fbpx

BLOG

Consigli pratici per vendere con Google Shopping

Vendere su Google Shopping
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Tutte le strade portano a Google, che tu debba fare cercare notizie, immagini, video o che abbia intenzione di aumentare le tue vendite online.

Mister G. ha una risposta a tutto e da qualche tempo ha esordito anche nel mondo dei comparatori di prezzo, proponendone uno suo e ottenendo subito un grande successo: Google Shopping è un servizio che mostra le schede prodotto già nei risultati di ricerca, accorciando la distanza tra il potenziale cliente e il prodotto da comprare online.

Ormai sono sempre di più i venditori che si affidano a questa strategia di marketing, tu cosa aspetti?

Ecco come usare Google Shopping!

Stop ai due di picche, conquista i tuoi clienti con Google Shopping

Google Shopping è una delle più recenti trovate di Google, molto utile per chi desidera aumentare le conversioni del proprio e-commerce.

Se, come dice Picasso, l’artista mediocre copia, il genio ruba, quella di Google ci sembra proprio una genialata: i comparatori di prezzo non sono una novità sul web ( se non sai di cosa si tratta, scoprilo qui) ma Google ne ha compreso le potenzialità e l’utilità per gli utenti, inserendoli tra i risultati di ricerca.

Per comprendere come funziona Google Shopping, leggi un articolo in cui abbiamo spiegato quali sono le sue caratteristiche.

Oggi facciamo un passo in avanti: ecco qualche suggerimento per migliorare la tua strategia di marketing su questa piattaforma.

Ma lo sapevi che con Google Shopping puoi…

Se il titolo di questo paragrafo ti ha incuriosito, chi siamo noi per non accontentarti?

Gli utenti che cercano un prodotto su Google hanno a disposizione solo un piccolo spazio per guardare i prodotti relativi a Google Shopping che si solito ne fa vedere al massimo sei o sette.

Perciò è abbastanza difficile comparire tra i risultati, considerando che concorrenza è sempre più agguerrita. Fortunatamente, però, si possono ottimizzare anche gli annunci di Google Shopping.

Il loro posizionamento è basato su tre fattori il CPC (Costo per Click), il budget e soprattutto il feed, cioè la completezza della scheda prodotto. Questo significa che, per aumentare le visualizzazioni della scheda prodotto, non è importante solo l’investimento ma anche la qualità della scheda prodotto.

Per renderla appetibile per Google e interessante per i tuoi potenziali clienti, devi concentrarti su alcuni aspetti:

  • Parole chiave pertinenti e specifiche.
    Le parole sono importanti e devi usarle per spiegare dettagliatamente le caratteristiche del prodotto.Cosa inserire tra “borsa bauletto in pelle Prada” e “borsa in pelle”? Sicuramente con la prima attireresti più traffico e conversioni. Contrariamente al motore di ricerca tradizionale non puoi visualizzare le parole chiave più gettonate per il tuo tipo di annuncio, ma puoi conoscere quali sono le query che hanno fatto atterrare gli utenti nella tua scheda e questo può aiutarti quando elabori il contenuto della tua pagina su Google Shopping.
  • Completezza delle informazioni per gli utenti.
    Il segreto è offrire tutte le informazioni rilevanti, che possano convincere l’utente ad acquistare da te il prodotto che sta cercando.
    Anche un piccolo dettaglio, per esempio una tasca interna presente nella famosa borsa, potrebbe influire sulle scelte d’acquisto.
  • Stai attento ai caratteri.
    Il numero delle lettere da inserire nell’annuncio è abbastanza limitato, in particolare tieni conto che il titolo deve essere costituito da 25 caratteri. In questo spazio deve rientrare il nome del prodotto e altri dettagli che potrebbero fare la differenza.Datti tempo e appunta qualche titolo prima di decidere quello definitivo. Puoi anche fare dei test cambiando a intervalli regolari il contenuto della tua scheda e monitorare l’andamento delle diverse versioni per comprendere quale è la migliore.

Seguendo i nostri consigli puoi migliorare le tue campagne su Google Shopping e rendere efficace il tuo investimento. Se sei poco esperto o hai ancora qualche dubbio sull’uso di questo strumento, siamo pronti a far decollare il tuo e-commerce: scopri il servizio sui comparatori di prezzo!

Vuoi migliorare il tuo business online?
Luigi Vargiu

Luigi Vargiu

Curioso. Tanto. Forse anche per questo ho scelto di essere imprenditore in un settore in continua evoluzione, sono infatti il CEO di Strogoff ed E-Commerce Strategist. Ho formazione liceale, una laurea in Economia e Commercio, vari corsi di alta formazione in campi trasversali e tanta voglia di imparare da chiunque io incontri. Amo il bello, canto, suono la chitarra e sto imparando a suonare il pianoforte. Ho una famiglia fantastica, che è la mia più grande fonte di consapevolezza e crescita.

Lascia un commento

IL METODO STROGOFF

Avviare un e-commerce richiede il coraggio e l’intraprendenza dell’imprenditore, ma anche la competenza e la professionalità di chi dovrà trasformare l’idea in realtà.

Per questo motivo abbiamo ideato un METODO che ci consente di analizzare la tua idea di business e di fornirti tutti gli strumenti per affrontare lo sviluppo digitale della tua azienda.

Chiudi il menu

Prima di andar via...

Grazie per aver letto in nostri contenuti, speriamo che ti siano piaciuti e soprattutto che ti siano utili!

Non perdiamoci di vista: iscriviti alla nostra newsletter, e riceverai novità e appunti sul commercio elettronico direttamente sulla tua e-mail preferita.