Come aprire un e-commerce partendo da zero

Come aprire un e-commerce partendo da zero Conversioni, traffico, spese di spedizione: questi sono solo alcuni dei termini che ruotano intorno al mondo dell'e-commerce, una realtà in costante crescita e un'opportunità da cogliere se vuoi creare o espandere il tuo business. Questo sistema ha tanti vantaggi: è rapido, comodo e può essere sfruttato anche da chi non ha un negozio fisico. Se vuoi vendere online puoi farlo in due modi: aprire il tuo e-commerce o appoggiarti a grandi piattaforme come eBay o Amazon che mettono a disposizione spazi virtuali per chi desidera commerciare sul web i propri prodotti. Ecco come aprire un negozio online partendo da zero.

Prima il dovere: la burocrazia

Come per tutte le cose, se vuoi aprire un'attività e-commerce dovrai pensare prima al dovere, cioè seguire un procedimento burocratico per creare la tua società. Come per tutte le attività commerciali, anche per un negozio online è necessario non solo aprire una Partita IVA, ma inviare una comunicazione all'Agenzia delle Entrate e all'Inps e iscriverti alla Camera di Commercio e al SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) del tuo Comune. Ti consiglio di affiancarti ad un buon commercialista specializzato nel settore che ti affiancherà durante tutte le procedure. Se sei già socio o titolare di un'azienda sarà lui ad avvisare all'Agenzia delle Entrate l'apertura dell'e-commerce. Ricorda che per vendere online devi seguire la normativa italiana ed europea di cui abbiamo parlato in un precedente articolo. Dopo aver ottenuto la Partita Iva e creato la società potrai finalmente emettere le fatture. Ora ti serve uno spazio virtuale e un buon piano di marketing per mettere in vetrina i tuoi prodotti!

Aprire un e-commerce: gli aspetti tecnici

Ora viene il bello, la parte pratica: la scelta di una piattaforma e dei suoi contenuti, un catalogo di prodotti, dei metodi di pagamento e quelli di consegna. Ma andiamo con ordine.

La piattaforma per il tuo e-commerce

Puoi affidarti a diversi tipi di piattaforme: In questa fase, se non sei uno sviluppatore, ti consigliamo di affidarti ad una squadra di esperti nella creazione di siti web per le vendite online che ti possono indicare il sistema più adatto alle tue esigenze. Inoltre, ci sono diversi portali di vendita che permettono di aprire al loro interno degli virtuali rivolti ai singoli rivenditori. Questo tipo di piattaforme che raccolgono sono chiamate marketplace e possono essere di due tipi: I marketplace possono aiutare le conversioni del tuo e-commerce, aumentare i clienti e la tua affidabilità o essere un trampolino di lancio se ti avvicini al commercio online.

L'organizzazione del catalogo

Questa è una fase molto importante perchè arriva il momento di scegliere i prodotti da mettere in vendita dividendoli per categorie. Ricorda che i clienti devono trovare con facilità ciò che cercano. Ti consigliamo di inserire nell'e-ecommerce solo gli articoli che puoi realmente gestire, arricchendo ogni scheda prodotto con foto di qualità e descrizioni esaustive. Inoltre, ogni prodotto deve essere associato ad un codice che ti permette di identificarlo univocamente e non sbagliare con le spedizioni.

I metodi di pagamento

Se vuoi aprire un negozio online ed essere competitivo devi permettere di acquistare in diversi modi: bonifico bancario, carte prepagate, contrassegno alla consegna, ritiro nel punto vendita in contanti e PayPal. Gli e-commerce di solito accettano pagamenti con carte di credito tramite sistema di POS offerto dalle banche oppure con PayPal, un sistema sicuro pensato per le transazioni online. Non implementarlo significa tagliare fuori una grossa fetta di clienti, quindi anche se la procedura d'iscrizione ti sembra macchinosa o poco redditizia, ricorda che non puoi farne a meno e ti tornerà utile con la maggior parte dei tuoi utenti.

La consegna dell'ordine (sì anche quella)

Non penserai veramente che appena effettuata la transazione il tuo lavoro sia finito, vero? Potrai rilassarti solo quando l'ordine sarà tra le mani del tuo cliente ( a meno che quest'ultimo non chieda un rimborso o una sostituzione). Molti sottovalutano quest'ultima fase, ma la scelta del corriere è fondamentale per soddisfare i tuoi clienti e farli tornare sul tuo e-commerce; talmente importante che gli abbiamo dedicato un intero articolo.

I contenuti e la SEO

Il tuo negozio online ha un contenuto e un contenitore. Benissimo, ora ti devi preoccupare di renderli più interessanti e soprattutto rintracciabili sui motori di ricerca. Non ci stancheremo mai di ripetere quanto sia importante la SEO per gli e-commerce. Se costruisci il tuo sito web seguendo le regole di Google, potrai facilmente scalare i suoi risultati di ricerca e aumentare la visibilità online. Anche in questo caso è meglio affidarsi ad un esperto SEO Specialist.

Il marketing online e le campagne pubblicitarie

Il tuo e-commerce ha un solo obiettivo: vendere. Tutto deve contribuire alla conversione di un utente in cliente, per farlo devi creare un sito usabile, visibile e dedicare parte del tuo budget alle campagne pubblicitarie a pagamento: da AdWords a Bing Ads fino alla pubblicità social di Facebook Ads. Decidi preventivamente su quali canali intervenire e quante risorse investire per ognuno. Ricorda di aprire una pagina sui social media per promuovere la tua attività o utilizzare i tanti canali messi a disposizione dalla rete: profilo su Youtube, blog, forum di discussione etc. Hai messo le basi per il tuo e-commerce, ora devi impegnarti a realizzare al meglio ogni punto, da ognuno di questi dipende il tuo successo.  

Se vuoi affidare il lavoro ad una squadra specializzata in e-commerce marketing e conoscere quante risorse richiede il tuo progetto, chiedici un preventivo senza impegno: noi ci occupiamo proprio di questo!

 

40 risposte a “Come aprire un e-commerce partendo da zero”

  1. Zaira ha detto:

    Salve vorrei gentilmente un’informazione,mi piacerebbe tentare la strada del commercio online ma non ho la minima idea di come procedere e di come fare per la eventuale merce che dovrei vendere(ancora sinceramente sono incerta anche su che prodotto vendere in quanto non ho possibilità di aprire un negozio fisico)…in questa maniera come si deve procedere per vendere la merce?Grazie.

  2. Strogoff ha detto:

    Buongiorno Zaira,
    nel contesto dell’e-commerce, la merce (prodotti o servizi offerti) è fondamentale, direi che è la materia prima per avere un negozio online. Se tu non hai a disposizione un negozio o un magazzino puoi fare una società con chi ha già un’attività commerciale e magari preoccuparti tu della gestione dell’e-commerce. Le possibilità sono tante: per prima cosa ti consiglio di focalizzarti sul tipo di business che vuoi aprire e l’investimento che puoi fare sulla tua attività di vendita online, in seguito rivolgiti a degli esperti che possano trasformare in realtà il tuo progetto, ovvero guidarti nella creazione sia dell’e-commerce sia della strategia di marketing. Prima però cerca di capire cosa puoi vendere con competenza e sicurezza.
    Buon lavoro
    Team Strogoff

  3. Teresa ha detto:

    Salve, sono titolare di un negozio di oggettistica. Ho deciso di chiudere l’attività “in strada” per vendere esclusivamente online. Per fare ciò di cosa ho bisogno? Posso fare tutto da casa senza l’obbligo di avere un magazzino ed adibendo una camera di casa per lo svolgimento dell’attività? C’è da precisare che vivo in un appartamento in affitto (contratto di fitto stipulato con cedolare secca). Grazie

    • Claudia Pinna ha detto:

      Buongiorno Teresa, abbiamo notato che hai lasciato il tuo indirizzo e-mail: ti scriveremo per rispondere a tutte le tue domande. A presto, il team Strogoff

  4. Matteo Gentile ha detto:

    Buongiorno, a breve vorrei aprire anche io un e-commerce, il motivo che mi spinge a fare questo è il motivo di molti… I negozi non si trovano o sono cari o sono in zone non di passaggio, quindi si opta per la vendita online… Ma soprattutto si spera in un bacino di utenza, una clientela, in tutta Italia al posto dei soli abitanti di zona dove risiede il negozio. Un altro motivo molto importante è che io sono un webmaster/designer dove poi mi sono specializzato in webmarketing, quindi il vantaggio per me è doppio il risparmio del negozio (magazzini e uffici si trovano a costo inferiore rispetto ai negozi. E hai un luogo per poter contenere la merce da spedire e inscatolare) e il vantaggio di crearmi il sito e di fare tutto l iter di marketing da me. Quello che vi chiedo è un consiglio su come partire, visto che vorrei fare una prova tenendo la merce a casa e poi se si ingrana un piccolo ufficio o un magazzino o un box, vi chiedo per cominciare quanta quantità di merce devo tenere per partire? Non vorrei ritrovarmi a fare stoccaggi di merci e poi tenerla lì ad ammuffire, perché anche se io fossi il più bravo nel campo del web marketing il mio sito non se lo fila nessuno? Ancha agli occhi degli utenti finali che vanno a vedere la disponibilità dell’articolo e ne vedono poca o addirittura una come mi devo comportare in questo caso per partire cosa è meglio fare ? Non so se mi sono spiegato… Grazie a tutti… Matteo

    • Claudia Pinna ha detto:

      Ciao Matteo, grazie per averci contattati, per rispondere in modo preciso alla tua domanda avremmo bisogno di capire che tipo di prodotto vuoi vendere: molto dipende da questo! Per esempio, se metti in vendita degli alimenti non puoi avere troppi prodotti in magazzino perchè rischi che deperiscano. Lo stesso vale per prodotti troppo ingombranti, perchè probabilmente, a casa tua non avresti spazio a disposizione per grosse quantità di articoli. Se vuoi sperimentare, ti consigliamo di partire con una piccola quantità di articoli suddivisi in poche categorie e monitorare l’andamento delle vendite: in base alla risposta della clientela puoi decidere quanto e cosa riassortire. Tieni conto anche della stagionalità del prodotto: se vendi costumi da bagno, aspettati il picco di vendite nel periodo estivo. In alternativa puoi optare anche per il dropshipping! Insomma, le possibilità sono tante, ecco perchè a monte ci deve essere sempre uno studio e una pianificazione dettagliata di tutte le attività! Spero di averti aiutato, ti contatteremo privatamente per approfondire al meglio il tuo progetto. A presto, il team Strogoff

  5. Concetta Vitale ha detto:

    Salve , sarei interessata ad aprire un e-commerce per la vendita di prodotti di abbigliamento, nello specifico costumi da bagno.Non saprei proprio da dove partire non tanto per i prodotti (quelli saprei dove realizzarli) ma per il sito !Potete darmi qualche aiuto? Grazie

    • Claudia Pinna ha detto:

      Buongiorno Concetta, se desideri intraprendere questa strada il nostro consiglio è quello di pianificare nel dettaglio non solo la realizzazione del sito di vendita, ma anche tutte le attività legate al marketing. I costumi da bagno sono un prodotto legato alla stagione, per tale motivo ti consigliamo di muovere i primi passi parecchi mesi prima dell’estate, in modo da arrivare preparata ai mesi di maggio-giugno, periodo in cui c’è il picco di ricerche online e relative vendite. Per approfondire l’argomento e darti ulteriori consigli ti inviamo un’e-mail all’indirizzo che ci hai lasciato. Buona giornata. Claudia

  6. Liliana Arturi ha detto:

    Buonasera, io e una mia amica avevamo intenzione di aprire un ecommerce di abbigliamento e accessori, non siamo pratiche e ovviamente siamo in cerca di consulenza. Attendo una mail, se possibile, per parlarne privatamente. Grazie dell’attenzione Saluti

    • Claudia Pinna ha detto:

      Buongiorno Liliana, grazie per averci contattati. Oggi la vendita di abbigliamento e accessori è tra le più diffuse, perciò serve una strategia competitiva e studiata nel dettaglio: per approfondire privatamente il discorso ti inviamo un’e-mail come da te richiesto. Un nostro consulente ti contatterà per darti tutto il supporto di cui hai bisogno. A presto, Claudia

  7. Salvatore ha detto:

    Salve, vorrei intraprendere la strada dell’e-commerce vendendo articoli sportivi firmati come scarpe tute e quanto altro, però vorrei prima provarci con poca merce. Potreste darmi qualche conisglio su come iniziare e da dove partire. Grazie Cordiali saluti Salvatore

    • Claudia Pinna ha detto:

      Buongiorno Salvatore, complimenti: vedo che hai già le idee chiare sul tipo di prodotto. Benissimo, questo è già un buon punto di partenza perchè sicuramente hai una visione chiara del tipo di persona a cui vuoi rivolgerti. Se non è così, il mio consiglio è proprio questo: inquadra bene chi potrebbe comprare i tuoi prodotti e scegli di conseguenza da quanti e quali articoli partire. Se non hai a disposizione molto spazio per tenere la merce puoi anche affidarti al dropshipping e incrementare i prodotti nel tuo catalogo. Dopo ti servirà una piattaforma e un piano di marketing strutturato: passi fondamentali di cui vorremmo parlarti privatamente. Perciò al più presto un nostro consulente ti scriverà via e-mail ricca di informazioni che ti aiuteranno a partire con il tuo negozio online. Ti auguro buona giornata, a presto. Claudia – Team Strogoff

  8. remo d'alessandri ha detto:

    chiudo il mio beershop,mi piacerebbe continuare a servire i miei clienti,anche solo della mia citta’ ,aosta,come posso strutturare una vendita online? grazie

    • Claudia Pinna ha detto:

      Buongiorno Remo, l’idea di rimanere in contatto con i tuoi clienti abituali è alla base di una buona strategia di marketing e quindi è molto buona. Ma cosa ne diresti di espandere la tua clientela? Bene, con un e-commerce puoi farlo, ma ci sono precisi accorgimenti da avere, soprattutto se vendi bevande alcoliche. Per questo motivo al più presto un nostro consulente ti invierà informazioni importanti per vendere online all’indirizzo e-mail che ci hai lasciato. Nel frattempo ti auguro di proseguire al meglio con la tua attività di vendita. Sono sicura che andrà alla grande. 🙂 Buona giornata Claudia – Team Strogoff

  9. Paolo ha detto:

    Buonasera voglio aprire un e-commerce per vendere prodotti in legno. Potete darmi qualche consiglio per iniziare in quanto ho solo una minima conoscenza del pc. Ringrazio in anticipo per la vostra attenzione e aiuto. A presto

    • Claudia Pinna ha detto:

      Buongiorno Paolo, grazie per averci contattati. Complimenti per la scelta del prodotto: oggi i manufatti hanno un discreto successo online, tuttavia la concorrenza è abbastanza alta e per emergere occorre un progetto di marketing dettagliato che preveda ogni mossa. Anche se hai una scarsa conoscenza del mondo dell’e-commerce non preoccuparti, possiamo supportarti in ogni fase: un nostro consulente ti invierà al più presto maggiori informazioni all’indirizzo e-mail che ci hai comunicato. Ti auguriamo una buona giornata, Claudia- team Strogoff

  10. Enrico Cappellaro ha detto:

    Buongiorno, vorrei aprire un sito di E-Commerce per commercializzare prodotti principalmente in legno come lampade e tavoli ma anche, in piccola parte, fatti con l’acciaio e materiali da riciclare, sempre comunque oggetti di arredamento per la casa/ufficio. Avendo trovato molto riscontro positivo all’estero principalmente est Europa e Germania, mi sarebbe venuta questa idea di aprire questo sito, ma dato le mie scarse competenze nel linguaggio Html e in informatica in generale, non ho alba di come iniziare nonostante avendo visto e incominciato a utilizzare demo di siti gratuiti per l’E-Commerce. Ovviamente incomincerei con poca merce, giusto per vedere come potrà essere l’andamento del sito e della domanda, quindi vi chiederei dei consigli su come fare ad aprirlo e anche ai relativi costi (anche per farlo realizzare da professionisti nel settore). Grazie mille in anticipo per la risposta! buona giornata.

    • Claudia Pinna ha detto:

      Buongiorno Enrico, per realizzare un e-commerce non è obbligatorio essere dei professionisti del linguaggio Html o dell’e-commerce marketing… sennò noi che ci stiamo a fare? 🙂 Ma è fondamentale essere padroni del proprio progetto e penso che tu sia sulla buonissima strada. Per comprendere meglio di cosa hai bisogno e per chiarire i tuoi dubbi in merito, il nostro consulente commerciale Matteo ti invierà un’e-mail all’indirizzo che ci hai segnalato. Ti ringrazio per averci contattati e ti auguro il meglio per i tuoi progetti imprenditoriali. Claudia – Strogoff

  11. Vincenzo Raimondi ha detto:

    Buongiorno, Ho preso dei contatti con un fornitore cinese. Ma mi manca tutto il resto. Creazione dell’attività, creazione del sito, burocrazia.! Help me

    • Claudia Pinna ha detto:

      Buongiorno Vincenzo, se abbiamo capito bene, hai già una buona base su cui lavorare, ora ti serve una piattaforma funzionante e un piano di e-commerce marketing che ti aiuti ad aumentare visibilità e vendite. Insomma, c’è tanta strada da fare, ma non preoccuparti, dopo aver definito gli obiettivi ti sarà più facile percorrerla. Noi ti offriamo tutto il nostro supporto: il nostro consulente commerciale ti invierà un’e-mail all’indirizzo che ci hai segnalato con alcune risorse utili per iniziare il tuo progetto. Buon lavoro, Claudia – Strogoff

  12. stefania ha detto:

    salve, vorrei iniziare a vedere on line i prodotti alimentari di una ditta che sta nascendo da poco. come dovrei muovermi? premetto che non ho la possibilità di aprire una sede (negozio) dati gli alti costi delle utenze e degli affitti nella mia zona grazie mille

    • Claudia Pinna ha detto:

      Ciao Stefania, grazie a te per aver visitato il nostro blog! Sono lieto di aiutarti a risolvere il problema. Ti contatterò via email per approfondire insieme.

  13. Valda De Virgilio ha detto:

    Salve ho letto i commenti precedenti ma non ho capito una cosa per aprire una e commerce ci vuole un capitale?

    • Claudia Pinna ha detto:

      Buongiorno Valda, l’e-commerce funziona un po’ come un’automobile: tu puoi averla ma per farla camminare devi investire in carburante e altre attività. Lo stesso vale per l’e-commerce: puoi anche avere solo il sito di vendita online (che per essere un minimo professionale ha bisogno comunque di una spesa iniziale) ma per farlo crescere devi investire. Quindi, a mio parere la risposta è sì, serve un capitale iniziale, soprattutto se non sei un’esperta di computer e simili. Poi il capitale da investire dipende da tanti fattori. A tal proposito, il nostro consulente commerciale ti offrirà supporto per approfondire la questione. Buona giornata, Claudia

  14. Christian ha detto:

    Buongiorno, vorrei aprire un e comemerce di abbigliamento e accessori, in particolare alcuni marchi molto in voga ora, definiti da alcuni streetwear/underground Consigli su come iniziare ? Possibile spesa iniziale ? e come avere i diritti di vendere un determinato brand ? Grazie anticipatamente

    • Claudia Pinna ha detto:

      Buongiorno Christian, ti consiglio di contattare ogni brand che hai individuato e richiedere quali sono le condizioni per diventare rivenditore autorizzato. Solitamente è necessario avere una licenza commerciale e un negozio (anche online). Per quanto riguarda il costo dell’e-commerce, questo può variare in base a diversi aspetti (per esempio il numero di prodotti che intendi inserire nel tuo catalogo). Matteo, il nostro consulente commerciale ti scriverà via e-mail per approfondire il discorso. Ti ringrazio per averci contattati e ti auguro una felice giornata. Claudia – Strogoff

  15. Lina ha detto:

    Buongiorno, sto valutando l’idea di aprire un e-commerce di prodotti beauty e cosmesi bio. Attualmente lavoro come social media e content manager in una’azienda (Mi occupo anche di siti in wordpress e SEO) ma vorrei dare un boost alla mia carriera mettendo su qualcosa di mio. Ho un budget da investire, ma non ho idea da dove iniziare (se non nel progettare graficamente e tecnicamente il sito). Ho meno di 35 anni, c’è qualche agevolazione fiscale che potrei utilizzare? Come scegliere le aziende partner di cui rivendere i prodotti? Come stabilire un accordo con un corriere per la questione consegne? Lina

    • Francesca Pinna ha detto:

      Buongiorno Lina, grazie per averci contattati e complimenti per la tua scelta: avviare un’attività di vendita è impegnativo ma molto stimolante. Detto ciò, cerchiamo di rispondere alle tue domande sul mondo dell’e-commerce. Visto che hai trovato il tuo settore, il nostro consiglio è quello di eseguire un’analisi che ti permetta di capire, in base anche al tuo budget, quali e quanti prodotti proporre al cliente finale, tenendo conto della domanda e dell’offerta già presente online. Per quanto riguarda il reperimento di fornitori il nostro consiglio è quello di eseguire una ricerca online e scegliere i più affidabili e credibili, senza dimenticare tempi di approvvigionamento e tariffe. Online trovi diversi database utili per questa ricerca, noi ti segnaliamo Europages.it. Invece, per quanto riguarda le agevolazioni circa l’avvio di nuove imprese puoi dare uno sguardo al sito di Invitalia valutando anche requisiti richiesti. Infine, se desideri avere maggiori informazioni sulla scelta del corriere, puoi valutare il nostro servizio sulla Scelta del supporto logistico. Speriamo di averti aiutato. Buona giornata dal team Strogoff

  16. Monica ha detto:

    Buonasera
    Dopo 20 anni di retail ho finalmente deciso che voglio aprire una attività mia.
    Ho sempre lavorato in retail però il ecommerce mi ha suscitato interesse visto che il 2011 sono stata in Giappone e ho lavorato affianco e visto il successo che ha in Asia.
    In Italia vedo adesso che potrà funzionare avrò bisogno di appoggio su come iniziare la struttura vorrei vendere abbigliamento e acessorie inizialmente il modo dove provengo e che conosco bene.
    Avrò bisogno di aiuto su la piattaforma online più giusta per iniziare la mia attività a metà di questo 2018.
    Grazie monica Santos

    • Francesca Pinna ha detto:

      Buongiorno Monica,
      grazie per averci contattati. Il nostro commerciale ti contatterà via e-mail quanto prima per rispondere alle tue domande e fornirti l’assistenza di cui hai bisogno. Buona giornata. Maria Francesca Pinna – Strogoff

  17. giuli ha detto:

    Salve io vorrei aprire un negozio online di action figures, x ora di 3/4 personaggi di anime diversi. Ma per partire avrei bisogno di una grossa quantitá per forza? Non vorrei avere poi tutta la merce sulle mie spalle È possbile avere una finestra anche su aliexpress oppure devo per forza appoggiarmi ad amazon e ebay? Io ho giá un magazzino..E per avere un sito come funziona? Quanto costa e come si fa la pubblicitá? Potreste rispondermi via mail? Grazie

    • Francesca Pinna ha detto:

      Buongiorno Giuliana, cerchiamo di rispondere alle tue domande sperando di aiutare altri utenti che hanno gli stessi dubbi. Innanzitutto, avviare un e-commerce di proprietà è un’operazione differente rispetto a quella di avere un negozio su un marketplace come Amazon o Alibaba. Per comprendere qual è il canale ideale per te ti consigliamo di realizzare un business plan intercettando i tuoi obiettivi, il budget, il mercato a cui vuoi rivolgerti e altri elementi importanti. Ti aiuterà a capire meglio di cosa hai bisogno. Avviare un negozio su Alibaba è un po’ più complicato rispetto ad Amazon, puoi trovare i requisiti necessari nei servizi elencati nella Home Page del marketplace. Infine, ti confermiamo che, per avviare un’attività di vendita online, non sono necessari grandi numeri: si può partire anche con pochi prodotti per testare le opportunità del mercato e in seguito ampliare il catalogo. Per iniziare potresti usare WordPress e il suo plugin Woocommerce che è molto facile da installare e gestire. Speriamo di averti aiutato. Per ogni esigenza e per una consulenza più approfondita non esitare a contattarci. Buona giornata. Francesca – Team Strogoff

  18. Salvatore ha detto:

    Salve vorrei avete informazioni sui costi per creare un sito per l’e-commerce e sviluppare il marketing. Grazie.

  19. Francesca Pinna ha detto:

    Buongiorno Salvatore,
    puoi inviarci una e-mail all’indirizzo info@strogoff.it? Descrivici il tuo progetto e ti proporremo la nostra offerta per la tua strategia di e-commerce marketing. Buona giornata. Francesca – Strogoff

  20. Renata Ceron ha detto:

    Vorrei delle informazioni riguardanti costi e organizzazione per aprire un e-commerce senza negozio fisico. Ho gia una partita iva e iscrizione all inps come libero professionista allestisco vetrine stand e show room di arredamento come servizio, mi piacerebbe oltre a dare il servizio di consulenza, vendere complementi e oggettistica d arredo e di design, mi date delle idee per realizzare?

  21. Strogoff ha detto:

    Buongiorno Renata,
    il primo consiglio è quello di individuare e scegliere i fornitori del tuo negozio in modo da sapere subito quanti e quali prodotti inserirai o prevedi di integrare in futuro. L’analisi di mercato e la realizzazione di un business plan ti aiuteranno anche a valutare il budget e le attività di marketing da attuare. Se desideri supporto e consulenza nella realizzazione di una strategia di e-commerce marketing scrivici a info@strogoff.it descrivendoci il tuo progetto. Ti aspettiamo. Buona giornata. Francesca – Strogoff

  22. Gabriele ha detto:

    Salve,
    Gradirei ricevere informazioni su come aprire un e-commerce per la vendita di abbigliamento e accessori di alta moda, nuovi e usati.
    Non ho un magazzino e preferirei affidare la vendita/spedizione a siti di terze parti, tipo affiliazioni, e la transazione tra utenti privati per la vendita dell’usato (tipo eBay)

    • Francesca Pinna ha detto:

      Buongiorno Gabriele,
      grazie per averci contattati. Se desideri vendere online senza magazzino e affidarti a terze parti potresti ricorrere al dropshipping, di cui abbiamo parlato in un articolo. Inoltre, creare un sito web in cui gli utenti eseguono transazioni private è un progetto che richiede un lavoro aggiuntivo, per tanto ti consigliamo di procedere per step e ti invitiamo a stendere un business plan per individuare esattamente le risorse e il budget necessario per avviare il tuo e-commerce. Non dimenticare di individuare i fornitori giusti, in questo caso potrebbe interessarti un articolo dedicato a Buy2Bee, un e-commerce B&B del settore moda. Speriamo che i nostri consigli di lettura ti aiuteranno a chiarire le idee. Se hai ulteriori dubbi non esitare a contattarci. Buona giornata. Francesca – Strogoff

  23. Roberto ha detto:

    Buonasera, sono interessato a vendere in dropshipping prodotti esposti dai vari fornitori di amazon ,sul mio negozio ebay, ci sono software che permettono di sincronizzare i due marketplace?
    Grazie per la risposta.

    • Francesca Pinna ha detto:

      Buongiorno Roberto, sì esistono diversi software, come eDock e Maxpho, che permettono di sincronizzare il magazzino sui marketplace. Per visualizzare la funzionalità che ti serve ti consiglio di leggere i servizi sui loro siti web ufficiali. Buona giornata. Francesca – Strogoff

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *