fbpx

BLOG

Cosa c’è da sapere sulla user experience di un sito web

User experience Amazon
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Cosa significa user experience ce lo dice Wikipedia:

Per esperienza d’uso (più nota come User Experience o UX) si intende ciò che una persona prova quando utilizza un prodotto, un sistema o un servizio. 

Wikipedia alcune volte è geniale nella sua semplicità. Soffermiamoci, per esempio, su un frammento di ciò che abbiamo appena letto “ciò che una persona prova“. Il verbo “provare” non è messo lì a caso, perché la user experience è una questione legata proprio alle sensazioni che un sito riesce a dare all’utente.

In particolare si parte dalla voglia di lanciare il portatile o il cellulare al muro all’istinto naturale di compilare un form o acquistare un prodotto, che arriva senza che l’utente se ne accorga.

Qual è la discriminante tra le due possibilità? Individuare un unico fattore è impossibile, infatti ciò che prova l’utente soddisfatto è il risultato di un lavoro complesso che riguarda diversi elementi che compongono un sito: la grafica, i testi, la struttura, ma anche la SEO (abbiamo già spiegato come questa sia legata alla user experience) e così via.

Come creare un’esperienza ottimale, sconfiggendo la paura di essere abbandonati dopo pochi click?

Prendiamo come esempio il marketplace più famoso al mondo: Amazon.

Analizziamo la sua home page cercando di trarre spunti e stimoli da applicare anche in un e-commerce più piccolo.

Amazon e user experience: un caso di successo

Parlare di User Experience significa anche riferirsi a casi reali, cercando di trovare nella pratica ciò che si è ripetuto nella teoria.

Chi meglio di un sito di successo riuscirebbe a mostrare nel dettaglio come si incuriosisce, coccola e conquista l’utente, un click dopo l’altro?

Per questo motivo abbiamo deciso di parlare di user experience usando come riferimento la home page di Amazon, che da sola può dare tanti spunti a chi vende online.

Questa piattaforma, lanciata da Jeff Bezos nel 1995, come un e-commerce di libri, in pochi anni si è evoluta fino a diventare oggi un punto di riferimento per clienti e merchant da tutto il mondo.

Amazon, per esempio, è stata tra le prime (insieme ad eBay) a puntare sui feedback e le recensioni degli utenti (grazie alle opinioni degli altri è più facile scegliere cosa acquistare), mettendo a disposizione di tutti prodotti di ogni tipo e trasformando il commercio online in un’abitudine.

Oggi Amazon detiene il primato tra tutti gli e-commerce e riesce a rinnovare il suo successo puntando anche ad una user experience eccezionale, attenta ai bisogni di ogni singolo utente.

Analizzare la sua Home Page ti darà sicuramente qualche spunto per migliorare anche il tuo negozio online!

Chi ben inizia è a metà dell’opera: Home Page di Amazon e user experience

Amazon è un enorme supermarket online, dove è possibile acquistare prodotti di ogni tipo, la prima sfida è perciò quella di non far perdere il visitatore, cercando di fargli trovare subito ciò di cui ha bisogno, e accompagnandolo dritto alla pagina carrello.

Amazon permette all’utente di orientarsi in diversi modi:

  • Propone un menù principale sintetico, improntato sulle necessità dei diversi utenti che entrano nella piattaforma: coloro che comprano e che vendono. Sparisce dunque il classico menù con le categorie, che in questo caso sarebbero infinite.
  • La suddivisione in categorie è relegata ad una piccola icona posizionata nella parte superiore e sinistra, che se viene cliccata porta ad una pagina dedicata esclusivamente a presentare categorie e sottocategorie.
  • Ma la cosa più importante è la barra di ricerca interna, usata da tanti utenti, che la preferiscono a quella di Google per reperire prodotti online.

Questa funzionalità è fondamentale per la user experience di ogni e-commerce, perché permette di cercare un prodotto dentro il negozio online, digitando il nome o una parola correlata. Per esempio, se si vuole comprare un libro ma non si ricorda il titolo è possibile rintracciarlo digitando il nome dell’autore.

Amazon user experience
Amazon user experience

Il primo consiglio è proprio quello di creare nel tuo e-commerce una barra di ricerca interna che aiuti gli utenti a trovare subito ciò di cui hanno bisogno. Ma Amazon fa di più: man mano che l’utente digita il nome del prodotto desiderato, il marketplace offre una serie di possibili soluzioni, anticipando la richiesta, proprio come succede con il Completamento Automatico di Google.

Questa funzionalità permette all’utente di trovare ancora più velocemente ciò che cerca e guadagnare tempo!

  • Dopo aver digitato il prodotto, per affinare la ricerca può anche selezionare una categoria in particolare, che su Amazon sono veramente tante.Si parla in questo caso di “ricerca per filtri” e permette al consumatore di orientarsi ancora meglio tra i diversi tipi di prodotti disponibili.

Ecco che arriva il secondo consiglio implicito da Amazon: implementa anche nel tuo e-commerce una ricerca per filtri. Lo puoi fare anche se hai Prestashop, installando e adattando un modulo tra i tanti disponibili.

Le potenzialità di “uno sguardo veloce”

Veniamo ora alla presentazione dei prodotti in home page. Su Amazon è possibile visualizzare i dettagli del prodotto in due modi: cliccando su “Voglio saperne di più” che permette ad una finestra pop-up di aprirsi e mostrare l’anteprima e gli elementi chiave dell’articolo (nome, prezzo, stelline) o accedendo direttamente alla scheda prodotto dettagliata.

Qualcuno potrebbe vedere questa mossa come inefficace, perché porterebbe l’utente a pensare e sfogliare tutte le finestre pop-up prima di comprare.

Ma quest’idea scanzonata non ci sembra così bislacca quando scopriamo che è condivisa da tanti altri e-commerce, tra i quali Zalando.

Anche nella famosa piattaforma di moda (che abbiamo già lodato altrove), basta cliccare su un prodotto per vedersi aprire un pop-up del tutto simile a quello di Amazon.

Zalando - dettagli prodotto
Zalando – dettagli prodotto

Cliccando poi su “Dettagli prodotto” si accede alla scheda prodotto vera e propria a cui siamo abituati!

Perché due e-commerce del calibro di Amazon e Zalando impiegherebbero la cosiddetta Quick view, una tecnica apparentemente controproducente? I vantaggi ci sono, eccome:

  • Le informazioni appaiono immediatamente: il pop-up è già pronto in memoria (c’è ma non si vede), cliccando sopra diventa visibile agli occhi, perciò non sono necessari tempi di caricamento;
  • Questo permette agli utenti di mettere il prodotto nel carrello subito, senza pensarci troppo;
  • Si può usare questa opzione per mostrare subito un prodotto scontato, prima di arrivare alla scheda prodotto;
  • Elimina i ripensamenti e la confusione: pochi dettagli e subito appare la call to action;
  • Permette di vedere subito la foto prodotto in alta qualità (quindi se vuoi davvero rendere efficace questa funzionalità lavora sulla nitidezza delle immagini).

Per approfondire l’argomento ti rimandiamo ad una interessante lettura in cui vengono analizzate diverse modalità di gestire le Quick view.

Insomma, dalla ricerca interna, ai filtri, fino alle nuove modalità di visualizzare il prodotto, Amazon come altri e-commerce, hanno tanto da insegnarti: occorre tenere gli occhi ben aperti e vivere anche lo shopping online come un momento formativo per il tuo e-commerce.

Il marketer non si rilassa mai, men che meno quando fa la spesa!

State listi, o per lo meno, trovate qualcuno che faccia il lavoro sporco per voi. Noi, per esempio, siamo bravissimi non rilassarci davanti agli e-commerce, cercando sempre nuovi stimoli e ispirazioni per i nostri clienti.

Vuoi metterci alla prova?

Ti offriamo il caffè e nel frattempo chiacchieriamo del tuo progetto.
Chiedici subito una consulenza per il tuo e-commerce!

Luigi Vargiu

Luigi Vargiu

Curioso. Tanto. Forse anche per questo ho scelto di essere imprenditore in un settore in continua evoluzione, sono infatti il CEO di Strogoff ed E-Commerce Strategist. Ho formazione liceale, una laurea in Economia e Commercio, vari corsi di alta formazione in campi trasversali e tanta voglia di imparare da chiunque io incontri. Amo il bello, canto, suono la chitarra e sto imparando a suonare il pianoforte. Ho una famiglia fantastica, che è la mia più grande fonte di consapevolezza e crescita.

Lascia un commento

Chiudi il menu

Newsletter

Non perdere nessun articolo, iscriviti adesso