fbpx

BLOG

Instagram e Pinterest, come usarli per il tuo e-commerce

Pinterest e Instagram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Anche l’occhio vuole la sua parte, in particolare quando devi acquistare dei prodotti online!
Con il web la nostra esperienza d’acquisto è cambiata radicalmente: non possiamo più toccare, annusare e guardare da vicino i prodotti che vorremmo comprare.
Dobbiamo accontentarci di leggere le descrizioni, consultare le recensioni e osservare le immagini che scorrono e ci mostrano il nostro oggetto del desiderio da ogni angolatura. Accanto alle pagine prodotto, i social sono i grandi protagonisti delle vendite online.

Parliamo in particolare delle piattaforme che mettono le immagini al centro, come Pinterest e Instagram: questi due social network inizialmente erano riservati ad una nicchia di utenti, ma hanno gradualmente conquistato anche i consumatori più scettici.

La rivoluzione di Pinterest e Instagram per l’e-commerce

Pinterest e Instagram sono nati per offrire un’alternativa ai due giganti Facebook e Twitter. Alle parole hanno sostituito la forza delle immagini. Sono riusciti a coinvolgere e attrarre sempre più utenti, fino a conquistare un ruolo fondamentale nella promozione dell’e-commerce. Se li hai sempre sottovalutati o se (peggio) li consideri la stessa cosa, è arrivato il momento di aprire gli occhi.

Pinterest: raccoglie e converte!

Pinterest è il social più indicato per veicolare traffico verso un e-commerce. La community è destinata a raccogliere sempre più utenti e rafforzare il suo potere di conversione, grazie anche a degli aggiornamenti come il “promoted pin“: delle campagne pubblicitarie a pagamento per aumentare la visualizzazione di determinate immagini dal social.

Pinterest è una piattaforma che raccoglie fotografie da tutta la rete, le immagini sono divise per argomento e possono essere salvate dai diversi utenti dentro bacheche tematiche. Gli utenti possono aggiungere le foto alla propria bacheca con la funzione, pinnandole. Ma chi vende può anche aggiungere delle loro fotografie accattivanti dei propri prodotti che, accompagnate da una buona descrizione e dal link all’e-commerce, possono veramente contribuire alla vendita online.

Molti addetti ai lavori lamentano l’inesistenza di un sistema che permetta di acquistare direttamente dal social, tuttavia, l’aggiunta del tasto “compra” su Pinterest non rovinerebbe quell’atmosfera magica che si vive mentre si sfogliano foto meravigliose? Sembrerebbe che la foto venga perfettamente impacchettata unicamente per vendere, mentre lasciare agli utenti la possibilità di navigare, incantarsi, scegliere e cliccare sulla foto per arrivare all’e-commerce è la soluzione più efficace per aumentare le conversioni.

Un altro modo originale per utilizzare Pinterest è quello di raccogliere le fotografie che hanno partecipato ad un contest online, come ha fatto questo brand di abbigliamento:

pinterest-concorsi-blackmilk

Instagram: quanti double touch può racchiudere un i(n)stante?

Nato per condividere i propri scatti personali, colorati, divertenti e coinvolgenti dallo smartphone, Instagram è il social “visuale” più usato!
Con Instagram si possono catturare i propri istanti migliori e condividerli con il mondo aggiungendo gli hashtag inclusivi. La rivoluzione di Instagram è anche quella dei filtri, che permettono di modificare le fotografie rendendole ancora più belle e coinvolgenti. Con un click è possibile fare concorrenza ai migliori fotografi! I brand grazie a Instagram, non solo possono promuovere i propri prodotti ma possono (o devono?) raccontare il mondo che si sviluppa attorno al marchio. Questo social è usato quindi per farsi conoscere e impostare un’identità online.

Con un po’ di fantasia può essere usato in modo diverso e originale anche per influenzare le vendite del proprio e-commerce.

È quello che ha fatto Ikea Russia che ha trasformato l’account Instagram in un vero e proprio sito web interattivo, dove le immagini sono collegate tra loro grazie a dei tag, che rimandano ad altri account Instagram creati appositamente per i diversi prodotti Ikea: lampade, tavoli, sedie, ognuno con un proprio account (un lavoraccio, ma molto efficace!). In questo modo anche il social ha indossato una nuova veste, diventando un bellissimo catalogo online interattivo da sfogliare e consigliato con il “double touch” ( il like su Instagram si ottiene cliccando due volte lo schermo sulla foto)

Ikea ci insegna che, con un po’ di fantasia, Instagram può essere sfruttato alla grande per promuovere il brand e i suoi prodotti!

Pensi ancora che Instagram e Pinterest siano proprio la stessa cosa?

Dopo aver letto il post non penserai più che Pinterest e Instagram sono uguali!

  • Pinterest è un social user curated (i contenuti sono curati e organizzati dagli utenti): raccogli le fotografie trovate online dentro la tua bacheca tematica.
  • Instagram, invece, è user generated (i contenuti sono generati dagli utenti): catturi gli istanti della tua vita e li condividi con i tuoi contatti o con il mondo, aggiungendo piccolissime descrizioni e degli hashatag.

Questa fondamentale differenza si riflette anche nell’uso che le aziende fanno di questi social:

Pinterest può essere usato per aumentare le vendite, puoi inserire delle bacheche tematiche che rappresentano il tuo mondo e i tuoi prodotti.
Ecco un esempio: se hai una farmacia online e vuoi creare le tue bacheche puoi raccogliere le foto in alimentazione, fitoterapia, bambini, dermocosmesi etc. Dentro le bacheche è possibile inserire un link ai prodotti dell’ecommerce. La bellezza delle foto è fondamentale per avere le conversioni. I 3 settori particolarmente indicati per Pinterest sono fashion, design e food!

Instagram racconta il tuo brand: lo stile di vita che lo identifica (per capire cosa intendiamo, guarda l’account Instagram della Red Bull), i vip e le star che ne usano i prodotti e la vita che ruota intorno al brand, per esempio i “dietro le quinte” e la fabbricazione dei prodotti, momenti esclusivi che i clienti difficilmente conoscono.

I tuoi prodotti sono pronti a sfoggiare tutta la loro bellezza sui social: fotografali dalle loro angolature migliori. Il tuo brand vuole farsi conoscere, mettici la faccia!

Lo sappiamo vorresti fare double touch sul nostro articolo, ma a noi basta che lo condividi con i tuoi contatti! 🙂

Luigi Vargiu

Luigi Vargiu

Curioso. Tanto. Forse anche per questo ho scelto di essere imprenditore in un settore in continua evoluzione, sono infatti il CEO di Strogoff ed E-Commerce Strategist. Ho formazione liceale, una laurea in Economia e Commercio, vari corsi di alta formazione in campi trasversali e tanta voglia di imparare da chiunque io incontri. Amo il bello, canto, suono la chitarra e sto imparando a suonare il pianoforte. Ho una famiglia fantastica, che è la mia più grande fonte di consapevolezza e crescita.

Lascia un commento

Chiudi il menu

Newsletter

Non perdere nessun articolo, iscriviti adesso