fbpx

BLOG

E-Commerce in Europa e vendite cross border

ecommerce-europa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

La Commissione Europea ha diffuso i dati annuali relativi all’Agenda Digitale (ovvero le linee di azione che gli Stati membri devono intraprendere a livello locale per dare applicazione all’agenda stessa), che mostra i progressi dell’adozione tecnologica (e-commerce compreso) in tutto il territorio dell’Unione.

E’ interessante notare come il mercato europeo on line stia crescendo bene (il 43% dei cittadini adulti compra sul web), ma allo stesso tempo come ci sia un po’ di reticenza da parte dei consumatori a fare acquisti dagli shop online di altri Stati membri.

Neelie Kroes, vicepresidente dell’Unione Europea responsabile dell’Agenda Digitale, afferma che ci sono ancora troppi ostacoli agli acquisti online intracomunitari, ostacoli dovuti sia a barriere linguistiche che a motivi tecnici o legali (es. sistemi di pagamento).

Alcuni dati sono molto interessanti:

  • solo il 15% delle aziende europee vende sul web (l’obbiettivo europeo è raggiungere il 33% nel 2015);
  • il 45% di tutti i consumatori tra i 16 e 1 74 anni comprano a Malta, con una crescita del 7% in più rispetto al 2011. Malta è quindi lo Stato europeo con la crescita maggiore delle vendite online. Altri 2 Stati che stanno incrementando notevolmente le proprie vendite sul web sono Grecia e Lituania.

Gli Stati che stanno incrementando maggiormente le vendite cross border sono: Finlandia, Irlanda, Belgio, Malta, Austria, Estonia, Lussemburgo e Svezia.

Un aspetto fondamentale per incrementare le proprie vendite ai consumatori europei è legato alla lingua, perché l’affinità linguistica determina maggior fiducia nel consumatore. Tuttavia, pur essendo l’italiano parlato solo in Italia e in parte della Svizzera, agli shop online italiani accade normalmente di fare delle vendite al di fuori dei confini nazionali, anche avendo un sito in lingua italiana e nessun accorgimento per gli acquirenti UE.

Questo, insieme al fatto che l’Unione Europea incentiverà sempre di più il commercio elettronico, a tutto vantaggio dei players che già vi operano, ci permette di capire che è arrivato il momento di strutturarsi al fine di incrementare le vendite al di fuori dell’Italia.

Vuoi migliorare il tuo business online?
Luigi Vargiu

Luigi Vargiu

Curioso. Tanto. Forse anche per questo ho scelto di essere imprenditore in un settore in continua evoluzione, sono infatti il CEO di Strogoff ed E-Commerce Strategist. Ho formazione liceale, una laurea in Economia e Commercio, vari corsi di alta formazione in campi trasversali e tanta voglia di imparare da chiunque io incontri. Amo il bello, canto, suono la chitarra e sto imparando a suonare il pianoforte. Ho una famiglia fantastica, che è la mia più grande fonte di consapevolezza e crescita.

Lascia un commento

IL METODO STROGOFF

Avviare un e-commerce richiede il coraggio e l’intraprendenza dell’imprenditore, ma anche la competenza e la professionalità di chi dovrà trasformare l’idea in realtà.

Per questo motivo abbiamo ideato un METODO che ci consente di analizzare la tua idea di business e di fornirti tutti gli strumenti per affrontare lo sviluppo digitale della tua azienda.

Chiudi il menu

Prima di andar via...

Grazie per aver letto in nostri contenuti, speriamo che ti siano piaciuti e soprattutto che ti siano utili!

Non perdiamoci di vista: iscriviti alla nostra newsletter, e riceverai novità e appunti sul commercio elettronico direttamente sulla tua e-mail preferita.