fbpx

Creare opportunità di vendita con l’inbound marketing

Tempo di lettura: 4 min

opportunità dell'inbound marketing

Spesso l’inbound marketing è associato ad un magnete che, se avvicinato ad un oggetto, è in grado di attirarlo in modo naturale senza che opponga resistenza. A nostro avviso, assomiglia maggiormente ad un amico, quello che conosce i tuoi gusti alla perfezione, che sa come prenderti e che condivide con te i momenti più importanti della tua vita.

Ma come, può il MARKETING diventare così preciso, attento… umano? Noi pensiamo che sia possibile, eccome! Succede se viene fatto mettendo la persona al posto del cliente e anteponendo l’ascolto e l’analisi al bisogno di vendere e guadagnare a tutti i costi.

Solo così l’inbound diventa un ottimo magnete, ma prima c’è l’analisi, l’attenzione, l’empatia: elementi fondamentali per ogni azienda che desidera vendere!

Partiamo da questa consapevolezza per parlarti delle opportunità offerte da questo approccio umano, che anche noi (ça va sans dire) abbiamo adottato e che ci permette di lavorare con un metodo innovativo e capillare (integra marketing e vendite), più incentrato sul TU che sul NOI.

Analizza, intercetta, scopri, coinvolgi… tutte le opportunità dell’inbound marketing

Il Marketing è una materia in continua evoluzione, negli ultimi 20 anni è cambiato radicalmente!

Negli anni ’80 le campagne pubblicitarie erano guidate dal metodo tradizionale, venivano diffuse erano quelle trasmesse in tv, radio, stampa e altri mass media, ovvero mezzi di comunicazione di massa, che trasmettevano un unico messaggio ad una folla indistinta di spettatori che ricevevano in modo passivo, senza la possibilità di commentare o replicare. Al massimo si poteva cambiare canale o semplicemente non cedere alla pubblicità, quindi non acquistare il prodotto in promozione. 

Inoltre, i grandi risultati venivano portati a casa solo da chi se li poteva permettere: fare spot televisi e simili era dispendioso, perciò i grand brand dominavano il mercato, molto di più rispetto ad ora.

Con la nascita di Internet tutto cambia. Oggi anche i piccoli brand possono dialogare con i propri clienti e promuovere i propri prodotti usando tanti canali low cost come i social network, i blog e, perchè no, il proprio sito web . D’altra parte, il consumatore può intervenire in modo attivo attraverso recensioni e commenti, articoli, conversazioni e così via.

inbound vs outbound.png

Il consumatore oggi è molto più consapevole ed esigente, desidera un’offerta personalizzata, vuole un’azienda attenta alle proprie esigenze, più vicina, umana, amica.

Da qui nasce l’esigenza per le aziende di creare una strategia strettamente personalizzata: non basta diversificare il target ma, al suo interno, bisogna trovare le proprie buyer personas e creare per loro un percorso esperienziale (Buyer’s Journey) in modo da conquistarle per sempre.

buyers-journey.jpg

Ed è proprio qui che interviene l’Inbound Marketing, un’espressione coniata da Hubspot, prestigiosa azienda americana specializzata nello sviluppo di software d’avanguardia.

L’obiettivo dell’Inbound Marketing? Lo spiega Hubspot: “utilizzare il Marketing per fare in modo che siano i clienti a venire da te piuttosto che lottare per raggiungerli e catturarne l’attenzione.”

Per raggiungerlo occorre creare contenuti costruiti su misura per specifiche persone, quelle che potrebbero davvero trasformarsi in clienti fedeli. Ed è proprio come in una storia d’amore che l’azienda deve prodigarsi per corteggiare e conquistare il suo cliente-tipo come fosse l’anima gemella.

Ne vale la pena? Assolutamente sì! Basta seguire una precisa metodologia, suddivisa in diversi step, che integra marketing e vendite per raggiungere i successi prefissati. 

Perchè affidarsi all’Inbound Marketing?

 

I vantaggi sono diversi, desidero puntare la tua attenzione su una triade molto importante:

  • FOCALIZZARSI SU POTENZIALI CLIENTI DAVVERO INTERESSANTI. 
    trovando un proprio metodo di lavoro, ben lontano dall’essere cordiale ma distante. Tutt’altro: con un metodo in grado di orientare i lavori è più facile per le aziende dedicarsi maggiormente ai potenziali clienti, quelli davvero interessanti, scartando chi invece non rispecchia le proprie esigenze e aspettative.
  • RISPARMIARE TEMPO.
    Questa è la diretta conseguenza del primo punto. Quante volte ci capita di perdere tempo con il cliente sbagliato, quello che non si fida, quello piccolo, da pregare, rincorrere, aspettare? E poi magari si finisce con un pugno di mosche in mano. 
    Con questo metodo ci si dedica a chi davvero può portare risultati e successi in azienda. E poi lo dice anche il grande Marco Montemagno “bisogna puntare ai pesci grandi e non a quelli piccoli!”. 
  • CREARE RAPPORTI VERI DI FIDUCIA RECIPROCA.
    La fiducia è sicuramente il punto che mi sta più a cuore, quell’elemento che caratterizza le grandi aziende. Bene, con l’inbound è possibile lavorare sul rapporto con il cliente dall’inizio alla fine e questo non può che far bene a tutti, sia a chi vende che a chi acquista.

L‘Inbound Marketing ha davvero tanti altri vantaggi, e io ti consiglio di approfondire il discorso per scoprirli tutti e usarli efficacemente anche nella tua azienda.

Se vuoi conoscere tutte le opportunità offerte da Hubspot e la metodologia Inbound, contattaci! 

Comprendere, analizzare, progettare e mettere in pratica. Tante attività un solo obiettivo: vendere. Vuoi raggiungere con successo risultati reali? Fatti guidare: scopri subito cosa abbiamo pensato per te!

{{cta(‘8eb215df-6453-4db0-8b9e-b0fb44dac469’)}} 

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print