fbpx

Consigli pratici per l’importazione di prodotti su un ecommerce

Tempo di lettura: 3 min
Importare i prodotti su un ecommerce

Certo è importante discutere di SEO, blog e campagne Pay per Click. Tuttavia quando parliamo di e-commerce dobbiamo partire da un’informazione basilare che interessa molto chi vende: la gestione del catalogo online e di tutte le operazioni di logistica correlate.

Il venditore che si approccia al commercio elettronico ha l’esigenza di poter gestire la merce in modo pratico e sicuro, anche senza avere troppe conoscenze tecniche e senza perdere di vista informazioni chiave come il numero e le caratteristiche dei prodotti in catalogo, la loro disponibilità, la situazione degli ordini, articoli in riassortimento o non disponibili e così via.

La necessità è quella di perdere meno tempo possibile, ottenendo comunque un ottimo risultato.

Se sei approdato sul nostro blog probabilmente vorresti aprire un negozio online ma non ti è ben chiaro cosa succede dietro le quinte: ecco come funziona l’importazione dei prodotti sull’e-commerce.

Come si caricano i prodotti sull’e-commerce?

Questa è una domanda che lascia spazio a tante possibilità: esistono venditori che partono da zero e vogliono operare in modalità dropshipping, chi ha già un negozio fisico e ha bisogno di integrare il gestionale al sistema online oppure chi non usa software di questo tipo nel suo locale.

Per consigliare qual è la soluzione migliore per caricare i prodotti è necessario conoscere il progetto e le sue caratteristiche.

In via di massima esistono tre possibilità per importare i prodotti nell’e-commerce:

  1. Tramite un’integrazione tra software gestionale e piattaforma e-commerce. Molti venditori gestiscono il magazzino e le vendite tramite un software gestionale, che è possibile integrare all’e-commerce in modo da avere tutte le informazioni relative alle vendite e ai prodotti in una unica interfaccia. All’interno del gestionale è presente il database dei prodotti che vengono caricati sull’e-commerce tramite un’integrazione.Questo procedimento è il nucleo dell’interazione tra venditore e cliente, perciò i due strumenti devono essere compatibili, in modo che una volta collegati possano importare/esportare dati, aggiornare informazioni relative al magazzino. Piattaforme come Prestashop e Magento sono realizzate appositamente per vendere online e consentono di integrare diverse tipologie di gestionale: prima di operare ti consigliamo di verificare la loro compatibilità.

    Se già usi un software gestionale nel tuo negozio e vuoi integrarlo al tuo e-commerce noi possiamo aiutarti a farlo: scopri il nostro servizio!

  2. Se un venditore gestisce una quantità molto limitata di prodotti può decidere di caricare a mano le informazioni e usare l’interfaccia di amministrazione dell’e-commerce come il suo gestionale. A dire la verità, la possibilità di usare l’e-commerce come gestionale è data a tutti i venditori: per esempio molti preferiscono separare nettamente le attività online da quelle offline anche se noi consigliamo sempre un’integrazione tra CRM e CMS.
  3. I prodotti possono essere caricati su CMS tramite un file CSV, ovvero un file di testo da importare successivamente nell’e-commerce. In questo modo un catalogo viene creato da zero senza il bisogno di caricare manualmente ogni articolo. Questa è una ottima soluzione per chi ha un catalogo molto vasto e con tante categorie. Può essere usata anche da chi ha già un gestionale ma desidera comunque arricchire ulteriormente le informazioni dei prodotti online: è possibile esportare il file CSV dal gestionale, modificarlo e caricarlo online.

    Questo formato è il più usato per importare o esportare dati da o verso un sistema. Per questo motivo, non possiamo parlare di importazione di prodotti senza approfondire il discorso sul CSV.

Come importare i prodotti con un file CSV

CSV è l’acronimo di Comma Separated Value, un formato di file che permette di importare o esportare una serie di dati da un database a un qualunque file di testo.

Il CSV può essere aperto con un foglio di calcolo e contenere diverse righe e colonne: al loro interno si trovano i dati suddivisi per tipologia. All’interno del file i dati sono delimitati da appositi caratteri, come la virgola (infatti Comma Separated Value significa proprio “valori separati da virgola”) o altri caratteri univoci (punto e virgola, pipe, tabulazione).

Nel file di testo ogni singolo prodotto occupa una riga, che a sua volta viene suddivisa in colonne che indicano le singole caratteristiche dell’articolo: nome, marca, prezzo, numero di riferimento, disponibilità e così via.

Il file CSV si può realizzare con Excel, OpenOffice o altri programmi simili che permettono di creare e modificare un foglio di calcolo. Basta riempire il foglio con tutti i dati sui prodotti e salvarlo come un file CSV. Infine, questo documento viene caricato sul CMS: nascono così le schede prodotto!

Le informazioni che si possono impostare con questo metodo sono tantissime: anche il peso, il colore, la taglia e tutti i dettagli sul prodotto. Ma si può anche creare un database di nominativi per una strategia di lead generation.

Come ripetiamo sempre ai nostri clienti, l’e-commerce non deve essere il problema, ma la soluzione!

Vuoi avere maggiori informazioni sull’importazione dei prodotti? Vuoi integrare il tuo CRM all’e-commerce o sapere qual è la soluzione migliore per il tuo business?

Siamo pronti a risolvere tutti i tuoi dubbi e aiutarti a creare un sistema di gestione facile da usare e costruito su misura per te, ma soprattutto non ti molliamo: scopri cosa intendiamo per consulenza!

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print