fbpx

BLOG

Ecco tutte le novità di Facebook per il 2016

Novità 2016 Facebook
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Facebook nasce nel 2004 per riunire in un’unica piattaforma online tutti gli studenti dell’Università di Harvard, ma poi qualcosa sfugge di mano al suo fondatore, Mark Zuckerberg, e il piccolo database diventa il social network più usato al mondo.

Facebook oggi è un canale fondamentale per chi desidera connettersi con i propri amici e curare le relazioni sociali, ma anche per tutte le aziende che desiderano migliorare la visibilità, fare customer care e realizzare un piano di marketing di successo.

Zuckerberg negli ultimi anni ha saputo accontentare le esigenze di aziende e professionisti, offrendo la possibilità di fare campagne pubblicitarie super targetizzate e pagine business gratuite.

Ma le novità non sono finite, anzi: ecco cosa ti aspetta nel 2016 sia se usi il social come utente privato, sia che tu gestisca una pagina business.

Facebook: come cambia il tuo account privato?

La prima vera rivoluzione del profilo sarà il miglioramento dell’esperienza di navigazione da mobile, gli utenti vedranno cambiamenti soprattutto nell’app per smartphone.

L’obiettivo è rendere il profilo più interattivo, coinvolgente e completo. Per esempio, l’immagine profilo potrà essere sostituita da un video di massimo sette secondi. Questa piccola gif potrà essere caricata dallo smartphone e condivisa con i contatti.

Inoltre, sarà possibile impostare la foto profilo “a tempo” proprio come succede con le pubblicità di Facebook o come le foto legate a particolari campagne di sensibilizzazione: dalla strage di Parigi, ai diritti degli omosessuali.

La foto profilo, inoltre, non verrà più visualizzata a sinistra, ma al centro: questo per migliorare la user experience da mobile.

foto profilo Facebook centrata
Foto profilo Facebook centrata

Come si vede da questa immagine, gli utenti potranno poi inserire una descrizione persone di poche righe (massimo 101 font) e anche un piccolo album di fotografie.

Per migliorare l’engagement, Facebook ha deciso di archiviare il famoso “Condividi” per introdurre formule più attraenti come “Diffondi” o “Pubblicalo tu”.

Una delle maggiori novità è la possibilità per gli utenti di fare video in streaming, che attualmente è ristretta solo ai profili verificati dei personaggi famosi.

Parliamo ora del news feed che negli ultimi anni si è evoluto, cercando di aderire sempre di più ai gusti degli utenti. Facebook ha acquisito la Società Branch Media, che ha sviluppato un servizio che permette di migliorare i contenuti proposti in bacheca agli utenti.

Ora che la mole di informazioni generata da ogni account è enorme, il news feed è diventato saturo e per questo motivo è necessario filtrare con più attenzione le notizie.

Zuckerberg ha in mente un altro colpo grosso, già attivo in molti Paesi del mondo: si chiama Facebook At Work e ricorda molto il social professionale per antonomasia, LinkedIn. Su Facebook at work è possibile creare un profilo professionale, incentrato su formazione ed esperienze lavorative e creare una propria rete di collaboratori, per realizzare progetti e lavori.

Facebook si è ispirato ad un altro social network per implementare un nuovo modulo per gli utenti, chiamato Facebook Trending. Permetterà di conoscere gli argomenti più apprezzati e coinvolgenti del momento.

Diciamolo, è una rivisitazione dei trend di Twitter, che insieme agli hashtag (che su Facebook non vanno di moda) erano l’unico baluardo del social network concorrente.

Ma mentre le parole più ricorrenti nei tweet vengono mostrate in base al Paese, i trend di Facebook saranno personalizzati a seconda agli interessi dei singoli utenti. TAAAC!

sezione Trending di Facebook
La nuova sezione Trending di Facebook

Questa novità potrebbe essere anche un ottimo spunto per le aziende che su Facebook sono sempre alla ricerca degli argomenti più interessanti da condividere sulle loro pagine (se hai un profilo privato con la tua azienda, clicca qui).

A proposito del rapporto Facebook-aziende: vediamo ora quali sono le novità del 2016.

Novità 2016 su Facebook: tutte le novità per le Pagine!

Come diceva Picasso “Il mediocre copia, il genio ruba”, sarà per questo motivo che molte novità di Facebook sono palesemente ispirate ad altri siti famosi?

Parliamo, per esempio, del miglioramento di feedback e recensioni rilasciate dagli utenti alle pagine di ristoranti, hotel e strutture turistiche: ci ricorda un po’ Trivago o della nuova sezione per le pagine Business, dedicata alle domande e risposte, in pieno stile Yahoo Answer.

Ma la grande novità per noi che lavoriamo con Facebook Ads, verrà introdotta il 9 Aprire: al posto delle Sponsored Stories sarà implementato un nuovo sistema di annunci targetizzati secondo quattro parametri: località, dati demografia, comportamenti e interessi. Per ora non sono trapelate notizie più dettagliate, ma stay tuned!

Come se non bastasse, avremo il piacere di conoscere un nuovo algoritmo che avrà l’obiettivo di personalizzare ancora di più le notizie che scorrono nella news feed.

Nuovo algoritmo Facebook
Nuovo algoritmo Facebook

Si vedrà una maggiore quantità di notizie da parte dei contatti, piuttosto che delle pagine: l’obiettivo è filtrare l’enorme mole di informazioni condivise dalle aziende su Facebook e permettere agli utenti di visualizzare solo quelle veramente interessanti… o di quelli che investono maggiormente in pubblicità.

D’altronde ne ha ben donde: un rapporto pubblicato nel 2013 da Shareaholic mostra che Facebook è il re incondizionato dei referral social, seguito da Pinterest. Tre anni dopo la situazione non è cambiata.

Rapporto Shareaholic Social Media Referral nel 2013
Rapporto Shareaholic Social Media Referral nel 2013

Insomma, sembra che dopo il suo motore di ricerca interno, Facebook sia pronto a lasciarsi trasportare dal vento del cambiamento.

Noi, che gestiamo tante pagine e campagne su Facebook, abbiamo il compito di sfruttare questa brezza per far andare lontano gli e-commerce che seguiamo. Siete pronti a salpare insieme a noi?

Pronti a salpare

Vuoi migliorare il tuo business online?
Luigi Vargiu

Luigi Vargiu

Curioso. Tanto. Forse anche per questo ho scelto di essere imprenditore in un settore in continua evoluzione, sono infatti il CEO di Strogoff ed E-Commerce Strategist. Ho formazione liceale, una laurea in Economia e Commercio, vari corsi di alta formazione in campi trasversali e tanta voglia di imparare da chiunque io incontri. Amo il bello, canto, suono la chitarra e sto imparando a suonare il pianoforte. Ho una famiglia fantastica, che è la mia più grande fonte di consapevolezza e crescita.

Lascia un commento

IL METODO STROGOFF

Avviare un e-commerce richiede il coraggio e l’intraprendenza dell’imprenditore, ma anche la competenza e la professionalità di chi dovrà trasformare l’idea in realtà.

Per questo motivo abbiamo ideato un METODO che ci consente di analizzare la tua idea di business e di fornirti tutti gli strumenti per affrontare lo sviluppo digitale della tua azienda.

Chiudi il menu