fbpx

BLOG

E-commerce: i settori merceologici più redditizi

Ecommerce settori più redditizi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

L’e-commerce ha ormai inglobato praticamente tutti i settori merceologici: pensiamo ad Amazon, fondato nel 1994 per vendere libri online, oggi propone i prodotti più disparati, dagli iPhone ai sughi, fino ai gioielli e oggetti home-made.

Questo enorme supermercato digitale è lo specchio di come, negli anni, il commercio online abbia saputo evolversi abbracciando settori, che fino a poco tempo prima sembravano off limits: per esempio quello della salute e benessere!

Questo successo globale però rischia di far perdere il focus. Quando si parla di e-commerce non bisogna MAI fare di tutta l’erba un fascio e anche se, con una precisa analisi di mercato e un progetto completo, tutti possono vendere online, esistono comunque dei settori più fortunati di altri.

Ne parliamo proprio ora, vedendo quali sono le categorie merceologiche più promettenti: scopri se il settore in cui operi è tra i fortunati! 

Settori merceologici: quando l’e-commerce è più redditizio?

Quando parliamo di fatti, di crescita, di realtà in espansione non possiamo non citare i maggiori report del momento che scattano una fotografia ai vari ambiti dell’e-commerce. Vediamo cosa ci dicono i diversi studi sull’e-commerce pubblicati nel 2016.

Quello dell’Osservatorio dell’eCommerce presentato all’undicesima edizione del Netcomm eCommerce Forum è sicuramente uno dei Report più popolari e affidabili in Italia. Il Politecnico di Milano ha analizzato la situazione dell’e-commerce nel nostro Paese valutando che, negli ultimi 5 anni, il mercato online è quasi raddoppiato, arrivando a superare 19 Milioni nel 2016  ( + 17% rispetto allo scorso anno).

Dati dell'Osservatorio eCommerce B2C
Dati dell’Osservatorio eCommerce B2C

I settori tradizionali che hanno affermato il loro primato in questi anni sono:

  • Abbigliamento (+ 25%)
  • Elettronica (+ 22%)
  • Editoria (+ 16%)
  • Turismo (+ 11%)

Allo stesso tempo, ci sono dei comparti legati al Made in Italy che negli ultimi anni hanno avuto una importante ascesa. Ne segnaliamo due:

  • Food&Grocery ( + 29%)
  • Arredamento & Home Living ( + 39%)

Se pensiamo che fino a pochi anni fa stentavamo a comprare alimenti e beni di prima necessità su questi negozi online, ora proprio il settore alimentare si rivela fortunato. I consumatori, allo stesso tempo, sono sempre più attenti alla qualità dei prodotti: infatti negli ultimi mesi in Italia è aumentato del 21% il consumo di prodotti alimentari biologici. Quest’ultimo dato emerga del Salone Internazionale del Biologico e Naturale che si è svolto a Bologna.

Alimentazione biologica: vola l’e-commerce bio Made in Italy!

Durante il Salone di Bologna, la Coldiretti ha presentato uno studio sul consumo di prodotti bio. Da questo emerge che oltre 13 milioni di italiani portano in tavola un prodotto biologico almeno una volta a settimana.

Di pari passo, aumentano gli ettari coltivati con metodologia bio nel nostro Paese arrivando nel 2015 al record di 1,5 milioni ( + 8% di ettari rispetto al 2015). Inoltre, anche gli operatori agricoli hanno superato la media europea: l’Italia è il Paese Comunitario più produttivo sotto questo aspetto.

Ma quali sono i numeri di questo trend?

  • Negozi specializzati in alimenti bio ( + 15%)
  • Agriturismi bio ( + 13%)
  • Mense scolastiche che offrono prodotti bio ( + 12% )

Ma soprattutto, i negozi online di alimenti biologici sono aumentati del 71% negli ultimi 5 anni. In Rete oggi si contano in tutto 286 e-commerce alimentari.

Quali sono le ragioni della crescita? Vediamo perché sempre più persone scelgono di comprare su Internet.

E-commerce, scelgo TE!

Affidiamoci ora all’analisi di Nielsen per comprendere perché sono sempre di più gli italiani che si lasciano tentare dagli acquisti online.

Innanzitutto, gli utenti sono mossi dal fiuto per gli affari: su Internet è facile trovare lo stesso prodotto ad un prezzo inferiore rispetto al punto vendita. Infatti sono tanti coloro che, prima di recarsi in negozio, controllano lo stesso prodotto online valutando la differenza di prezzo.

showrooming
Showrooming

Un’altra esigenza è legata al tempo: se è vero che acquistare online significa attendere il corriere – a volte per giorni e giorni – è altrettanto vero che per comprare su Internet basta una manciata di click. Non occorre uscire ed entrare da un negozio alla ricerca di quel prodotto, perché online si trova di tutto e di più.

D’altra parte, esistono ancora dei freni inibitori che bloccano l’utente a concedersi ad un e-commerce:

  • L’impossibilità di toccare il prodotto con mano (nel caso dei freschi è impossibile bussare sui cocomeri),
  • La preoccupazione di non essere a casa quando arriva il corriere,
  • Il rifiuto delle spese di spedizione

Nonostante queste piccole reticenze, ormai il commercio elettronico è stato sdoganato anche nel nostro Paese e diventa una terra promessa degli imprenditori lungimiranti e competenti, esperti del proprio settore e molto curiosi del mondo digitale.

Ora tu avrai la testa piena di numeri e percentuali e ti starai chiedendo: ma perché mi hanno sommerso di cifre, questi di Strogoff? Beh, la risposta è semplice: analizzare le tendenze di mercato è uno dei passi fondamentali per la realizzazione di un piano di marketing e aprire o migliorare un e-commerce.

Senza analisi e pianificazione il tuo business non andrà lontano, a prescindere dal settore. Perciò, tieni d’occhio gli aggiornamenti e non perderti le novità del tuo comparto.

Tu dirai, come posso rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda un modo così complesso e stratificato come quello dell’e-commerce marketing? Facile: segui la nostra pagina Facebook, ti garantiamo 2 post al giorno per 7 giorni! 😉

Vuoi migliorare il tuo business online?
Luigi Vargiu

Luigi Vargiu

Curioso. Tanto. Forse anche per questo ho scelto di essere imprenditore in un settore in continua evoluzione, sono infatti il CEO di Strogoff ed E-Commerce Strategist. Ho formazione liceale, una laurea in Economia e Commercio, vari corsi di alta formazione in campi trasversali e tanta voglia di imparare da chiunque io incontri. Amo il bello, canto, suono la chitarra e sto imparando a suonare il pianoforte. Ho una famiglia fantastica, che è la mia più grande fonte di consapevolezza e crescita.

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. secondo me il food vedrà una grande ripresa nei prossimi anni

    1. Buongiorno Luca, questo settore è tra i pochi che ancora resistono all’avanzata dell’e-commerce, ma il trend è in crescita in tanti Paesi stranieri, quindi anche in Italia saranno sempre di più coloro che acquisteranno online alimenti, addirittura freschi! 🙂 Se vuoi approfondire l’argomento, abbiamo parlato del settore food online anche qui: http://bit.ly/2pLkmS1 Buona lettura! Claudia – Strogoff

Lascia un commento

IL METODO STROGOFF

Avviare un e-commerce richiede il coraggio e l’intraprendenza dell’imprenditore, ma anche la competenza e la professionalità di chi dovrà trasformare l’idea in realtà.

Per questo motivo abbiamo ideato un METODO che ci consente di analizzare la tua idea di business e di fornirti tutti gli strumenti per affrontare lo sviluppo digitale della tua azienda.

Chiudi il menu

Il Commercio è 4.0!

Grazie per aver letto in nostri contenuti, speriamo che ti siano piaciuti e soprattutto che ti siano utili!

Non perdiamoci di vista: iscriviti alla nostra newsletter, e riceverai novità e appunti sul commercio elettronico direttamente sulla tua e-mail preferita.