fbpx

Aumentare la visibilità di un e-commerce attraverso Google

Tempo di lettura: 4 min

google-visibilita.jpg 

Col 90% degli utenti online attivi quotidianamente, Google è da anni la vetrina più importante anche per chi possiede un e-commerce e vuole aumentare la propria visibilità. Ma quali sono i modi per essere “presenti” tra i risultati di ricerca? Fare SEO non è l’unica opzione, vediamo gli altri servizi messi a disposizione dal motore.

Essere visibili su Google: non solo SEO…

Per capire quali sono i vantaggi di Google, basta dare un’occhiata ad una SERP (Search Engine Results Page), ovvero la pagina dei risultati di ricerca. 

Se cerchiamo un prodotto come “scarpe rosse Adidas” ci appaiono diversi tipi di risultato:

  • Risultati Organici, dati dall’ottimizzazione SEO di una pagina web;
  • Risultati a Pagamento, che possono essere dati da un annuncio AdWords o, anche, da Google Shopping.

scarpe-rosse-adidas.jpg

Se, invece, cerchiamo una “pizzeria a Roma” probabilmente, accanto a quelli già elencati, ci appare anche la cartina con i diversi punti geografici in cui sono posizionate le pizzerie della Capitale.

Ecco un esempio:

pizzeria-roma.jpg

Come vedi sono tante le possibilità di essere visibili su Google, analizziamo nel dettaglio i diversi servizi!

Google AdWords, raggiungere i clienti con il Pay Per Click

Google AdWords è un programma che consente di impostare e pubblicare campagne pubblicitarie sottoforma di testo, immagine e video. Gli annunci sono pubblicati sia in Serp, sia all’interno dei siti partner, come Youtube. 

Rispetto all’ottimizzazione SEO che permette ad un sito web di scalare i risultati di ricerca organici in modo gratuito, AdWords è un servizio a pagamento. Questa è la prima, grande differenza tra il Pay Per Click e la SEO. Ma quando si preferisce l’una a l’altra?

La SEO rappresenta un’insieme di attività da effettuare dentro e fuori un sito web e gli permette di raggiungere un buon posizionamento nel tempo: a volte è necessario aspettare anche più di 12 mesi per vedere una pagina posizionata nelle prime posizioni della SERP. 

Gli annunci AdWords, al contrario, consentono ad una pagina di essere visibile fin dalla pubblicazione del’annuncio. La posizione all’interno della SERP dipende dal punteggio di qualità dato da Google, ma permette in ogni caso all’annuncio di apparire in seguito a ricerche specifiche. 

Va da sè, che un annuncio AdWords ha un effetto immediato, al contrario un’attività SEO impiega di più a dare i suoi frutti: il tempo impiegato è maggiore se la Keyword per la quale è ottimizzata una pagina è più generale e competitiva.

Quando usare AdWords? Ti consiglio di affidarti ad un esperto consulente per realizzare i tuoi annunci online, in particolare quando desideri dare una scossa alla visibilità delle tue pagine web, per esempio in concomitanza dei Saldi oppure quando organizzi un evento o vuoi lanciare un prodotto.

Questi eventi hanno una precisa data di inizio e può essere utile puntare su una campagna Pay Per Click per essere sicuri di apparire entro una certa data. 

AdWords è un’ottima soluzione se desideri raggiungere ottimi risultati nel breve tempo, ma niente ti vieta di affiancare una campagna PPC ad una buona strategia SEO.

Insieme le tue attività lavorano molto bene e si aiutano a vicenda per migliorare la visibilità delle tue pagine web.

Come ti abbiamo accennato prima, esiste un altro servizio su cui puntare se desideri aumentare la visibilità del tuo e-commerce: parliamo di Google Shopping

 

Google Shopping, punta sul prezzo vantaggioso per aumentare la visibilità 

Se desideri promuovere il tuo e-commerce, esiste uno strumento che non puoi sottovalutare: il comparatore di prezzi ufficiale di Google!

Questo servizio ti consente di apparire in SERP quando l’utente cerca un prodotto e soprattutto il suo prezzo. Va da sè, che se la tua pagina prodotto è particolarmente efficace e ben strutturata e se le tue tariffe sono vantaggiose, Google Shopping potrebbe stimolare le vendite online del tuo e-commerce.

Per iniziare a usare questa piattaforma, devi collegare il tuo account AdWords (sì, quello che già usi per gli annunci PPC) al Merchant Center. 

Attenzione però, AdWords e Google Shopping non sono uguali: hanno due obiettivi differenti. Il primo ti permette di pubblicare una campagna pubblicitaria per convogliare il traffico verso una particolare pagina web, solitamente una landing page, per aumentare le conversioni del tuo e-commerce. Il secondo, puntare direttamente al prezzo dei tuoi prodotti, quindi punta ad una pagina prodotto. 

Qual è il miglior servizio?

Puoi scegliere di dedicarti unicamente ad una ottimizzazione SEO, cosa che ti consiglio di fare in ogni caso, se possiedi un e-commerce. Per scoprire i vantaggi di un’ottimizzazione SEO, leggi un articolo precedente. 

Se poi desideri dare un’impennata ad un prodotto in particolare, ad un evento, ad uno sconto e così via, sfrutta l’immediatezza di un annuncio AdWords.

Se, infine, hai pagine prodotto particolarmente potenti e puoi vantare prezzi al di sotto della media, punta su Google Shopping.

Niente di vieta di integrare tutti i servizi elencati all’interno del tuo piano di marketing: integrali perfettamente tra loro, cercando di capire su quali pagine puntare e perchè.

Con il tempo, se hai lavorato correttamente, potrai recuperare il capitale investito e aumentare le conversioni del tuo e-commerce.

Vuoi capire come costruire il tuo piano di marketing, puntando su una strategia SEO competitiva da affiancare ad altre attività? Allora, chiedici subito una consulenza per il tuo e-commerce e aumenta la tua visibilità su Google! 

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print