fbpx

BLOG

Google Phantom Update: ecco il nuovo aggiornamento!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Il 19 Novembre 2015 Google diffondeva le nuove linee guida per i quality rater ma contemporaneamente qualcosa nella SERP stava già cambiando: alcuni web admin hanno notato un peggioramento del loro posizionamento, altri siti invece sono saliti.

Insomma, un vero scossone che ha messo la pulce nell’orecchio a SEO e amministratori. Tutti si chiedono “c’è un fantasma che controlla i risultati o è un nuovo update, di cui nessuno era a conoscenza”?

La verità, come sempre, sta nel mezzo: si tratta dell’aggiornamento di Google chiamato Phantom Update e il fatto che il suo nome assomigli al cattivo di una serie tv sul paranormale, non lascia presagire niente di buono. Ci saranno sicuramente tante novità per i siti web.

Ecco cosa sappiamo fino ad ora.

Google Phantom 3… l’update di qualità!

La prima piattaforma ad accorgersi della web-paranormal-activity è stata Searchmetrics, che nel suo blog ha individuato l’elemento chiave che guida questo importante cambiamento: il motore di ricerca vuole fornire agli utenti contenuti di qualità e per farlo agirà in particolare su 3 aspetti che rivoluzioneranno la SERP.

Contenuti esaustivi e attinenti alla query

Le pagine web che offriranno contenuti attinenti alla query e informazioni esaustive verranno premiate, mentre i contenuti fufa saranno intercettati e relegati in posizioni più basse.

Ma come farà Google a capire se una pagina risponde davvero alle aspettative degli utenti? A questo proposito verrà dato un peso maggiore alle pagine che riuniscono i contenuti per categoria, in modo ordinato e corretto.

Mentre i siti web che non forniscono la categoria, o peggio, offrono informazioni o prodotti completamente slegati da essa, potrebbero subire dei peggioramenti in SERP.

Se, per esempio,  nella categoria ricette viene inserita la storia della cheesecake, che niente ha a che vedere con la preparazione della torta, ecco che questa pagina, che prima era ben posizionata grazie all’uso delle keyword, potrebbe avere brutte sorprese.

In questo caso conta anche avere una struttura intuitiva e logica, che nelle ricette è piuttosto standard e facilmente individuabile.

Ma potremmo fare lo stesso discorso per le pagine prodotto, che spesso sono povere di informazioni o inserite in una categoria a caso.

Insomma il contenuto deve soddisfare le aspettative dell’utente!

Contenuti duplicati, ancora?

Da anni Google ha giurato guerra a chi copia spudoratamente i contenuti da altre pagine, ma con questo aggiornamento fa un passo indietro: l’update di Google Phantom riconoscerà quando un contenuto duplicato non è realizzato in malafede.

Parliamo dei testi delle canzoni, dei dizionari online, delle composizioni di un prodotto chimico o di un farmaco. Farmacie online, tirate un sospiro di sollievo!

Ma attenzione a non barare perchè Google vi osserva…

Pagine di affiliazione? No, grazie!

Il terzo ed ultimo elemento da cui dipenderà il posizionamento in SERP riguarda le pagine di affiliazione: cioè quelle landing page pensate per far trovare all’utente prodotti relativi ad un brand, ma che non ne rappresentano il canale ufficiale.

Google vuole permettere agli utenti che cercano marchi e brand di visualizzare il sito ufficiale e non le pagine di affiliazione, spesso costruite e strutturate meglio!

Insomma, staremo a vedere cosa ci riserva il 2016. Google nel frattempo non smentisce e non ufficializza alcun aggiornamento.

Ma i nostri SEO Specialist, tra vedere e non vedere, si stanno già riscaldando per offrire un servizio aggiornato e competitivo.

Non lo conosci? Rimedia subito!

Luigi Vargiu

Luigi Vargiu

Curioso. Tanto. Forse anche per questo ho scelto di essere imprenditore in un settore in continua evoluzione, sono infatti il CEO di Strogoff ed E-Commerce Strategist. Ho formazione liceale, una laurea in Economia e Commercio, vari corsi di alta formazione in campi trasversali e tanta voglia di imparare da chiunque io incontri. Amo il bello, canto, suono la chitarra e sto imparando a suonare il pianoforte. Ho una famiglia fantastica, che è la mia più grande fonte di consapevolezza e crescita.

Lascia un commento

Chiudi il menu

Newsletter

Non perdere nessun articolo, iscriviti adesso