fbpx

BLOG

Adwords: tutte le novità del 2016

AdWords novità 2016
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Fermi tutti, AdWords sta per cambiare, lo ha annunciato Google durante il Performance Summit 2016.

Il PPC non sarà più quello di una volta e anche il tuo sito potrebbe accusare il colpo. Preparati e preparalo alla grande rivoluzione di Google.

Vediamo subito quali sono i cambiamenti che potrebbero dare uno scossone alle tue campagne PPC!

Google, AdWords e le novità del 2016

Ci eravamo tanto stupiti dell’eliminazione degli annunci dalla barra destra di Google, senza sapere che quello era solo un assaggio della rivoluzione di Mountain View.

Le novità sono tante e tra qualche mese saranno operative anche in Italia. Vediamo subito cosa cambierà su AdWords nel 2016!

Iniziamo con il numero di parole all’interno degli annunci:

  • Il titolo passerà dagli attuali 25 a 60 caratteri, occupando due righe;
  • La descrizione avrà 80 caratteri (ora ne può raggiungere massimo 70);
  • La URL dopo lo slash potrà essere personalizzata.

Inoltre, sarà possibile cambiare le keyword in base al dispositivo usato dall’utente, anche tra tablet e smartphone (finalmente).

Fino ad ora era possibile ottimizzare le offerte per desktop e mobile, senza scendere nel dettaglio.

Da qui lo scossone anche per la Rete Display di Google o GDN (Google Display Network). Gli annunci si adatteranno ai siti web responsive e alle app della Rete.

Sarà possibile creare annunci che si modellano sul tipo di contenuto web: penserà a tutto Google, basterà solo indicare titolo, descrizione, URL e immagine. Il motore costruirà il migliore messaggio basato sull’interfaccia del sito web.

In questo modo, anche gli inserzionisti poco esperti in grafica web potranno creare annunci efficaci.

… Mister G. cerca forse di raggiungere Facebook, dove è già possibile creare diversi tipi di annuncio per ogni dispositivo, in modo facile e automatico?

Inoltre, gli inserzionisti potranno avere informazioni più dettagliate sul target grazie all’incrocio di dati, interessi e altre informazioni estrapolate dalla Rete Display e da altri servizi di Google.

Verranno introdotte anche nuove variabili, utili per creare annunci più efficaci. Tra questo: l’inclinazione all’acquisto, un elemento fondamentale che permetterà di veicolare in modo più efficace il remarketing verso persone più propense alla conversione.

Gli annunci su Google Maps

I cambiamenti del Pay per Click coinvolgono anche Google My Business, o meglio Maps.

Gli inserzionisti potranno sfruttare le ricerche geolocalizzate degli utenti: quando una persona cercherà uno specifico locale o un negozio in una città o in una precisa zona geografica, i commercianti potranno raggiungerli grazie ad annunci costruiti specificatamente per loro.

Anche in questo caso, Google fa il verso a Facebook: non ricorda anche a voi la funzionalità del social network che permette a locali, ristoranti, negozi e rivenditori di “cercare clienti nelle vicinanze“? 🙂

Bye bye Keyword Planner

Brutte notizie per i consulenti SEO: anche il Keyword Planner di AdWords è interessato da qualche cambiamento. In particolare, il volume di ricerca per le parole chiave non sarà più tanto affidabile.

Non verranno più mostrate le ricerche mensili di due varianti, ma verrà mostrata una somma approssimativa delle parole chiave simili e ciò non permetterà più di rilevare il volume di ricerca esatto per una particolare variante.

 

Insomma, il lavoro per consulenti SEO e specialisti AdWords non manca: la sfida è quella di riuscire a creare annunci efficaci seguendo le nuove direttive di Google e cercare di far dialogare queste novità anche all’interno di una strategia SEO ben costruita.

Ma noi non temiamo questi cambiamenti anzi ci incuriosiscono molto e non vediamo l’ora di usarli nei nostri progetti!

Ma per il momento, anche il nostro blog si ferma per sette giorni. Ci godiamo un po’ di ferie e pensiamo a nuovi modi per farti vendere online. Torneremo super-carichi e pronti per trasformare in pratica tutte le novità di Google. E non solo.

Nel frattempo, non perdiamoci di vista, seguici sulla nostra pagina Facebook. Ogni giorno pubblichiamo tante news sul mondo dell’e-commerce!

Luigi Vargiu

Luigi Vargiu

Curioso. Tanto. Forse anche per questo ho scelto di essere imprenditore in un settore in continua evoluzione, sono infatti il CEO di Strogoff ed E-Commerce Strategist. Ho formazione liceale, una laurea in Economia e Commercio, vari corsi di alta formazione in campi trasversali e tanta voglia di imparare da chiunque io incontri. Amo il bello, canto, suono la chitarra e sto imparando a suonare il pianoforte. Ho una famiglia fantastica, che è la mia più grande fonte di consapevolezza e crescita.

Lascia un commento

Chiudi il menu

Newsletter

Non perdere nessun articolo, iscriviti adesso