 17,3 milioni ingressi web da mobile, contro i 12,5 milioni da pc. italiani-online-dicembre-2014 Non vedere questo cambiamento come un problema, ma cogline l'opportunità e trasforma il tuo modo di scrivere e comunicare online. Oggi le email vengono aperte in continuazione, puoi anche utilizzarle come messaggi istantanei, perché vengono notificate all'utente all'arrivo sul cellulare e raramente vengono trascurate, soprattutto se becchi il momento giusto in cui inviarla: approfittane e proponigli un'email su misura mentre aspetta il pullman alla fermata. Non ti preoccupare, non sei l'ultimo, tante aziende italiane ancora concepiscono il sito web come uno strumento statico, figuriamoci la newsletter. Però puoi essere il primo a cambiare. Ecco gli step da fare per ottimizzare le tue email alla lettura su smartphone. Sei così riuscito a non finire nello spam. E ora? Oltre ad essere interessante nei contenuti, la tua newsletter deve adattarsi al piccolo schermo dello smartphone. Anche il design delle tue email deve essere responsivo, non solo il tuo sito, perciò devi organizzare bene i contenuti per migliorare l'esperienza di consultazione. Considera in particolare 4 elementi:
  1. Call to Action: inseriscila nell'header o subito dopo l'immagine. Deve essere chiara e sintetica.
  2. Caratteri: aumenta le dimensioni rispetto alle e-mail tradizionali. Lo schermo è piccolo e devi creare testi leggibili.
  3. Pulsanti: grandi, colorati e univoci.
  4. Immagini: ricorda che le immagini hanno una forza comunicativa potente e immediata, veicolano un messaggio prima del testo e devono essere scelte con cura. Devono introdurre il testo in modo coerente.
Come si traduce in pratica tutto ciò? Vediamo due esempi. Ecco come il design di un'email per pc (a destra) può essere ottimizzato per il mobile ( a sinistra): Virgin-Trains-emails La Virgin ha ottimizzato la newsletter per gli iscritti che amano viaggiare e ha trasformato l'email per renderla più leggibile in versione mobile: il contenuto dell'email è sintetizzato in poche parole nell'header, seguito dal testo sintetizzato ad hoc per non essere troppo lungo in versione mobile. Al testo segue la call to action con un mega tasto tutto da cliccare e le informazioni restanti (App, collegamenti ai social e menù) possono essere visti con uno scroll. Non devi per forza introdurre una call to action, la tua email può essere ottimizzata anche quando invii gli auguri per un'occasione particolare. Come fa Ralph Lauren per la festa del papà: ralph-mobile-email Ora hai tutte le carte per creare la tua newsletter mobile friendly. Non essere egoista: informa anche i tuoi contatti, condividi l'articolo su Facebook! ;D    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *