Instagram Advertising: come fare pubblicità su Instagram

Instagram Advertising: come fare pubblicità su Instagram L'occhio vuole la sua parte, anche quando si vendono prodotti online. Soprattutto se si lavora in un settore dove il fattore estetico e i trend hanno un peso importante: abbigliamento, cibo, design, arredamento, bakery sono solo alcuni dei comparti che non possono assolutamente rinunciare ad una comunicazione di tipo visivo, dove gli utenti e i potenziali clienti possano godere dei colori e delle sfumature del prodotto, salvarlo o condividerlo con i propri contatti. La bellezza vende e lo fa soprattutto nei canali che riescono a valorizzarla: uno di questi è un social network che negli ultimi anni sta avendo un enorme successo tra i giovani e i Millennials (ormai trentenni). Parliamo di Instagram, il canale perfetto per mostrare al mondo prodotti belli e originali in modo coinvolgente, puntando sulle emozioni di chi guarda. Nato come un canale dedicato alle immagini e alle fotografie di privati, spesso è stato colonizzato dai brand che hanno elaborato le proprie strategie di marketing prendendo i loro follower... per la vista (e qualche volta anche per la gola). Parliamo di Instagram advertising: ecco come funziona!

Instagram advertising: prendili per la... vista!

Instagram permette di promuovere i propri prodotti in diversi modi: da una parte è possibile aprire un account aziendale, gratuito e simile alle tradizionali pagine Facebook, dall'altro permette di realizzare annunci a pagamento. Tutto ruota intorno ad immagini di qualità, accattivanti e funzionali al messaggio che si intende veicolare, le fotografie infatti sono in grado di stabilire un legame con chi guarda, più immediato e coinvolgente rispetto al testo, che richiede più tempo e attenzione. Ogni foto deve essere condivisa con uno scopo preciso e veicolare un preciso stato d'animo: divertimento, relax, rabbia, tristezza. Niente deve essere lasciato al caso. Prima di iniziare a elaborare il proprio annuncio è necessario chiedersi quale tipo di contenuto un utente si aspetta dalla tua azienda e con quali fotografie e colori puoi trasmettere un certo tipo di sentimento. Vuoi prendere ispirazione? Ecco 3 esempi di immagini sponsorizzate dai diversi brand. [gallery size="medium" ids="8998,8999,9000"]
  1. Adidas ha usato l'immagine per lanciare la nuova linea di scarpe da tennis (le Supershell) in Polonia. Ha chiesto così a diversi artisti di realizzare un'opera d'arte che includesse le calzature e ha condiviso i risultati, realizzando una serie di immagini sponsorizzate che da una parte avevano l'intenzione di richiamare la bellezza artistica, dando voce a giovani artisti famosi.Questo tipo di campagna ci fa pensare alla nuova linea OVS Arts of Italy dove i prodotti d'abbigliamento hanno fantasie che richiamano le bellezze artistiche italiane e sono indossati dai più rappresentativi artisti, scrittori e musicisti che portano con orgoglio la bandiera della città che rappresentano. Una bellissima iniziativa che lega l'arte, la cultura al mondo della moda!
  2. McDonald's con la sua campagna "I crave for a Mac" aveva l'obiettivo di migliorare l'awareness del brand tra i giovani millennials che bramavano (to crave) un Mac per placare la loro fame. Hai presente quando nei cartoni animati un personaggio molto affamato vedere i suoi amici come delle cosce di pollo? Bene, l'intenzione del McDonalds era molto simile, così una racchetta può sembrare un panino e insinuare nella mente quella voglia che solo un McMenu potrebbe soddisfare. Ottima mossa!
  3. Xperia ha usato Instagram per proporre un nuovo smartphone al pubblico di Hong Kong con l'intento di comunicare in modo immediato ed efficace le innovative funzionalità. La sua fotocamera ad altissima risoluzione e il suo design ultrapiatto e minimal incorniciano un bellissimo gatto creando un effetto davvero stupefacente.
Anche tu con un po' di creatività e sintetizzando ciò che il tuo prodotto vuole comunicare con quello che il tuo pubblico desidera puoi realizzare immagini suggestive e accattivanti, in grado di comunicare subito l'identità del tuo brand e la forza dei tuoi prodotti. E dopo che si fa? Si sponsorizzano i risultati, per aumentarne la visibilità, mostrandoli ai potenziali clienti. Ecco come fare pubblicità su Instagram.

Instagram Advertising: come si sponsorizzano i post di Instagram

Vediamo come fare pubblicità sponsorizzando i tuoi post di Instagram. [caption id="attachment_9004" align="alignnone" width="656"]Post sponsorizzati su Instagram Fonte: Instagramersitalia.it Post sponsorizzati su Instagram Fonte: Instagramersitalia.it[/caption] Gli annunci possono essere riconosciuti da due elementi, due piccole icone: l'etichetta posta in alto a destra e quella che consente agli utenti di lasciare dei feedback sul contenuto pubblicitario, nascondendo o meno l'annuncio. Come viene scelto il pubblico? Instagram sceglie le persone a cui mostrare gli annunci in base ai gusti, alle abitudini d'uso e a tutti gli elementi che estrapola da Instagram stesso e da Facebook. Sono due app sorelle, entrambe figlie di papà Zuckerberg. Infatti, per fare una pubblicità su Instagram occorre avere una pagina Facebook e gestire le inserzioni da entrambi i social network dal Power Editor di Facebook, cioè la pagina di gestione delle inserzioni pubblicitarie. Da qui è possibile targetizzare la campagna, scegliere il budget e la durata dell'inserzione. Scopri come fare i primi passi con le inserzioni di Instagram! Insomma, Instagram sta costruendo mattone dopo mattone un ambiente business-centrico, perfetto per fare marketing, promuovere e vendere i propri prodotti. Con queste prerogative gli perdoniamo la sostituzione del vecchio logo! http://img-9gag-fun.9cache.com/photo/aq5EBoj_460sv.mp4 Vuoi usare Instagram per fare marketing, condividendo con il tuo pubblico immagini coinvolgenti e potenti? Noi siamo pronti a darti supporto: selfiestick, sorridi e via! No scherziamo, scopri a cosa abbiamo pensato per la tua strategia di social media marketing!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *