fbpx

BLOG

Aprire un negozio online con poco budget, quando è possibile?

aprire negozio online
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Spesso mi capita che le persone mi contattino per avere suggerimenti su come aprire un negozio online. Una delle domande più comuni che mi rivolgono è questa: è possibile avviare un’attività su internet investendo poco budget?

La risposta è sì, ma occorre avere la giusta dose di competenza e una buona strategia. La storia del successo del brand Hawkers dimostra che si possono guadagnare milioni di dollari investendo poche centinaia di euro.

Come aprire un negozio online milionario investendo 300 dollari

4  giovani imprenditori ci sono riusciti vendendo occhiali da sole, il cui prezzo medio di vendita era inferiore ai 50 dollari.

Iñaki Soriano, Pablo Sánchez e i fratelli Alejandro e David Moreno, sono i protagonisti di questa incredibile case history. Nel 2012 decisero di avviare la propria attività online. Fondarono Saldum, un’applicazione grazie alla quale vendere articoli di seconda mano, partendo dal bagaglio di conoscenza personale, dal proprio know how. Tutti infatti avevano maturato esperienza digitale in vari settori, dalla programmazione, alla progettazione grafica fino al business management.

Tuttavia il loro business faticò a decollare e dopo un anno e mezzo di duro lavoro, i volumi di vendita rimanevano bassi. Fu la loro fortuna.

Per mandare avanti la loro attività i 4 fondatori avevamo bisogno di soldi da investire in pubblicità, in modo da ottenere nuovi utenti che si fossero iscritti al loro portale. Pertanto cercarono altre fonti di reddito e iniziarono a sviluppare negozi sul web per conto dei loro clienti.

In breve tempo si accorsero delle grandi possibilità di guadagno che offriva la vendita online.

Cosa iniziare a vendere online?

Il successo dei loro clienti mise nella loro mente un obbiettivo, vendere dei prodotti propri.

L’idea su quale prodotto vendere online venne proprio dall’esperienza di uno dei fondatori. Infatti ogni volta che suo fratello rientrava dagli Stati Uniti con un nuovo paio di occhiali, tutti gli amici ne volevano un paio.

Decisero così di vendere occhiali da sole prodotti dal brand americano Knockaround. Inizialmente investirono soli 300 dollari per acquistare 27 paia di occhiali da rivendere su internet. Non appena le richieste iniziarono ad aumentare, anche gli acquisti presso l’azienda fornitrice si fecero sempre più cospicui. La crescita fu tale che divennero rivenditori ufficiali di Knockaround nel mercato europeo.

Il successo nell’attuare strategie di vendita li convinse che era giunto il momento di creare un proprio marchio di occhiali da sole, nacque così il brand spagnolo Hawkers. I successi furono immediati. Nel 2014 i ricavi della società superarono i 15 milioni di euro, per divenire 40 l’anno successivo, fino a raggiungere i 70 milioni di euro nel 2016. In soli due anni e mezzo dalla creazione del marchio furono venduti quasi 3 milioni di occhiali.

La strategia di vendita online usata da Hawkers

Quello che animava i fondatori di Hawkers non era solo la vendita di occhiali. La loro reale ambizione era quella di “cambiare per sempre il settore degli occhiali da sole” (cit. Álex Moreno, CEO di Hawkers Co.) eliminando gli intermediari.

Eppure inizialmente l’interesse per questa tipologia di prodotto era dovuto al fatto che garantisse un elevato pubblico potenziale. Trovato il target di riferimento puntarono a promuovere un tipo di acquisto impulsivo e per farlo dovettero necessariamente contenere il costo degli occhiali. Vi riuscirono perché il loro modello di business fu quello di basarsi su marchi noti, le cui licenze erano scadute e quindi di libero utilizzo, riadattandoli alle nuove tendenze, ad esempio inserendo lenti colorate.

Ottenuto il prodotto giusto, per promuoverlo optarono per i canali social. Nel 2013 Facebook era ancora uno strumento di business poco utilizzato per fare pubblicità.

La loro idea fu semplice ma vincente, far indossare gli occhiali a ragazzi e ragazze attraenti, realizzare belle foto e pubblicarle. Fu una mossa così azzeccata che il loro marchio, in poco più di un mese aveva accumulò quasi 3 milioni di fans su Facebook.

Il loro prodotto piacque fin da subito, ma per fare in modo che si creasse un pubblico potenzialmente interessato, investirono continuamente tutto quello che guadagnavano per produrre varietà di occhiali e per fare pubblicità. I dati relativi a ogni nuova campagna o ogni nuovo prodotto vennero costantemente misurati per capire il comportamento dell’utente e definire il pubblico target.

Catturando traffico, convertendo le visite in acquisti, producendo un prodotto virale, scalando rapidamente, l’azienda è riuscita a vendere i suoi occhiali colorati in mezzo mondo.

Altro aspetto importante fu la capacità di stringere partnership con personaggi noti, come il campione della Moto GP, Jorge Lorenzo. Altro esempio fu, nel 2016, la nomina di presidente a Alejandro Betancourt, affermato imprenditore e pronipote dell’ex capo di stato del Venezuela.

Si possono aprire negozi online in tutti i settori?

La risposta ce la danno gli stessi protagonisti di questa vicenda. Il loro modello di business si era rivelato così performante che i giovani imprenditori decisero di replicarlo. Realizzarono una tipica calzatura spagnola, l’espadrilla, utilizzando colori accesi, fiori hawaiani e bandiere, mantenendo i costi contenuti, da 35 a 50 euro. Nacque così Miss Hamptons.

La storia del brand Hawkers ci insegna come grazie alle loro capacità e sfruttando le possibilità offerte dal web, questi giovani imprenditori sono riusciti a competere contro il monopolio che esisteva nel mercato degli occhiali da sole fino a pochi anni prima, basti pensare a giganti come Rayban, Luxottica, Safilo e Marcolin, re dell’ottica per decenni.

Si sono rivelati coraggiosi, nel lanciare la loro prima app, nell’aprire un proprio negozio online e nell’usare i social come veicolo pubblicitario.

Se anche tu oggi vuoi imparare ad approfittare degli enormi vantaggi che offre la rete e che, se sei un imprenditore, stai lasciando che sfruttino i tuoi competitor, inizia a leggere questi articoli dedicati puoi iniziare a seguire questi pratici consigli su come avviare un e-commerce partendo da zero.

Inoltre iscriviti alla nostra newsletter, riceverai suggerimenti, casi di successo, informazioni preziose su come trovare i tuoi clienti e come aumentare le vendite.

Ti aspetto dall’altra parte.

Vuoi migliorare il tuo business online?

Lascia un commento

IL METODO STROGOFF

Avviare un e-commerce richiede il coraggio e l’intraprendenza dell’imprenditore, ma anche la competenza e la professionalità di chi dovrà trasformare l’idea in realtà.

Per questo motivo abbiamo ideato un METODO che ci consente di analizzare la tua idea di business e di fornirti tutti gli strumenti per affrontare lo sviluppo digitale della tua azienda.

Chiudi il menu