Blog

Perché nessuno legge il tuo blog

Blog consigli letture

É l'una di notte e tuuutto va bene!

Ti ricordi il pennuto che faceva la guardia alla prigione di Robin Hood nel famoso cartone animato della Disney? Se la risposta è no, probabilmente non fai parte della schiera dei Millennials a cui io appartengo.

Se anche nel tuo blog non si vede anima viva, va tutt'altro che bene: va malissimo. I report di Analytics ti suggeriscono in tutti i modi di cambiare strategia e farti tante domande. Perciò metti mano ai tuoi articoli, ora.

L'obiettivo è aumentare il traffico qualificato dei lettori e trasformare il blog in un veicolo verso i prodotti del tuo e-commerce (o qualsiasi attività) in modo da aumentare le tue vendite online. 

Iniziamo? 

Consigli di marketing per il tuo blog: costruisci il tuo pubblico di lettori

Partiamo da una domanda fondamentale: perchè aprire un blog aziendale? Chi te lo fa fare? Essenzialmente per aumentare le vendite. Certo, in mezzo ci sono tanti passaggi, ma il succo è quello.

E come possono gli articoli del tuo blog diventare utili in tal senso? Facciamo qualche esempio.

Sei un consulente nel B2B e offri una serie di servizi alle aziende? Ogni articolo è un tassello per costruire la tua identità, e mostrare a tutti la tua competenza nel settore. A tal fine, puoi elargire consigli ai tuoi potenziali clienti o ai colleghi, presentando anche dei casi reali che hai affrontato nella tua carriera professionale. Questo ti permetterà di costruire la tua credibilità online, toccare tematiche utili e profilate; il tuo nome girerà e girerà, e quando arriverà alle orecchie giuste ti porterà un nuovo contatto.

Perchè ricorda, "i grandi articoli fanno giri enormi ma, se hai lavorato bene, arrivano al cuore del tuo potenziale cliente". ;-)

Questo effetto positivo può colpire anche un e-commerce B2C! Il blog, anche in questo caso aiuta a rafforzare la reputazione e la credibilità online del negozio online, oltre ad essere un fattore fondamentale per costruire un'identità aziendale forte e stabile.

Ma gli articoli sono anche un ponte verso le tue schede prodotto. Per esempio, se hai una gioielleria online, puoi dare consigli per un regalo da fare alla mamma o ad una sposa, ad un testimone di nozze o alla fidanzata. All'interno degli articoli, oltre a offrire informazioni e suggerimenti veramente utili al tuo lettore, puoi consigliare prodotti che tu stesso vendi, cercando anche di inserire anche immagini accattivanti che inducano a cliccare su un link che rimanda al tuo e-commerce.

Come vedi le vie del blog sono infinite, devi solo capire dove vuoi andare e lavorare per raggiungere il tuo obiettivo.

Ma cosa succede se:

  • non usi il blog in modo funzionale al tuo obiettivo, ma tiri fuori argomenti dal cilindro senza un reale fine;
  • non scrivi per il tuo target, non hai impostato un lettore-ideale, scrivi per sgranchirti le dita;
  • anche oggi aggiorni il tuo blog... domani;
  • ha una grafica scadente, l'hai fatta con Paint?
  • i tuoi articoli sono illeggibili, sia dal punto della formattazione che della scrittura;
  • non applichi una minima strategia SEO, quindi il tuo blog è invisibile nei motori di ricerca;
  • scrivi solo per i motori di ricerca, eliminando l'aspetto "umano" dai tuoi articoli;
  • non hai carattere, o almeno non emerge dalla tua scrittura;
  • non hai connesso il blog ad Analytics (sic.) e non puoi consultarne i dati;
  • alla fine dei tuoi articoli non c'è una call to action, e a dirla tutta neanche una conclusione degna di nota;
  • le immagini, dove sono le immagini? E i video? E i social buttons? 

Potrei andare avanti per altre 10 pagine, ma oggi mi sento buona. Bene, cosa succede in tutti questi casi? Il blog non funziona, non viene letto da nessuno.

Ora, tu sei tentato da chiuderlo definitivamente e aprire un bar ai Caraibi, ma aspetta un attimo: insieme possiamo ribaltare la situazione, poi dopo puoi anche andare e invitarmi a bere qualcosa nel tuo chiringuito. Voglio offrirti alcuni punti chiave da cui ripartire per creare un blog di successo.

Innanzitutto, ci devi credere, dei essere deciso e trasmettere un po' della tua passione in ogni parola che regali a chi ti legge. Poi devi individuare il tuo problema. E risolverlo.

Partiamo?

I love blogging

Se non aggiorni il tuo blog costantemente...

Questo è uno dei problemi più comuni: quante volte ti appassioni ad una serie tv e poi te la tolgono senza un minimo di preavviso? Bene, lo stesso trauma può essere capitato ad un tuo lettore che, dopo aver letto due o più articoli, si ritrova con un pugno di mosche. Naturalmente perde interesse verso i tuoi aggiornamenti.

Aggiornare il blog con una cadenza precisa ha tanti vantaggi. Per esempio, può portarti enormi vantaggi a livello SEO, perchè i motori ti prendono in maggior considerazione e migliorano il posizionamento del tuo sito. Provare per credere!

Non solo, un articolo in più equivale ad una marea di possibilità aggiuntive: un lettore ti trova su Google, puoi dire la tua su un argomento che non avevi ancora trattato, linkare un nuovo prodotto e così via.

Aggiornamento blog

C'è sono un problema: non sei costante, non hai tempo, hai dimenticato la pasta sul fuoco, devi scappare, c'è un'invasione di cavallette...

Per ovviare questi "inconvenienti" e aggiornare il tuo blog in modo continio puoi usare questi stratagemmi:

  • Imposta il numero di articoli che vuoi scrivere al mese, decidi il giorno o i giorni della settimana in cui pubblicare. Non strafare, sii realistico.
  • Non farti guidare dall'ispirazione del momento, ma crea una lista di almeno otto articoli in modo da avere sempre argomenti a disposizione e quindi partire da qualcosa su cui scrivere.
  • Scrivi accanto alla lista di articoli, la data in cui l'articolo dovrà essere pubblicato e accanto il giorno in cui ti dedicherai alla sua scrittura, che non è detto coincidano. Scrivili in anticipo e programmali!

    Aggiungi altri elementi che possono aiutarti, come una fonte da cui prendere ispirazione o una serie di parole chiave o ancora la categoria del tuo e-commerce da linkare nell'articolo. 

Per realizzare il tuo piano editoriale ti consiglio di leggere un articolo precedente!

Se non trovi i tuoi articoli su Google o altri motori...

Posto che ogni articolo deve essere scritto per una persona e non per un robot, certamente quando si scrive un blog non si può prescindere dalla SEO.

In un precedente articolo trovi tanti consigli per scrivere testi Seo Friendly, dove ogni elemento è inserito per permettere a Google di comprendere e analizzare cosa dice il tuo articolo e proporlo alle persone potenzialmente più interessate, in base alle query che hanno digitato dentro la barra di ricerca.

Testi Seo Friendly

Applicare una strategia SEO nel tuo blog è fondamentale, scopri perchè e come migliorare i risultati qui

Se non hai individuato il tuo lettore tipo...

Quando scrivi un articolo, chi hai davanti?

Io in questo momento ho davanti una persona dal viso simpatico e un po' spaesata, è un professionista che ha capito che il blog ha delle potenzialità per la crescita di un business, ne ha addirittura aperto uno, ma non è ancora riuscita a sfruttarne pienamente i vantaggi e desidera recuperare. E deve ancora guardare il cartone di Robin Hood della Disney. Ahi!

Come vedi le mie idee di lettore-tipo per questo articolo e, in generale, per il blog di Strogoff sono abbastanza chiare. E lo stesso deve essere per te e per il tuo blog aziendale. Avere ben chiaro a chi ti rivolgi ti permette di selezionare le informazioni da dire, il modo di parlare, i prodotti da proporre e così via...

Ecco perchè il mio consiglio per il blog è quello di costruire una Buyer Persona per la tua azienda e sfruttare il suo profilo anche quando scrivi gli articoli del tuo blog aziendale. 

Partendo da qui, creerai contenuti utili, seducenti e di carattere, perchè il tuo lettore diventerà come un amico immaginario che ti permetterà di tirare fuori la tua personalità attraverso la scrittura

Ultimo, ma non meno importante: promuovi, promuovi, promuovi. Fai uscire le tue parole dalle mura digitali del tuo blog, consigliale ad un amico su Facebook, pubblica un post nella tua pagina social aziendale, fai delle campagne pubblicitarie. Falle girare! ;-)

Un anno dopo...

Hai lavorato bene, i tuoi lettori iniziano ad affollare i tuoi articoli? Yeah! T sei meritato la spilletta del  Super Blogger.

super blogger

Spero di essermela meritata anche io, realizzando un articolo davvero utile per le tue esigenze. E ora ho un regalo per te. Vuoi aumentare le vendite usando i social network? Scarica subito l'e-book!

Scarica ora l'ebook Social