fbpx

Google AdWords fai da te

Tempo di lettura: 3 min
articolo_google-fai-da-te

No, questo post non intende rivelarti chissà quali segretissimi trucchi dei migliori consulenti AdWords italiani. Non intende manco darti le basi per fare una decente campagna pubblicitaria sulla rete di ricerca di Google.

Sia chiaro, non perché non mi piaccia condividere quanto appreso in anni di studio, applicazione, problemi, soddisfazioni, ma perché vorrei aiutarti a capire il caso tuo e della tua Azienda, se per te è meglio gestire da solo le campagne pubblicitarie su AdWords oppure se è il caso di affidarti a un professionista.

Ah, nota a fine paragrafo, se sei a Cagliari o comunque in Sardegna perché non ne parliamo di persona? 🙂

 

Ma proseguiamo. Diciamo che Google ti ha mandato un coupon che promette di trasformare in 100 euro i primi 25 euro che investi su AdWords. E’ una buona offerta per provare il sistema, no? Basso rischio e magari arriva pure quache contatto. Già.

Però poi ti rendi conto che con i 25 € hai ottenuto 300 visite, 1 contatto e neanche una vendita. Pensi che sei sulla buona strada e quindi continui a investire, stavolta interamente di tasca, altri 100 euro. Magari continui anche ad aggiungere parole chiave perché, si sa, così c’è più probabilità che qualche persona interessata entri e compri. Arrivi ad aver speso 125 euro per 600 visite, 2 contatti e manco una vendita. Il prodotto che stai vendendo è magari un corso, diciamo del valore di 300 € e il tuo margine si assottiglia sempre più. Magari continunado a investire riesci a venderne uno, ma “sei fuori”, come direbbe Briatore in veste di Boss in “The Apprentice”.

Ho fatto un esempio tendenzioso e molto negativo, che però non si discosta molto da ciò che spesso mi riferiscono i miei clienti: provano a gestire le cose da sè, poi si rendono conto che serve troppo impegno e che forse stanno spendendo troppo quindi si fermano.

Scegliere un consulente AdWords, certificato o meno da Google, significa avere a fianco un professionista che non solo sa dove mettere le mani sulla piattaforma, che imbastisce account, campagne e gruppi di annunci, ma soprattutto significa che ti mette a disposizione la sua esperienza e conoscenza per far crescere il tuo business.

Un esempio: il settore della stampa sul web è molto inflazionato, e la competizione è incentrata esclusivamente sul prezzo. Un cliente mi ha esposto la sua idea e abbiamo lavorato insieme per affinarla. Poi ho progettato un sistema keyword – annuncio – landing page che produce almeno un nuovo contatto qualificato al giorno ad un costo per contatto ottimo per l’importo medio d’acquisto. Bello, ma non è finita. Per ridure il CPL (costo per lead, contatto qualificato) ho proposto di parlare di prezzi già negli annunci, ma la proposta mi è stata bocciata a favore di una modifica alla landing page (voluta interamente dal cliente) che ha invece portato un aumento del CPL, dato che la pagina riduceva a valle il numero di contatti, che però avevano già cliccato sugli annunci e quindi generato la spesa.
Ora andremo per la strada che avevo suggerito, of course.

Quindi il mio consiglio è: rivolgiti a un consulente Google AdWords, e se sei in Sardegna a maggior ragione rivolgiti a noi ;-),  ma valuta il suo approccio perché chiunque basi il proprio lavoro solo sul prezzo più basso non affiancherà il tuo business, non ti aiuterà a crescere, ma sarà soltanto un fornitore che farà il lavoro per cui è pagato.

Ah, le campagne AdWords fai da te vanno benissimo se il target è ristretto, la competizione pure, e se il CPL è accettabile rispetto a quanto porta un cliente acquisito 🙂

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print