fbpx

BLOG

Impara dai cartoni animati Disney a fare brand marketing

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Via i calendari editoriali, le scadenze, i post su Facebook, Twitter, Instagram, le ricerche su Google, le chiamate su Skype e i messaggi promozionali via WhatsApp.
Dimenticali e guardati un bel film della Disney. Uno di quei bei classici tipo Pinocchio o Biancaneve. Diresti mai che potrebbero insegnarti tanto sul modo di fare marketing e promuovere il tuo brand?

Probabilmente no, ma è così. Pensa al tuo marchio come una storia da raccontare, costruiscici intorno un castello fatato e realizza la tua colonna sonora d’impatto, con quelle canzoncine orecchiabili che canterai e farai cantare a chi ti sta intorno. In poche parole, concentrati sullo storytelling.

Storytelling: tutte le storie migliori iniziano con un “mouse”

Il modo migliore per coinvolgere i tuoi clienti è raccontare loro una storia che sappia emozionarli, che sappia trasmettere l’identità dell’azienda in modo affascinante e suggestivo. Tu sei il narratore, puoi creare un castello di ghiaccio come la regina di Frozen o una capanna dentro un albero più adatta ad un orco come Shrek. Costruisci la tua casa, arredala e accogli il tuo target. Tutt’intorno imbastisci una trama interessante, divertente e solida: questa è la tua storia. La complicità sarà forte quanto più forte sarà la tua narrazione. Il segreto è l’equilibrio: fai combaciare tutti gli elementi in gioco, proprio come succede nei cartoni della Disney, dove la relazione di fiducia viene instaurata già dai titoli di testa.

Cinque cose che la Disney insegna a noi marketers:

  • Ogni storia si sviluppa intorno ad un tema: dal bambino che non vuole crescere, alla principessa che aspetta il suo principe nella torre più alta del castello. Cerca di trovarne uno (o più di uno) che sappia rappresentarti e sviluppalo sui social, sul blog e nei diversi canali di comunicazione. Il tema deve saper definire il tuo brand e allo stesso tempo abbracciare gli interessi e le aspettative del tuo target.
  • L’ambientazione è la tua migliore amica: sceglila bene, in modo che sia coerente e che ti aiuti a veicolare nel modo migliore il tuo messaggio. Pensa al canto di Biancaneve senza il bosco rigoglioso e gli uccellini cinguettanti tutto intorno. Non avrebbe avuto lo stesso effetto.
  • Ogni protagonista ha bisogno di un rivale. Se ci pensi, tutte le storie della Disney si snodano intorno ai due personaggi principali, uno positivo e l’altro negativo. Ma chi è il tuo rivale? Pensa ai problemi più comuni dei tuoi utenti, bene tu sei l’eroe che potrà risolverli, condividendo contenuti utili e interessanti oppure mettendo in commerci prodotti innovativi. Senza un prodotto valido, la forza dei tuoi contenuti sarà limitata. Ricordi lo slogan della Disney? “Make your dreams come true” potresti trasformarlo con “Make their dreams come trust” cioè realizza i sogni del tuo target per aumentare l’affidabilità del tuo brand.
  • Le storie sono per il tuo pubblico, non per te stesso. Così come i prodotti devono soddisfare un bisogno specifico, anche i tuoi contenuti devono essere realizzati seguendo specifiche esigenze del target, quindi curali in ogni particolare: dal linguaggio ai canali di comunicazione, cerca di capire quali argomenti interessano ai tuoi clienti e cavalca i trend del momento.
  • Falla semplice. Non creare contenuti troppo cervellotici, perché le insidie sono dietro l’angolo: potresti causare incomprensioni che allontanerebbero i tuoi clienti.

Per finire mettici un pizzico di magia e non dimenticare il lieto fine. Tutti vissero felici e content(i).

Qual è la tua storia?

 

Luigi Vargiu

Luigi Vargiu

Curioso. Tanto. Forse anche per questo ho scelto di essere imprenditore in un settore in continua evoluzione, sono infatti il CEO di Strogoff ed E-Commerce Strategist. Ho formazione liceale, una laurea in Economia e Commercio, vari corsi di alta formazione in campi trasversali e tanta voglia di imparare da chiunque io incontri. Amo il bello, canto, suono la chitarra e sto imparando a suonare il pianoforte. Ho una famiglia fantastica, che è la mia più grande fonte di consapevolezza e crescita.

Lascia un commento

Chiudi il menu

Newsletter

Non perdere nessun articolo, iscriviti adesso