fbpx

BLOG

Google e Marketing: come sfruttarlo al meglio per la tua azienda

google e marketing luna park
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Google, il motore di ricerca utilizzato dal 95% degli utenti online non è un semplice motore di ricerca ma un fantastico luna park per chi si occupa di marketing? Ecco tutte le mirabolanti attrazioni di Googleland da sfruttare per la tua azienda!

Google e Marketing: montagne russe e SEO

Adrenalina, discese ripide e risalite: la SEO è come le montagne russe. Il tuo sito web si trova tra i primi risultati un giorno e in fondo alla pagina quello dopo.

Google può diventare la principale fonte di traffico verso il tuo sito web: gli utenti, grazie ai risultati di ricerca, arrivano alla tua azienda in due click. Per scalare i risultati ed essere trovati più facilmente devi ottimizzare le tue pagine online. Il gigante di Mountain View sarà felice e la tua salita verso le prime posizioni diventerà emozionante, come quella delle montagne russe. Attento a non sgarrare, perché la seconda pagina di Google è dietro l’angolo.
Perciò segnati SEO, è il primo modo per conoscere le dinamiche di Google e sfruttarle per la tua azienda: buon divertimento!

Google Ads ovvero non c’è luna park senza la giusta spinta

Non c’è luna park senza quella giostra dal nome evocativo, il “calcio nel sedere” un gioco che racchiude genio e semplicità e che dimostra che con la giusta spinta puoi arrivare ovunque.
Questa è la stessa logica di Google Ads, lo devi usare se vuoi dare uno scossone alla visibilità delle tue pagine su Google. Google Ads infatti permette di inserire annunci pubblicitari tra i risultati Google. Mentre la SEO permette al sito web di arrivare in cima ai risultati organici gratuitamente, Ads è un servizio a pagamento.

Ecco come funziona: gli annunci che rimandano ad una specifica pagina, sono basati su determinate keyword. Il costo dell’annuncio dipende da un insieme di fattori, tra cui la competitività delle keyword. Il pagamento avviene solo quando l’utente clicca sull’annuncio, per questo il servizio è definito con PPC (Pay per Click). Usare Google Ads per il tuo marketing. può essere uno strumento efficace se usato bene, un’ottima soluzione se vuoi raggiungere risultati nel breve periodo.

Le differenze tra i risultati SEO (nella cornice blu) e i risultati Ads (nella cornice rossa):

Google e il marketing

Tiro a segno: come intercettare il traffico

Le parole sono importanti”. Così diceva Nanni Moretti in un suo famoso film e noi siamo assolutamente d’accordo! Trovare le parole chiave più utili per le tue pagine significa andare a segno: intercettare il target e aumentare il traffico sul tuo sito web.

Ti mettiamo a disposizione le tre freccette di Google per vincere il premio in palio:

  • Keyword Planner è un tool che ti suggerisce le parole chiave più ricercate. È pensato per le campagne Google Ads ma può essere sfruttato anche per decidere su quali keyword puntare con la strategia SEO. Per usare questo strumento ti devi solo registrare su Google Ad.
  • Google Trends ti permette di conoscere la popolarità di alcuni termini e metterli a confronto per fare la scelta finale. Si può analizzare la variazione di utilizzo in base al Paese e al periodo dell’anno. Stai cercando le parole giuste per il titolo del tuo prossimo blog e non sai scegliere tra due varianti? Probabilmente su Trends troverai la risposta!
  • Google Alert ti aiuta a scandagliare il web alla ricerca di tutte i contenuti che trattano un determinato argomento o contengono una specifica parola chiave. Può essere molto utile se vuoi aggiornare il tuo blog di nicchia con notizie tematiche sempre nuove. Registrandoti, ricevi gli “alert” via e-mail ogni volta che la parola chiave viene menzionata online. Puoi decidere di ricevere tutte le notizie che parlano del tuo brand e difendere la tua reputazione online, condividendo o rispondendo in breve tempo chi ti ha menzionato.

Google Trends e il confronto tra due termini popolari:

google-trends1

 

 

Marketing, la ruota panoramica di Google

Ora che hai imparato a giostrarti tra i vari strumenti di Google per il tuo marketing, non ti resta che monitorare i risultati, controllare eventuali errori e fare delle modifiche al sito. Ci sono due ottimi tool anche per questo:

  • Google Analytics: quanti visitatori ritornano sul tuo sito? Per quanto tempo rimangono sulle pagine? Questi e altri dati vengono svelati ad Analytics, un tool fondamentale per controllare l’andamento del tuo sito web. Si tratta di uno strumento gratuito da implementare nel codice e ti permette di ottenere utili informazioni relative al traffico del sito.
  • Google Search Console risponde a domande differenti e ti mostra come è il tuo sito web agli occhi di Google: velocità del sito web, versione del sito responsive, se sono presenti errori nelle pagine. In base a questi suggerimenti puoi ottimizzare il tuo sito e scalare la classifica dei risultati su Google.

Google per il tuo Marketing: la ciliegina sulla torta

Dopo una giornata tra i divertimenti andiamo tutti a fare un aperitivo su Google My Business, altro utile strumento messo in piedi da Mountain View. Ti permette di creare una pagina Business, con un profilo online per la tua azienda e rappresenta un ulteriore canale Google da sfruttare per il marketing della tua azienda!

Luigi Vargiu

Luigi Vargiu

Curioso. Tanto. Forse anche per questo ho scelto di essere imprenditore in un settore in continua evoluzione, sono infatti il CEO di Strogoff ed E-Commerce Strategist. Ho formazione liceale, una laurea in Economia e Commercio, vari corsi di alta formazione in campi trasversali e tanta voglia di imparare da chiunque io incontri. Amo il bello, canto, suono la chitarra e sto imparando a suonare il pianoforte. Ho una famiglia fantastica, che è la mia più grande fonte di consapevolezza e crescita.

Lascia un commento

Chiudi il menu

Newsletter

Non perdere nessun articolo, iscriviti adesso