fbpx

BLOG

5 consigli utili per la tua strategia di content marketing

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Una buona strategia di marketing non può prescindere dai contenuti intesi nella loro accezione più ampia: non solo articoli blog o un post sui social media ma anche immagini, infografiche, webinar ed ebook.

Questi elementi, proposti strategicamente a differenti buyer personas nelle diverse fasi del “buyer’s journey”, possono trasformare un semplice visitatore in cliente affezionato, fino a farlo diventare un vero e proprio ambassador della tua azienda.

Non è un caso che proprio i contenuti abbiamo un ruolo molto importante all’interno di una strategia di inbound marketing (di cui abbiamo parlato in un articolo precedente): grazie ai contenuti giusti non hai bisogno di cercare sempre nuovi modi per “inseguire” e “stanare” il cliente ma è lui che con una ricerca online o uno zapping su Facebook arriva alla tua azienda, TI TROVA.

Ecco perchè ogni contenuto deve essere pensato in modo strategico e inserito all’interno di una precisa strategia di content marketing.

Content Marketing: 5 consigli per centrare il bersaglio

Sicuramente in questo momento ti staranno affiorando alla mente diverse domande: “Ok, i contenuti sono importanti ma… dove pubblico la mia infografica? E come scelgo gli argomenti da trattare nel blog aziendale?

Domande lecite a cui noi non possiamo dare una risposta univoca, perchè tutto dipende dai tuoi obiettivi, dal tipo di business e dal target a cui vuoi rivolgerti. In poche parole, tutto dipende dal contesto in cui agisci.

Ricorda che “Content is the King, but Context is the Queen“.

E allora proprio da qui parte il nostro primo consiglio.

1 – ANALIZZA IL CONTESTO DI RIFERIMENTO

Nella realizzazione del tuo piano di content marketing, per capire cosa scrivere devi comprendere innanzittutto chi sei, dove operi e a chi ti rivolgi.

  • CHI SEI – Quali sono gli elementi interni principali della tua azienda? Studia i tuoi punti di forza, debolezza, gli elementi da migliorare nel breve, medio, lungo periodo.
  • DOVE SEI – Valuta il mercato in cui operi (per esempio a livello nazionale o internazionale) studia i tuoi competitor e tutti gli altri aspetti esterni che possono influenzare o determinare il tuo modo di agire e fare marketing.
  • A CHI TI RIVOLGI – Il target, il tuo cliente tipo o più in particolare le Buyer Personas (che nel blogging si chiamano le Readers Personas) a cui ti rivolgi devono guidare ogni tua azione. Questo è sicuramente un aspetto esterno che rientra nel punto precedente ma a cui devi rivolgere una particolare attenzione, merita perciò un approfondimento.
    Cerca di capire quali sono le diverse persone a cui stai “parlando” con i tuoi contenuti: il modo in cui parlano o scrivono, cosa amano fare, il loro mestiere e pure gli hobby. Cerca di raffigurare nella tua mente una Persona specifica a cui ti rivolgi, e individua soprattutto le sue necessità.

Per aiutarti a individuare ogni aspetto puoi farti dirigere dalla Matrice Swot che prende in considerazione gli aspetti interni (Strengths o Punti di Forza e Weaknesses o Punti Deboli) e quelli esterni (Opportunities o opportunità e Threats o Minacce).

swot.png

2 – INDIVIDUA I TUOI OBIETTIVI

La precedente analisi è un importante punto di riferimento per individuare gli obiettivi da perseguire nel tuo piano di content marketing.

Inbound Marketing Funnel

Come vedi, l’utente web prima di diventare tuo cliente o addirittura un promoter della tua azienda deve superare diversi step: tu devi accompagnarlo con i giusti contenuti in ogni fase.

Tuttavia per comprendere cosa pubblicare devi capire in quale fase si trova la tua buyer’s persona. E qui ci viene nuovamente in aiuto l’inbound marketing che suddivide il “funnel” in quattro fasi.

Ad ogni fase corrisponde un particolare tipo di contenuto web che ti aiuta a raggiungere il passo successivo. Per esempio, se vuoi trasformare un estraneo in un visitatore devi sicuramente lavorare su una strategia SEO e creare articoli del tuo blog ben ottimizzati oppure puoi lavorare sui social media.

Per uno step successivo, dove il visitatore sarà trasformato in lead ti serviranno delle Landing Page particolaremente performanti e così via.

Ogni fase ha le sue caratteristiche, in ognuna l’utente cambia le sue esigenze: tu devi capire qual è il tuo obiettivo e offrire al tuo potenziale cliente il contenuto adatto.

3 – INTEGRA E DISTRIBUISCI

Come hai notato, i contenuti non lavorano da soli ma sono più efficaci se ben integrati in una strategia multicanale che presuppone l’uso di diversi media per raggiungere i tuoi clienti: puoi usare una newsletter per inviare un e-book o un coupon, puoi pubblicare su Facebook un’infografica o ancora puoi affidarti a canali tradizionali. Le vie del marketing sono infinite!

Leggi di più: Quali sono i canali pubblicitari per l’e-commerce?

Allo stesso tempo: se scrivi un articolo sul blog ricordati di distribuirlo in tutti i canali che usi con la tua azienda, quindi puoi proporlo in una newsletter o riadattarlo in un’infografica, postarlo su Facebook o altri social network e così via. Prendetene e condividitene tutti… questo è il mio content! 😉

marketing-multicanale.jpg

4 – MONITORA

Ok, stai procedendo bene, hai individuato le tue buyer personas e stai diffondendo i tuoi contenuti ma… quali sono i numeri della tua crescita?

Piccolo particolare che non avevi previsto? Ricorda sempre di monitorare ogni fase della tua strategia: questo è il modo migliore per migliorare di giorno in giorno i tuoi risultati.

Leggere i dati è l’unico modo per capire se stai procedendo bene o hai qualcosa da cambiare o modificare.

Il modo migliore per non perderti neanche un’informazione utile? Cerca di scoprire tutti i segreti di Google Analytics!

5 – STIMOLA, ISPIRA E COINVOLGI

Cosa è un piano di content marketing se non un modo per coinvolgere i tuoi lettori o i tuoi clienti? Cerca sempre un modo per stimolare la discussione, scatenare una risposta e ricorda sempre di rispondere ai commenti anche e soprattutto quelli negativi.

Se vuoi approfondire l’argomento leggi il nostro precedente articolo: 7 consigli per stimolare le discussioni nel tuo blog.

A proposito… quale consiglio daresti ad un imprenditore che desidera migliorare i risultati del suo piano di content marketing?
Questo è lo spazio giusto per offrire i tuoi suggerimenti o porci qualche domanda sull’argomento: saremo felici di risponderti!

Vuoi migliorare il tuo business online?
Luigi Vargiu

Luigi Vargiu

Curioso. Tanto. Forse anche per questo ho scelto di essere imprenditore in un settore in continua evoluzione, sono infatti il CEO di Strogoff ed E-Commerce Strategist. Ho formazione liceale, una laurea in Economia e Commercio, vari corsi di alta formazione in campi trasversali e tanta voglia di imparare da chiunque io incontri. Amo il bello, canto, suono la chitarra e sto imparando a suonare il pianoforte. Ho una famiglia fantastica, che è la mia più grande fonte di consapevolezza e crescita.

Lascia un commento

IL METODO STROGOFF

Avviare un e-commerce richiede il coraggio e l’intraprendenza dell’imprenditore, ma anche la competenza e la professionalità di chi dovrà trasformare l’idea in realtà.

Per questo motivo abbiamo ideato un METODO che ci consente di analizzare la tua idea di business e di fornirti tutti gli strumenti per affrontare lo sviluppo digitale della tua azienda.

Chiudi il menu