fbpx

BLOG

Come leggere e valutare un preventivo ecommerce

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

 valutare un preventivo e-commerce

Aprire un e-commerce: ti sei sempre domandato se fosse il caso, avevi dei dubbi sulle tue capacità imprenditoriali online, una leggera diffidenza per il web, non sapevi bene come muoverti, da dove iniziare. Ma ora hai deciso: vuoi vendere online e sei intenzionato a muovere i primi passi.

Bene, una delle prime cose da fare è cercare l’azienda che possa supportarti. Perciò devi, innanzitutto, richiedere un preventivo per la realizzazione del tuo negozio online. Vediamo quali sono gli elementi da valutare per scegliere l’azienda più adatta a te e raggiungere così i tuoi obiettivi aziendali.

Cosa chiedere in un preventivo? Partire con le idee chiare!

Che fai, hai già iniziato a comporre il numero della prima azienda di e-commerce marketing che hai trovato su Google, o ancora peggio hai chiamato al figlio dell’amico tuo, che conosce un programmatore…? Fermo lì, prima di chiedere un preventivo devi avere le idee chiare su ciò che ti serve davvero. 

Ci sono dei punti da chiarire prima di chiedere un preventivo o cercare un azienda. Sì, perchè i fornitori non sono tutti uguali, perciò devi partire dalla consapevolezza delle tue esigenze.

Ti consiglio di individuare il settore in cui vuoi operare, la tipologia di prodotto o servizio, B2B o B2C, il numero di prodotti che desideri inserire nel tuo catalogo, dove vuoi vendere (in Italia o all’estero), come spedisci, chi si occupa della logistica, e così via.

Potresti anche decidere di vendere in dropshipping, senza il bisogno di avere un negozio o un magazzino, per esempio.

Questi aspetti riguardano il tuo business e tu devi conoscerli alla perfezione per arrivare al fornitore del tuo e-commerce con le idee chiare, fare domande specifiche e individuare la persona migliore per te.

E se hai già un negozio fisico, hai anni di esperienza nel settore e hai partecipato a tante fiere… insomma se pensi di avere già in mano le risposte, non illuderti: il web ti cambia tutte le domande, è un mondo diverso da quello tradizionale. Non devi ragionare come faresti con il tuo punto vendita, ma iniziare da capo, studiare il mercato, il target e muoverti con uno spirito diverso.

charlie-brown-domande.jpg

Ma quali sono esattamente le domande da farti prima di chiedere un preventivo per il tuo e-commerce? Te ne ho parlato in un articolo precedente. Ti consiglio di leggerlo prima di proseguire, ti aiuterà a capire come muoverti! 

Preventivo per negozio online: gli aspetti importanti da valutare

Facciamo un altro passo in avanti. Ora hai individuato le aziende a cui chiedere il tuo preventivo, le hai cercate online oppure ti sei affidato al passaparola. E finalmente hai ricevuto le prime offerte commerciali. C’è chi ti ha chiesto maggiori informazioni, chi ha voluto incontrarti e chi, invece, ti ha inviato, una semplice lista della spesa. Bene, questi ultimi li eliminerei a priori. 

Perchè? Perchè un preventivo non è un semplice elenco di servizi con relativo tariffario, ma un vero e proprio PROGETTO PERSONALIZZATO basato sulle tue esigenze imprenditoriali. Ecco perchè, ancor prima di valutare il preventivo, devi comprendere chi si è relazionato con te in modo costruttivo e chi invece è interessato a farti firmare un contratto ed è pronto a servirti un pacchetto di servizi standard. 

Fidati di chi si palesa, di chi si interessa a te, di chi ti presenta un bel progetto motivando tutte le attività di marketing necessarie per il tuo sito e-commerce!

Vediamo quindi gli aspetti tecnici, ovvero legati al sito web, da valutare nel preventivo del tuo negozio online. 

Ma ricorda: un e-commerce non è solo un sito web, ma un progetto complesso che comprende la piattaforma e altre attività volte ad aumentare la visibilità del tuo negozio e incentivare l’acquisto dei tuoi clienti.

Un e-commerce è un progetto dove l’obiettivo finale è VENDERE. Tutto il resto è fuffa!

Ah, dimenticavo che…

False promesse, no grazie

Prima pagina di Google entro un mese? Fatturato di 20.000 € in sette settimane? Come ti abbiamo spiegato in un precedente articolo, in cui Filippo ti suggeriva come valutare un preventivo SEO, ora la situazione è simile, ma non riguarda solo l’ottimizzazione per i motori di ricerca, bensì tutto il tuo progetto. 

Quindi largo da chi ti promette mari e monti!

Preventivo-seo

Elementi tecnici da valutare nel preventivo per il tuo e-commerce

Vediamo ora gli elementi che devi considerare quando scegli il preventivo ideale per te.

  •  Il sito deve essere costruito per i clienti: usabile, bello graficamente, funzionale ai tuoi obiettivi.
  • Il sito deve essere costruito per te: devi essere in grado di gestire gli ordini e altri elementi in modo facile. E ricorda che tutti gli account e i domini registrati devono essere a nome tuo! 
  • Il sito deve essere SEO Friendly: deve essere ottimizzato per i motori di ricerca. Un e-commerce fantastico ma introvabile è come una Ferrari senza benzina. 
  • Tieni conto che ti servirà consulenza, assistenza professionale su più fronti (gestione del sito, gestione dei social, del blog, risoluzione problemi del sito…) e quindi hai bisogno di una squadra presente, che ti supporti in ogni fase del tuo progetto. Inoltre, accertati che nel preventivo siano dedicate delle ore alla Formazione!
  • Contenuti: non penserai di poterli fare da solo? Questi sono gli elementi principali del tuo sito web, quindi in un preventivo non possono mancare.
  • Schede prodotto: a proposito di contenuti, la realizzazione delle schede prodotto è fondamentale e devi inserirla nel tuo preventivo. A proposito, ti sei ricordato di dire quanti prodotti vendi? Da questi dipendono le singole schede.
  • Registrazione dell’Hosting e del dominio: controlla che venga fatta a tuo nome.
  • Spese di spedizione: quanto vuoi far spendere per ogni ordine? Sopra quale spesa le spese di spedizione diventano gratuite? Dove spedirai i tuoi prodotti, le spese cambiano? Le spese di spedizione dipenderanno dalla dimensione del prodotto, dal peso o saranno standard? Anche questo punto deve essere discusso e messo in chiaro da subito con chi ti farà il sito web.
  • Mobile Friendly: accertati che il tuo sito sia visibile anche su dispositivi mobili.
  • Piattaforma e software gestionale: se già usi un programma di questo tipo sappi che esistono piattaforme per e-commerce che possono integrarlo. Nel preventivo deve essere presente una voce che indichi l’integrazione tra i due sistemi. 

 Questi sono gli aspetti principali da valutare nel preventivo per un e-commerce. Quali sono gli altri? Non ti resta che contattarci per richiederci un preventivo… o meglio un PROGETTO dettagliato pensato per il tuo negozio online! 

Comprendere, analizzare, progettare e mettere in pratica. Tante attività un solo obiettivo: vendere. Vuoi raggiungere con successo risultati reali? Fatti guidare: scopri subito cosa abbiamo pensato per te.

{{cta(‘8eb215df-6453-4db0-8b9e-b0fb44dac469’)}}

Lascia un commento

Chiudi il menu

Newsletter

Non perdere nessun articolo, iscriviti adesso