fbpx

BLOG

Imprenditore online: i rischi e le opportunità

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

C’è la crisi, il mercato corre troppo veloce, il cliente non è mai soddisfatto… queste non sono le parole di un imprenditore di successo, queste sono giustificazioni.

Non hai più scuse, la mentalità di un imprenditore è differente: lui valuta, analizza e comprende quali sono le opportunità che vale la pena sfruttare e quando invece è necessario fare un passo indietro.

Se anche tu dirigi un’azienda, non hai certo bisogno di mettere le mani avanti per farti strada, ti consiglio anzi di prendere di petto la tua vita e sfruttare gli elementi positivi, imparando anche dai fallimenti.

Il tuo pallino è quello di operare online ma sei ancora titubante? Vorresti capire meglio quali sono i rischi e le opportunità del web? Con questo articolo non pretendo di darti una risposta esaustiva, ma spero di accendere le lampadine giuste che possano aiutarti a prendere la decisione giusta per te. 

Portare la propria impresa online: i rischi

Innanzitutto, occorre specificare che non esiste un unico modo per portare online la propria impresa. Per esempio, è possibile aprire un e-commerce, così come un sito istituzionale, oppure decidere di vendere i propri prodotti solo con i marketplace, dedicarsi esclusivamente ai social network o fare tutte queste cose insieme.

Per comprendere qual è la scelta migliore occorre un progetto chiaro, basato sugli obiettivi da raggiungere: senza l’impostazione di una meta chiara si rischia di iniziare attività inutili e finire con un investimento cospicuo fatto a vuoto.

Ecco perchè il primo vero rischio (o meglio un fallimento annunciato) è quello di proporsi online senza un piano di marketing!

Spesso lo si fa perchè non si ha tempo o ancora perchè si pensa che la propria esperienza sia garanzia di successo. Non è così: lavorare online significa ripartire da zero, imparare a conoscere un mondo imprenditoriale diverso da quello classico a cui si è abituati!

I due rischi in questo caso sono: da una parte quello di sottovalutare l’attività, che in realtà si configura come una vera e propria realtà imprenditoriale da costruire da zero (online); il secondo è quello di sentirsi forti e indistruttibili, grazie alle competenze ed esperienze accumulate nel settore durante gli anni. Tuttavia, sul web l’esperienza conta, ma solo se si lavora bene e si dedicano risorse e tempo al progetto.

Riconoscere questi aspetti, significa interpretare l’esordio in Rete in modo serio e consapevole. Da qui si parte per creare un’azienda online di successo!

– rischio-impresa.jpg

Solo quando si acquisisce la consapevolezza necessaria, si può pensare di aprire la propria attività imprenditoriale anche sul web.

Quali sono le opportunità?

Le opportunità offerte dal web al mondo dell’imprenditoria sono pressochè infinite. Tuttavia, ancora molte realtà non colgono l’occasione e non hanno neanche un piccolo sito web per comunicare i propri contatti e le informazioni di base.

Le lacune sono tante, soprattutto quelle delle PMI e fotografate dal Report  «Digitale e web nelle micro imprese italiane» pubblicato nel 2016 dalla società Pragmas per Registro.it

Lo studio prende come riferimento 1.200 aziende di piccole dimensioni (da 1 a 9 impiegati) dei settori più disparati (dalla manifattura, al commercio, ai servizi). L’obiettivo: comprendere la posizione delle imprese online. Ecco i dati salienti:

  • Il 67% delle aziende possiede un dominio, con una netta crescita dei .it rispetto ai .com; e il 5% ne possiede più di uno.
  • Il 65% usa il proprio dominio principalmente per leggere la posta; solo il 34% per aumentare la propria visibilità online; ma il dato più amaro è che solo il 15% sfrutta attivamente e costantemente il sito per fare marketing!
  • Facebook, con i suoi 28 milioni di utenti solo in Italia, è sfruttato solo dal 27% delle imprese; e sono ancora meno quelli che usano altri social network (solo il 3%).

Infine, la botta finale: il 69% delle aziende intervistate, destina solo il 5% del proprio budget all’attività online.

Questi dati confermano come le aziende italiano siano ancora lontane da sfruttare attivamente il web. Eppure le opportunità sono innumerevoli e adatte a diversi settori!

Quella principale è di avere un ulteriore canale per comunicare e trovare nuovi clienti, oppure migliorare la propria web reputation, avere un punto di contatto con i propri fornitori e tutta la filiera esistente.

Le occasioni sono numerose anche per il B2B, un comparto in forte crescita soprattutto con l’e-commerce.

Il punto è trovare una strategia e perseguirla con impegno e determinazione. Noi ci auguriamo che siano sempre più gli imprenditori che riconoscano nella Rete un canale ricco di occasioni.

Comprendere, analizzare, progettare e mettere in pratica. Tante attività un solo obiettivo: vendere. Vuoi raggiungere con successo risultati reali?

Luigi Vargiu

Luigi Vargiu

Curioso. Tanto. Forse anche per questo ho scelto di essere imprenditore in un settore in continua evoluzione, sono infatti il CEO di Strogoff ed E-Commerce Strategist. Ho formazione liceale, una laurea in Economia e Commercio, vari corsi di alta formazione in campi trasversali e tanta voglia di imparare da chiunque io incontri. Amo il bello, canto, suono la chitarra e sto imparando a suonare il pianoforte. Ho una famiglia fantastica, che è la mia più grande fonte di consapevolezza e crescita.

Lascia un commento

Chiudi il menu

Newsletter

Non perdere nessun articolo, iscriviti adesso