fbpx

5 consigli per misurare e valutare il tuo investimento online

Tempo di lettura: 3 min

 valutare-investimento-online-consigli.jpg

Quando programmi la tua strategia di marketing devi preoccuparti anche e soprattutto di valutare se il tuo investimento sta portando risultati o devi cambiare qualche mossa. Avere queste informazioni è fondamentale: senza è impossibile calcolare le performance, migliorare e crescere.

Ecco perchè oggi voglio parlarti delle KPI (Key Performance Indicators) e darti i miei 5 consigli per misurare le tue attività di business online.

[Questo articolo è rivolto in particolar modo a chi ha avviato un e-commerce e desidera comprendere se il suo investimento sta fruttando.]

KPI: punti di riferimento per la tua crescita!

I KPI o Key Performance Indicators sono gli indicatori che misurano il successo di un sito web, e quindi il valore di un investimento online. Per leggerli è necessario usare strumenti in grado di analizzare i movimenti interni al sito (traffico, conversioni…). Il tool più famoso e usato è Google Analytics. E se non ho hai ancora fatto installalo e impara a usarlo per calcolare le tue performance.

Al primo accesso ti renderai conto che questo strumento è complesso, e ha informazioni strutturate e, in alcuni casi, difficili da leggere e comprendere. Per questo motivo ti fornisco i cinque elementi da controllare per valutare il successo del tuo sito web.

 #1 – VISITATORI UNICI

traffico-sito-web.jpg

il primo dato da analizzare riguarda il traffico in entrata nel tuo sito. I visitatori unici (le persone in totali e non le visite) vengono calcolati grazie al loro IP. Inoltre, ogni visita viene scansionata nel dettaglio per fornire tutte le informazioni necessarie a chi gestisce il sito. Per esempio, si può sapere quanto tempo stanno all’interno; quali pagine visitano; dove si soffermano di più; se fanno acquisti o altre azioni…

Questa informazione può aiutarti a capire l’andamento del tuo e-commerce, quante persone accedono: e questo è uno step importante soprattutto se hai investito su attività volte proprio all’incremento di visibilità online e ingressi, come SEO, blog, social, AdWords etc.

A tal proposito: come fai a sapere se una persona è entrata da una ricerca organica o ha cliccato su un annuncio PPC? Bene, Analytics ti permette di capire da dove provengono le tue visite. Ti basta visionare i canali in evidenza sotto la voce “referral“. A questo punto potresti scoprire che i tuoi annunci AdWords stanno avendo successo; o che occorre investire maggiormente sulla SEO, e così via.

# 2 – TASSO DI CONVERSIONE

Questo indicatore ti comunica qual è il rapporto tra persone che entrano nel sito e quelle che effettivamente acquistano i tuoi prodotti. Sicuramente è il KPI più importante: la chiave di volta per comprendere il tuo ROI (Ritorno di Investimento).

Per approfondire ti consiglio anche di analizzare un altro dato: il carrelli abbandonati. In questo caso l’utente è ad un passo da ultimare l’acquisto ma si ferma. Cerca di capire qual è il motivo e recupera il tuo cliente!

# 3 – COSTO MEDIO A VISITA

visita-sito-web.jpg

Questo indicatore comunica quanto ti costa portare un utente all’interno del tuo sito. Lo puoi ricavare mettendo in confronto il tasso di conversione di una particolare attività con l’ammontare delle risorse per essa impiegate. 

Si tratta di un elemento importante per migliorare la gestione del budget e non spendere troppo per ogni visita.

# 4 – SPESA MEDIA DI OGNI UTENTE

Quanto spendono in media i tuoi clienti? Per saperlo ti basta calcolare l’importo medio dello scontrino, che è diametralmente opposto al costo di acquisizione di ogni cliente, di cui ti ho parlato prima. Infatti, se uno rappresenta un’uscita di denaro, questo è un guadagno, un’entrata.

Leggendo questo dato potresti notare che, seppur traffico e numero delle conversioni sono alti, devi migliorare i guadagni magari spingendo di più i prodotti di maggior valore e più costosi nelle tue azioni di marketing; oppure potresti mettere in atto delle tecniche di vendita come il cross selling e l’up sellinge incassare così di più!

# 5 – ALTRE ATTIVITÀ 

Per calcolare il tuo ROI non devi esclusivamente analizzare i dati relativi al sito web, ma realizzare dei report per ogni attività inserita nel tuo piano di marketing. Solo incrociando i dati dei diversi canali e facendo un’analisi complessiva puoi realmente valutare quale attività sta portando risultati e quale invece è necessario migliorare.

Comprendere, analizzare, progettare e mettere in pratica. Tante attività un solo obiettivo: vendere. Vuoi raggiungere con successo risultati reali? Fatti guidare: scopri subito cosa abbiamo pensato per te.

{{cta(‘1f16a315-b91a-4863-8b93-09c94efae8d9’)}}

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print