fbpx

BLOG

Migliorare l’impresa con Twitter: alcuni consigli

Twitter marketing
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Oggi parliamo di uno dei social network più famosi al mondo. Nato nel 2006 da una riunione lunga e complessa tra i fondatori: all’inizio l’idea era quella di creare una piattaforma per lo scambio di SMS con un numero ristretto di persone, con il tempo il progetto si amplia cambiando anche nome. All’inizio, infatti, il famoso portale doveva chiamarsi Twttr (con palese riferimento a Flickr) ma con il tempo il nome viene modificato fino a diventare quello che tutti oggi conoscono come Twitter.

La piattaforma di microblogging ha avuto, fino ad ora, una vita travagliata caratterizzata da alti e bassi, ma ha saputo creare un suo posto nell’universo social – ormai affollatissimo – che caratterizza la Rete.

A dieci anni dalla sua nascita rappresenta ancora un ottimo canale di promozione per le aziende. Tu lo usi per fare marketing? Oggi vogliamo darti alcuni consigli pratici per migliorare la tua impresa con Twitter

10 anni di Twitter: non sottovalutarlo

Twitter resiste. E lo fa da dieci anni ormai. Non è roba da tutti, se pensiamo ai tanti canali ormai defunti – ti ricordi MySpace, per esempio? Molti non lo hanno nemmeno conosciuto. Invece Twitter è ancora lì e, come pochi canali al mondo, ha saputo imporre un modo di comunicare lanciando anche diverse mode, come quella di usare gli hashtag o quella dei trend topic.

Ci ha anche “obbligato” e non essere troppo prolissi, diventando il regno di chi ama comunicare pensieri di carattere in pochi caratteri (massimo 140 per l’esattezza).

E poi sono arrivati i giovani canali a rubargli la scena: WhatsApp, Snapchat e le altre piattaforme che strizzano maggiormente l’occhio ai selfie e ai dispositivi mobili.  Ciò non toglie che Twitter rappresenta ancora oggi una piattaforma importante sia per gli utenti privati che per le aziende, è un canale molto utile per fare marketing.

Secondo una ricerca condotta da Statista.com questo social network rimane uno dei più usati al mondo, con 320 milioni di utenti attivi ad Aprile 2016.

Statistica sui social network più usati 2016
Statistica sui social network più usati 2016 Fonte: Statista.com

Se stai trascurando il tuo account aziendale su Twitter è il momento di dargli una bella spolverata e iniziare a twittare con più assiduità. Ma non solo, questo canale permette alle imprese di fare marketing in molti modi.

Cosa ti permette di fare? Facciamo un breve ripasso delle funzionalità classiche e conosciamo le nuove proposte.

Fare marketing con Twitter per la tua impresa:  i nostri consigli

Come abbiamo accennato, Twitter permette alle imprese di conoscere quali sono i trend topic, ovvero le tematiche di tendenza in un particolare momento e in uno specifico punto del mondo. Usalo per scovare i gusti e le abitudini del tuo target e migliorare così il modo in cui interagisci con i tuoi potenziali clienti.

La piattaforma, inoltre, è perfetta per fare social caring. Molte aziende la usano per rispondere tempestivamente alle domande dei propri clienti e per fare assistenza. Infatti, spesso Twitter è usato per porre domande, ma anche per lamentele di ogni tipo. Proprio per questo è fondamentale tendere sempre un orecchio verso ciò che succede in questo canale per comprendere qual è il sentiment del target verso la tua impresa.

Ma tra le novità più apprezzate dalle imprese c’è il servizio di Advertising simile a quello di Facebook, chiamato Twitter Ads che permette di programmare delle campagne per:

  • Aumentare follower o la visibilità dei tweet;
  • Indirizzare gli utenti verso un sito web – grazie alla Website Card – monitorando anche le conversioni;
  • Promuovere un’app, aumentando il numero dei download;
  • Pubblicizzare video e altri messaggi diretti ad un preciso target o ai follower;
  • Creare delle campagne di lead generation, ovvero acquisire indirizzi e-mail di utenti interessati a tuoi prodotti e servizi. Questo servizio è molto utile per aumentare una mailling list della tua newsletter.

Da meno di un anno, Twitter ha anche introdotto le Twitter Product Cards, messaggi pubblicitari dedicati a chi ha un e-commerce. Queste schede permettono di visualizzare una piccola scheda-prodotto all’interno del tweet inserendo anche un link che riporta a quella effettiva, da dove poi si può acquistare. I venditori possono personalizzare gli snippet di questa card con i dati che desiderano: prezzo prodotto, nome, descrizione e fotografia.

 Twitter Product Cards
Twitter Product Cards

Insomma, la piattaforma offre tante opportunità a chi le sa sfruttare. E se proprio non sai come muoverti, cerca i profili degli influencer del tuo settore, siamo sicuri potranno ispirarti per le tue prossime attività di marketing.

Ricorda, Twitter non è Facebook – abbiamo elencato le differenze in un articolo precedente – e che anche in questo caso devi realizzare un piano di social media marketing che integri i diversi canali che vuoi utilizzare per far crescere la tua azienda!

Luigi Vargiu

Luigi Vargiu

Curioso. Tanto. Forse anche per questo ho scelto di essere imprenditore in un settore in continua evoluzione, sono infatti il CEO di Strogoff ed E-Commerce Strategist. Ho formazione liceale, una laurea in Economia e Commercio, vari corsi di alta formazione in campi trasversali e tanta voglia di imparare da chiunque io incontri. Amo il bello, canto, suono la chitarra e sto imparando a suonare il pianoforte. Ho una famiglia fantastica, che è la mia più grande fonte di consapevolezza e crescita.

Lascia un commento

Chiudi il menu

Newsletter

Non perdere nessun articolo, iscriviti adesso